MotoGP, Dovizioso: "Nulla di nuovo". Petrucci: "Pochi progressi"

Mugugni nel box Ducati dopo la giornata di test a Jerez. Andrea Dovizioso: "Sapevo che non avremmo avuto nulla di nuovo". E Petrux gli fa eco: "Nulla che ci consenta di fare passi avanti".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il test di MotoGP a Jerez non ha portato nessuna novità in casa Ducati. Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci hanno potuto provare alcuni set-up estremi per la Desmosedici GP19, ma nulla che possa effettivamente risolvere i problemi della Rossa. Il grande handicap resta la percorrenza di curva, un tallone d'Achille su cui il forlivese richiede interventi dalla scorsa stagione. Ma finora i tecnici di Borgo Panigale non sono riusciti a intervenire nel migliore dei modi senza perdere in altri settori.

La stagione 2019 di MotoGP rischia di prendere già una brutta piega dopo che il Dovi ha concluso le ultime due gare al quarto posto. A Le Mans occorre subito un buon risultato, Marc Marquez rischia di prendere il largo e, senza quella caduta ad Austin, il distacco in classifica sarebbe già ampio. Nessuna novità è arrivata nel corso del test: Dovizioso ha concluso 11° a 1,222" di distacco dal best lap di Quartararo, Petrux 14° a 1,341". Ma i tempi sono molto relativi quando si provano a sperimentare varie soluzioni e non si va alla diretta ricerca del time attack.

Nel corso dei test invernali Ducati ha fatto scuola con l'introduzione dello spoiler al posteriore che è stato subito imitato dagli altri costruttori, ad eccezione di KTM. Ma non è servito a risolvere il problema del turning, soprattutto nei lunghi curvoni veloci. E intanto la diretta avversaria Honda non solo ha fatto notevoli progressi in termini di motore, azzerando il gap sulla velocità di punta, ma già guarda al futuro e a Jerez ha portato componenti, come il telaio rivestito in carbonio, in vista del prossimo anno.

Danilo Petrucci pilota Ducati MotoGP
Danilo Petrucci impegnato nei test a Jerez

MotoGP, Danilo Petrucci: "Abbiamo fatto pochi progressi"

Quando si ha a disposizione una buona base di partenza fare un ulteriore step non è semplice. Si lavora sui dettagli, ma non sempre gli aggiornamenti sortiscono gli effetti sperati. Qualche particolare di elettronica e assetti estremi non sono la soluzione per la percorrenza a centro di curva. Andrea Dovizioso:

Sapevo che qui non avremmo avuto nulla di nuovo. Si trattava di dettagli sul set-up. Quest'inverno abbiamo avuto solo sei giorni di test e non è facile capire tutte le cose. Non si tratta di migliorare la moto, ma di capire cose e direzioni. Per quanto riguarda il comportamento dello sterzo, ora conosciamo tutte le peculiarità che la nostra moto ha in questo senso... Abbiamo usato un nuovo pneumatico medio e sembrava migliore, quindi sono soddisfatto.

Danilo Petrucci nei box Ducati
Danilo Petrucci: 41 punti in classifica, 26 in meno del suo compagno di scuderia Dovizioso

Danilo Petrucci è stato molto più esplicito dopo il test. Il 5° posto in gara è un passo avanti rispetto alle prime tre gare, la classifica piloti MotoGP gioca a suo favore in termini di rinnovo contratto. Ma servono podi e vittorie per conquistare la fiducia di Borgo Panigale. Obiettivi difficili se non risolverà il problema di grip al posteriore con gomme usate.

Abbiamo fatto pochi progressi, non ho provato trovato nulla che ci consenta di andare avanti. Non ho fatto buoni tempi sul giro perché ho lavorato con pneumatici posteriori molto usati. Sono felice di aver provato così tanto, ma ci vuole di più per migliorare. Abbiamo provato diverse gomme e lavorato anche sul set-up per Le Mans. È chiaro che il turning non è perfetto al momento e questo significa che non possiamo percorrere una curva senza perdere in velocità.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.