Hazard: "Non so cosa farò in futuro, ora penso a vincere col Chelsea"

Le parole del fuoriclasse belga al termine della semifinale di Europa League vinta ai rigori contro l'Eintracht Francoforte.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ha portato il Chelsea in finale di Europa League. Alla lotteria dei rigori, Eden Hazard ha realizzato il penalty decisivo che ha annullato l'errore di Azpilicueta e permesso ai Blues di raggiungere l'Arsenal nell'atto conclusivo della manifestazione. Al termine del match il fuoriclasse belga ha espresso tutta la sua gioia e ha ovviamente parlato del suo futuro:

Ora penso a vincere qualcosa con questo gruppo e con questo club. Se la finale sarà la mia ultima partita cercherò di dare il massimo, come faccio sempre. Se non lo sarà, vedremo. Nella mia mente ancora non lo so, quindi penso solo a vincere le partite con il Chelsea

Autore di 19 gol e 16 assist in stagione, Hazard ha tutta l'intenzione di mettere in bacheca un'altra Europa League dopo quella conquistata nel 2013:

Andremo a Baku per provare a vincere la Coppa, l'Europa League non è una competizione facile da affrontare. Mi prendo sempre le mie responsabilità quando devo. Sono felice, così come i ragazzi e i tifosi. Ma non è finita qui, abbiamo un'altra partita da giocare

Ultimamente il classe 1991 è accostato con insistenza al Real Madrid, che lo segue da anni e in estate potrebbe finalmente riuscire ad acquistarlo per più di 100 milioni di euro. Di sicuro ci attende un'estate bollente in chiave calciomercato. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.