PSG nel caos, sfiorata la rissa tra Draxler e Neymar

Al termine della gara persa sul campo del Montpellier il tedesco sbotta nei confronti del brasiliano, che reagisce furiosamente: "Chi sei tu per parlarmi così? Sai solo passare la palla indietro."

0 condivisioni 1 commento

di - | aggiornato

Share

Nervi sempre più tesi in casa del PSG: dopo aver salutato malamente l'ambita Champions League agli ottavi di finale, dopo una rimonta beffarda subita in casa ad opera del Manchester United, il club presieduto da Nasser Al-Khelaifi sembrava aver ritrovato se stesso in patria, ormai da anni terreno di conquista e che aveva in effetti portato poco dopo alla matematica vittoria della Ligue 1, l'ottava nella storia e la sesta nelle ultime sette stagioni.

Evidentemente però le scorie di una stagione comunque deludente erano state tutt'altro che smaltite, e sono riemerse quando il PSG ha cominciato a inanellare una serie di risultati deludenti che lo hanno portato a veder sfumare la Coppa di Francia, persa in finale contro il Rennes, e a vincere una sola gara nelle ultime sette disputate. Un ruolino di marcia inaccettabile e incomprensibile per un gruppo di campioni che evidentemente sta andando alla deriva e dove regna il nervosismo.

Se un primo indizio dell'atmosfera tutt'altro che serena che si respira in casa del club campione di Francia era arrivato al termine della finale persa in Coppa di Francia, quando Neymar si era scagliato contro un tifoso bretone reo di averlo offeso, la conferma è arrivata al termine della partita persa contro il Montpellier appena tre giorni più tardi, un episodio venuto alla luce soltanto di recente e con protagonisti ancora il brasiliano ex Barcellona e il centrocampista tedesco Julian Draxler.

Neymar e Draxler si allenano con il PSG
Neymar e Draxler in allenamento con il PSG: il brasiliano e il tedesco sarebbero quasi venuti alle mani negli spogliatoi al termine della gara persa in casa del Montpellier.

Nervi sempre più tesi in casa PSG: rissa sfiorata tra Draxler e Neymar

In vantaggio 2-1 fino all'80esimo, il PSG ha subito prima il gol del pari e poi quello del 3-2 definitivo quando mancavano appena cinque minuti al termine, una sconfitta clamorosa che ha portato a un aspro confronto nello spogliatoio dei parigini: Draxler avrebbe accusato Neymar di essere troppo individualista e di pensare soltanto a se stesso, un'accusa che ha mandato su tutte le furie il brasiliano e che lo avrebbe portato a rispondere altrettanto duramente: "Chi sei tu per parlarmi così? Sai soltanto passare indietro il pallone."

Dopo questo vivace scambio di battute, i due sarebbero quasi venuti alle mani, trattenuti a fatica dal ds Antero Henrique e dal tecnico Thomas Tuchel, che proprio Neymar aveva difeso poche settimane fa da Presnel Kimpembe. Il difensore, 23enne prodotto del vivaio parigino, al termine della sconfitta con il Nantes dello scorso 17 aprile, che aveva rimandato la matematica vittoria della Ligue 1, nello spogliatoio aveva infatti detto ai compagni di non ascoltare quello che diceva il tecnico.

Un'uscita assolutamente poco professionale che Neymar aveva duramente condannato, raccontando di come nel PSG troppi giovani fossero dotati di un ego smisurato che li rendeva incapaci di ascoltare i consigli di chi aveva molta più esperienza nel calcio ad alto livello. Per O Ney sono arrivate successivamente la rissa con il tifoso del Rennes e appunto quella sfiorata con Draxler, segnali forse di un'insofferenza da parte del brasiliano - arrivato a Parigi due anni fa per la cifra record di 222 milioni di euro - che con la fine della stagione ormai alle porte e l'imminente calciomercato potrebbe portarlo persino a riconsiderare il proprio futuro. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.