Ajax, Ten Hag: "Il Tottenham corre più di Real Madrid e Juve"

Il tecnico olandese non si fida dell'1-0 di Londra: "Le squadre di Premier hanno un'intensità diversa e abbiamo dovuto alzare il livello già dall'andata".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sono giorni frenetici per l'Ajax: la Coppa d’Olanda festeggiata domenica contro il Willem II, il rush finale in Eredivisie a braccetto col PSV, ma soprattutto una finale di Champions League da conquistare contro il Tottenham di Pochettino. La storia del club olandese passa dalla semifinale di ritorno alla Johan Cruijff Arena di Amsterdam.

Si parte dall' 1-0 di Londra. Dopo aver vinto a Madrid contro il Real e a Torino contro la Juventus, i ragazzi di Erik Ten Hag devono affrontare la prima partita decisiva dei turni a eliminazione diretta in casa. L'obiettivo? Ritrovare la finale di Champions League 23 anni dopo quel 22 maggio che consegnò a capitan Danny Blind e a mister Louis van Gaal la coppa dalle grandi orecchie dopo aver sconfitto la Juve di Lippi.

Nell'undici dei Lancieri gioca il figlio di Danny, Daley Blind. Con Ten Hag il difensore centrale ha analizzato la sfida con gli Spurs nella consueta conferenza stampa della vigilia in cui non sono mancate stoccate alla nostra Serie A e alla Liga. Ecco le parole dei due olandesi.

Erik Ten Hag e Daley Blind, allenatore e difensore dell'Ajax
Erik Ten Hag e Daley Blind, allenatore e difensore dell'Ajax

Per Ten Hag il Tottenham corre più di Juve e Real

Ten Hag non si fida del risultato del nuovo White Hart Lane e si aspetta un approccio diverso dei suoi rispetto alla gara di ritorno dei turni precedenti.

Giochiamo contro una squadra della Premier League, l'intensità è leggermente diversa. Lo abbiamo visto contro la Juventus e il Real Madrid, rispetto alla prima partita la squadra deve salire a un livello superiore. Dobbiamo giocare per vincere, sfruttando i nostri punti di forza. È un'altra partita ancora tutta da giocare. Vincere in trasferta è stato importante, ora giocheremo con un tifo incredibile che spero possa aiutarci. Nella gara d'andata l'organizzazione difensiva è stata perfetta, nella gara di ritorno abbiamo bisogno di fare meglio in fase offensiva, ma dipenderà anche dal Tottenham. Dovremo saper leggere la partita in modo da capire cosa è meglio fare.

Per quel che riguarda la formazione, il tecnico dell'Ajax non si sbottona più di tanto, accennando solo a un piccolo dubbio tra i titolari.

Forse abbiamo un problema con Neres, ma pensiamo che sarà in grado di giocare. Resta un piccolo punto interrogativo. È una gioia veder giocare la squadra e la cosa più importante è l'energia che i calciatori mettono in campo, giocano l'uno per l'altro. 

Daley Blind con Cristiano Ronaldo nel ritorno dei quarti di finale di Champions League
Daley Blind con Cristiano Ronaldo nel ritorno dei quarti di finale di Champions League

Tra i più esperti del gruppo c’è il 29enne Daley Blind. L'olandese non ha saltato neanche un minuto nella competizione e sarà uno degli uomini chiave nella sfida col Tottenham.

Dovremo giocare come se fossimo sullo 0-0. Dobbiamo essere aggressivi e dare il massimo. Siamo in un buon momento ma questa partita sarà completamente diversa dalle altre. Non siamo nervosi, abbiamo soltanto un po' di sana tensione. Questo è un aspetto positivo. Dopo la vittoria della Coppa d'Olanda abbiamo festeggiato con i nostri tifosi allo stadio e poi ci siamo fermati, chiaramente questa partita era già nei nostri pensieri.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.