Milan, piove sul bagnato: senza la Champions può partire anche Piatek

Il polacco via in caso di mancato arrivo dei rossoneri al quarto posto. Su di lui anche il Real Madrid, pronto a offrire 50 milioni di euro.

1 condivisione 1 commento

di - | aggiornato

Share

Alla vigilia della delicata partita con il Bologna una voce di mercato squarcia il cielo rossonero. Il Milan in estate potrebbe perdere Krzysztof Piatek: il centravanti polacco sarebbe pronto a lasciare la squadra a pochi mesi dal suo approdo a Milano, qualora Gattuso e i suoi ragazzi non dovessero riuscire a centrare la qualificazione alla prossima Champions League. Il polacco, arrivato a gennaio assieme a Lucas Paquetà, ultimamente si è un pochino inceppato, ma nell'immaginario collettivo viene identificato come uno degli uomini dai quali partire per rifondare quello che sarà il nucleo centrale della squadra del futuro.

Prima Mihajlovic, poi Fiorentina, Frosinone e Spal: da questi appuntamenti passerà il destino del Milan e, proprio a seconda di come terminerà la stagione, la società studierà le strategie del domani. L'idea è quella di mantenere tutti i più forti, ma senza il quarto posto sarà difficile sperare di poter lavorare senza fare cassa con qualche cessione. Per questo i papabili a partire sono i migliori attualmente presenti in squadra: da Donnarumma a Suso, passando per Romagnoli, Kessié e il non riscatto di Bakayoko, sono tutte situazioni che andranno valutate con attenzione.

Poi, appunto, c'è Piatek: il polacco ha sempre avuto molto mercato, perché il suo inizio di stagione ha stregato tutta l'Europa in maniera trasversale. Dopo i suoi primi gol con la maglia del Genoa c'erano già diverse big del continente pronte a suonare al campanello di Enrico Preziosi per chiedere notizie su questo ragazzo semisconosciuto, scovato in Polonia e portato in Italia per circa 4,5 milioni di euro, una cifra risibile se comparata a certe valutazioni che girano nel calcio odierno.

Krzysztof Piatek si dispera
Krzysztof Piatek potrebbe lasciare il Milan a breve: senza la qualificazione in Champions League, la società dovrebbe liberarsi di qualche pezzo grosso e il Real Madrid avrebbe manifestato interesse per il polacco

Piatek lascia il Milan? Il Real Madrid pensa all'affondo: pronti 50 milioni

Il Real Madrid è sempre stata la squadra più vigile su Piatek. I primi contatti col Genoa risalgono agli ultimi mesi del 2018, con le Merengues che però ai tempi erano alle prese con una stagione che stentava a decollare, quindi Florentino Perez - seppure rapito dalla facilità con la quale questo centravanti andava in gol - ha deciso di rimandare ogni discorso all'estate. Il blitz di Leonardo si è così rivelato decisivo: per trovare l'accordo con Preziosi ci sono voluti pochi giorni, giusto il tempo di perfezionare i termini della trattativa, poi definita sulla base di 35 milioni di euro più vari bonus.

Date le circostanze, non è affatto escluso che oggi i Blancos possano tornare alla carica: la situazione in casa Real Madrid vede un reparto offensivo nel quale, tra poco, il giovane serbo Luka Jovic andrà ad aggiungersi a Karim Benzema. Il francese però non è eterno, ha già superato la trentina e la sua prossima annata potrebbe essere l'ultima con le Merengues, prima di un meritato ritorno a casa dove il Lione lo riabbraccerebbe volentieri. Così Piatek viene visto come un attaccante complementare a Jovic: i due potrebbe giocare insieme o fare l'uno le veci dell'altro, offrendo sicurezze dal punto di vista tecnico e naturalmente anche anagrafico.

L'offerta madridista potrebbe toccare addirittura quota 50 milioni di euro, una plusvalenza niente male che aiuterebbe anche il Milan in termini economici, visto che - volenti o meno - nei prossimi anni la società dovrà obbligatoriamente rapportarsi con la UEFA: il massimo organismo europeo ha aperto gli occhi sulla gestione rossonera e imposto il pareggio di bilancio entro il 2021, paletto fondamentale per non incappare in ulteriori sanzioni. Ecco perché, senza gli introiti della Champions League, la cessione di qualche pezzo da novanta diventerebbe inevitabile. E Piatek, in questa categoria, ci rientra alla grande.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.