Formula 1, nel 2020 Rio de Janeiro potrebbe rimpiazzare San Paolo

La sede del Gran Premio del Brasile potrebbe cambiare. Rio de Janeiro in futuro può rimpiazzare San Paolo.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Nel futuro del campionato di Formula 1 non mancheranno novità nel calendario. È ormai ufficiale l'ingresso del Gran Premio del Vietnam nel 2020 e potrebbe esserci anche il ritorno di Zandvoort in sostituzione di Barcellona. Ma questi non sono gli unici cambiamenti a breve termine.

Infatti, non è escluso che dall'anno prossimo il Gran Premio del Brasile di Formula 1 possa essere disputato in una sede diversa rispetto a quella tradizionale di San Paolo. Come riferito dall'agenzia Ansa, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha firmato un atto preliminare per la costruzione di un nuovo circuito a Rio de Janeiro. Esso sorgerebbe nel distretto di Deodoro, situato nella zona ovest della città.

Bolsonaro ha specificato che il tracciato sarà pronto già nel 2020 per ospitare il GP. Il terreno è stato ceduto dall'esercito e dovrebbe essere chiamato Pista di Deodoro. Il progetto è in fase avanzata e potrebbe essere realizzato nel giro di 6-7 mesi, stando alle parole del presidente del Brasile. Per costruire questo circuito è stato stanziato un budget iniziale di 248 milioni di euro ed è previsto che possa ospitare circa 130 mila persone.

Felipe Massa e Lewis Hamilton nel GP Brasile 2008 di Formula 1
Lewis Hamilton beffò Felipe Massa nel GP del Brasile 2008, conquistando il suo primo titolo in F1

Formula 1, GP Brasile: Rio de Janeiro sostituisce San Paolo?

Vedremo se già nel 2020 ci sarà la sostituzione di San Paolo con Rio de Janeiro. La storico Autodromo José Carlos Pace ospita la Formula 1 dal 1973, con le eccezioni dell'edizione 1978 e di quelle del periodo 1981-1989 disputate proprio a Rio de Janeiro. Una volta lì sorgeva l'Autodromo Internacional Nelson Piquet, meglio noto come Circuito di Jacarepaguá. La pista è stata demolita nel 2012 per dei lavori legati alle Olimpiadi svolte poi nel 2016 nella capitale brasiliana.

Quello di San Paolo è uno degli appuntamenti storici e in più occasioni proprio lì si è concluso il campionato, regalando anche gare decisive per l'assegnazione del titolo. Basti ricordare quella del 2008, quando Lewis Hamilton vinse il suo primo mondiale grazie a un sorpasso su Timo Glock a tre curve dalla fine. Felipe Massa, allora in Ferrari, fu beffato nel suo gran premio di casa. E anche l'anno prima la corsa fu avvincente, con il trionfo iridato di Kimi Raikkonen. Senza scordare l'edizione 2006, quando ci fu l'ultimo GP di Michael Schumacher con la scuderia di Maranello e la vittoria del secondo titolo da parte di Fernando Alonso.

Ho sentito delle voci - ha spiegato oggi Sebastian Vettel in conferenza stampa da Barcellona -, perché Interlagos è un bellissimo circuito. Ha una bellissima storia e non vedo l'ora di tornarci, se quest'anno faremo l'ultima gara lì. Sarebbe un grosso peccato. Sono uno sempre attaccato al passato e dunque sarebbe bello poter tornare a Interlagos. Magari si potrebbero fare due gare in Brasile, dato che il pubblico locale è sempre fantastico.

Vettel a San Paolo ha vinto il suo terzo titolo nel 2012, dunque ha un dolce ricordo legato a quel tracciato. Non rimane che attendere qualche mese per capire se effettivamente il futuro circuito di Rio de Janeiro prenderà il posto dell'Autodromo José Carlos Pace nel calendario del campionato di F1.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.