Milan, si stringe per Di Francesco: è la prima scelta di Leonardo

Il brasiliano si è già mosso per convincere l'ex romanista ad accettare l'offerta rossonera. Ma c'è da battere la concorrenza del Siviglia di Monchi.

10 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Gennaro Gattuso è sempre più lontano dal Milan. La vittoria di lunedì sera contro il Bologna è servita ai rossoneri per restare agganciati al sogno Champions League, ma non ha di fatto cambiato nulla nell'ormai incrinato rapporto tra il tecnico e la dirigenza rossonera. Ringhio è ormai out: per l'ufficialità non manca molto, perché la separazione avverrà di fatto a fine stagione, a bocce ferme, quando si potranno tirare le somme di un'annata che a un certo punto sembrava anche essersi raddrizzata. Le liti con alcuni giocatori, lo spiacevole episodio recente con Bakayoko e, più in generale, la poca stima reciproca che intercorre con Leonardo hanno portato entrambe le parti a ragionare in tal senso.

Proprio per questo la società rossonera è già al lavoro per individuare il possibile sostituto di Gattuso. L'idea è quella di portare a Milano un tecnico che sappia abbinare un stile di gioco gradevole ed efficace alla capacità di crescere con una certa continuità i tanti giovani che arriveranno in estate. La strategia più volte ribadita dagli stessi dirigenti è proprio quella di puntare maggiormente su under 25 già pronti per dare una mano, ma con ancora ampi margini di crescita, ragazzi che avranno bisogno di una guida di un certo tipo per non perdersi nei meandri di una Serie A che già quest'anno ha mietuto i rossoneri come vittima sacrificale.

In cima alla lista dei nomi ha fatto capolino di recente Eusebio Di Francesco, congedatosi pochi mesi fa dalla Roma in seguito al brutto stop nel derby contro la Lazio e alla seguente eliminazione dalla Champions League sul campo del Porto. Proprio l'Europa che conta è l'obiettivo dichiarato del Milan, un universo che l'allenatore abruzzese conosce molto bene per aver condotto i giallorossi fino alla semifinale dell'edizione 2017/18. Insomma, se la Champions League non dovesse proprio arrivare quest'anno, allora si cercherà di raggiungerla con Di Francesco in panchina.

Eusebio Di Francesco obiettivo del Milan
Potrebbe esserci il Milan nel futuro di Eusebio Di Francesco: l'ex tecnico della Roma sarebbe la prima scelta per la panchina rossonera, ma va battuta la concorrenza del Siviglia

Calciomercato Milan, Di Francesco in pole per la panchina: è un pallino di Leonardo

Questa è almeno l'idea balenata in testa a Leonardo, che di Di Francesco sarebbe lo sponsor principale. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, i contatti tra le parti si sarebbero particolarmente intensificati proprio in questi giorni. Nella giornata di martedì l'ex Roma è stato avvistato a Milano nei pressi della sede rossonera, dopo che Leonardo si sarebbe spinto in prima persona per trattare il suo eventuale arrivo al Milan. Il suo profilo è molto apprezzato dal dirigente brasiliano, alla ricerca di un professionista in grado di rispettare le varie richieste societarie.

Va anche ricordato come il Milan non si trovi in una situazione molto semplice con la UEFA. Lo stesso Leonardo, qualche giorno fa, aveva ribadito come ci siano dei paletti che vanno rispettati senza potersi permettere il lusso di eluderli, quindi l'ottimizzazione delle risorse diventa fondamentale a tal punto da consegnare il ruolo da allenatore a chi, come Di Francesco, ha fatto di questa particolarità uno dei tasselli sui quali si è costruito questo inizio di carriera. È successo sia al Sassuolo che alla Roma, e l'idea sarebbe quella di concedergli una possibilità anche al Milan. Inoltre, contrariamente agli altri profili precedentemente sondati, il pescarese non ha un costo proibitivo a livello di ingaggio.

Quindi si fa? Non è detto, perché dalla Spagna arrivano voci sempre più insistenti secondo le quali il Siviglia vorrebbe portarlo in Andalusia per affidargli un ruolo che scotta, di quelli che nel post Emery hanno fatto a pezzi personaggi del calibro di Sampaoli, Montella e Machin. Lì Di Francesco riabbraccerebbe Monchi, suo sponsor e nuovo direttore sportivo dei biancorossi, tornato a casa dopo la pessima esperienza proprio alla Roma. Alternative? Conte è impossibile, Sarri anche, Gasperini sembra il favorito per la panchina della Roma. Rimane solo Giampaolo, un altro allenatore che però stuzzica poco a livello di appeal. La strategia può quindi essere una sola: convincere Di Francesco. Leonardo ci proverà di persona, cercando di convincerlo della bontà dei progetti futuri del Milan. Basterà?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.