Inter, il post Perisic arriva dalla Spagna: si studia il colpo Sarabia

L'esterno del Siviglia è il nome nuovo per la fascia nerazzurra, che in estate dirà addio al croato. Servono 18 milioni, Bergwijn e Carrasco le alternative.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tra i giocatori che (quasi) sicuramente lasceranno l'Inter nella prossima stagione ci sarà anche Ivan Perisic. L'esterno croato pare essere arrivato ai titoli di coda della sua avventura in nerazzurro, soprattutto dopo un'annata nella quale le polemiche non sono mai mancate. La sua faida all'interno dello spogliatoio con Icardi ha portato di fatto alla rottura tra l'ormai ex capitano e l'ambiente interista, con Spalletti che più volte ha dovuto svestire i panni di allenatore e camuffarsi da pompiere per spegnere incendi vari e continuare il processo di crescita che ha come obiettivo principale la qualificazione alla prossima Champions League.

Un traguardo quasi raggiunto, per il quale manca solo la matematica. Poi, a bocce ferme, si faranno diversi ragionamenti riguardanti principalmente il mercato. Già, perché a prescindere dal fatto che Spalletti sarà o meno l'allenatore del futuro, all'Inter Perisic non è più ben visto. Lui ha più volte espresso il desiderio di cambiare aria, e l'estate prossima potrebbe essere quella che finalmente lo porterà in Premier League, dove il Manchester United lo segue ormai da tempo con molta attenzione.

Secondo quanto riportato sull'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, il sostituto naturale del numero 44 sarebbe stato individuato in Pablo Sarabia, jolly offensivo del siviglia col quale, in stagione, ha già segnato 21 gol. Una cifra importante, soprattutto se si considerano le costanti polveri bagnate ormai diventate tratto tipicamente distintivo quando si parla degli esterni nerazzurri. Sarabia ha 27 anni e un contratto in scadenza nel 2020, ma soprattutto una clausola rescissoria abbordabile e un ingaggio più che affrontabile.

Pablo Sarabia, obiettivo dell'Inter, in azione col Siviglia
L'Inter ha messo nel mirino Pablo Sarabia: l'esterno del Siviglia ha una clausola rescissoria da 18 milioni di euro e un contratto in scadenza nel 2020

Inter, parte il toto esterno: Sarabia in pole, ma si studiano le alternative

Il valore del suo vincolo col Siviglia a oggi è fissato sui 18 milioni, una spesa che all'Inter possono permettersi tranquillamente di studiare. L'ingaggio invece verrebbe raddoppiato, passando da 1,5 a 3 milioni di euro netti a stagione. Insomma, un affare davvero interessante, soprattutto perché il giocatore è pieno di estimatori in giro per l'Europa. Poco tempo fa lo avevano cercato il Napoli e alcuni club della Premier League, dove uno con le sue caratteristiche avrebbe potuto rischiare seriamente di far saltare il banco.

Fisicamente brevilineo, bravo nell'uno contro uno e con un discreto feeling per il gol, Sarabia è cresciuto nel vivaio del Real Madrid fino alla maggiore età, quando è stato fatto fuori per via della sua altezza non ancora propriamente sviluppata. Dopo aver fatto i bagagli, il ragazzo originario della capitale spagnola ha deciso di trasferirsi in periferia, al Getafe, dove ha militato per 5 anni prima del grande salto verso l'Andalusia. Mancino naturale, è un elemento molto duttile: nel Siviglia viene impiegato tanto a destra quanto a sinistra in un 4-2-3-1, guarda caso un modulo che ultimamente va molto di moda all'Inter, o in alternativa da laterale destro in un 4-4-2 dove duetta in maniera eccellente con Jesus Navas.

Sarabia sarebbe quindi un profilo perfetto per muoversi nel sistema attuale dei nerazzurri, al quale porterebbe in dote anche un'ottima qualità nel fondamentale dell'ultimo passaggio, basti pensare che in questa stagione ha già toccato quota 17 assist in tutte le competizioni. Rispetto a Perisic è molto più incline ad aiutare la squadra in fase di non possesso, trattandosi di un elemento decisamente più versatile rispetto al croato. La ricerca dell'esterno quindi continua ininterrotta, ma non può ovviamente limitarsi solo a Sarabia.

L'Inter si è premurata di mettere a fuoco due potenziali piani di riserva nel caso in cui il castigliano, che piace molto a Diego Simeone, non dovesse accettare l'offerta nerazzurra. La prima pista porta a Steven Bergwijn, esterno sinistro (ma destro di piede) olandese classe 1997. Gioca nel PSV, che però per cederlo chiede tra i 35 e i 40 milioni di euro. Il suo però è un profilo tanto interessante quanto futuribile, di quelli che più in là potrebbero portare a interessanti plusvalenze. L'altro nome caldo in chiave mercato è quello di Yannick Carrasco, belga oggi confinato dal Dalian Yifang, nella massima divisione cinese.

Gli attuali proprietari del cartellino non scendono sotto la richiesta di 35 milioni di euro, ma il vero problema potrebbe essere rappresentato dall'ingaggio: qualora l'ex esterno dell'Atletico decidesse di tornare in Europa, dovrebbe ridursi l'ingaggio o spalmarlo su più anni. La buona notizia è che però Carrasco è ancora un giocatore sul pezzo: in questo 2019 la sua stagione è cominciata molto bene, con 5 gol in 9 partite, numeri importanti che aiutano a spingere per un suo ritorno nel calcio che conta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.