Juventus, mosse future: tra de Ligt e Pogba rispunta James Rodriguez

Lavori in corso in casa bianconera per definire le strategie della prossima stagione. Torna di moda il colombiano del Bayern, rappresentato da Jorge Mendes.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Lavori in corso in casa Juventus, con la società che - a stagione virtualmente chiusa - sta studiando i movimenti per provare a riportare la squadra al massimo splendore europeo già dal prossimo anno. La prima grana, se così si può definire, da affrontare riguarderà sicuramente il ruolo di allenatore: Massimiliano Allegri ha ancora un anno di contratto e nei giorni scorsi ha rilasciato dichiarazioni contrastanti, stando alle quali lo stesso tecnico si sarebbe detto favorevole a rimanere salvo poi precisare che, dal suo punto di vista, occorrerà rivoluzionare la rosa in 7 o 8 elementi.

Parole pesanti, che non permettono ai vertici societari di arrivare a quella chiarezza tanto auspicata negli scorsi giorni da Andrea Agnelli, sempre presente alla Continassa per rapportarsi in tempo reale con l'allenatore e i giocatori. Detto ciò, la Juventus ha ben in mente i piani da portare avanti sul mercato: se sul fronte cessioni ci saranno alcune rinunce inevitabili - in tal senso gli indizi portano a Dybala, Douglas Costa e Alex Sandro come possibili partenti - nelle ultime ore si è aggiunta anche il discorso Pjanic: il bosniaco, intervenuto in diretta a Canal+, ha dichiarato apertamente di essere stuzzicato da un eventuale trasferimento al PSG.

Ovviamente la sua partenza sarebbe molto grave per l'economia di squadra, perché "Mire" a oggi è uno dei cardini del sistema calcistico proposto da Allegri. Per questo, qualora Pjanic abbandonasse la barca, bisognerà intervenire in maniera massiccia e convinta. Considerata anche la (quasi) sicura partenza di Dybala, dalle parti di Torino è di recente tornato di moda il nome di James Rodriguez, trequartista colombiano che a breve rientrerà al Real Madrid dopo un biennio in chiaroscuro al Bayern Monaco. I bavaresi non lo riscatteranno ma, nello stesso tempo, il giocatore non rientra nei piani della società spagnola. Che, a questo punto, si sta guardando intorno per individuare il miglior offerente.

James Rodriguez festeggia un gol
Torna di moda il nome di James Rodriguez per la Juventus: i bianconeri potrebbero virare sul colombiano qualora decidessero di cedere Dybala

James Rodriguez per Dybala? La Juventus parla con Jorge Mendes

La candidatura del colombiano torna a fare capolino nell'ambiente bianconero, scosso dalla voce della possibile cessione della Joya in estate. Infatti il paletto principale per la riuscita dell'eventuale trattativa è fondamentalmente questo: l'arrivo di James deve coincidere con la partenza di Dybala, che la Juventus valuta non meno di 100 milioni di euro. Da lì in poi si potranno iniziare a fare dei ragionamenti: Rodriguez, nonostante al Bayern non abbia brillato, rappresenterebbe una soluzione top per i bianconeri, che avrebbero finalmente una mezzapunta di spessore attorno al quale cucire l'abito tattico della squadra.

Il giocatore vuole pensarci bene prima di fare una scelta definitiva, consapevole che non potrà più sbagliare, ma a veicolare il suo passaggio in Italia potrebbe ancora esserci l'occulta regia di Jorge Mendes. Che, con la Juventus, ha ormai un rapporto consolidatissimo: dopo aver perfezionato le operazioni di mercato legate a Joao Cancelo e Cristiano Ronaldo, il plenipotenziario agente portoghese potrebbe presto fare tris, regalando al suo assistito il sogno di ricongiungersi con CR7. I due sono stati compagni a Madrid, si stimano reciprocamente e, a Torino, il campione lusitano ha terribilmente bisogno di un braccio destro efficace.

Per la difesa torna di moda de Ligt, conteso Danilo all'Inter

Il pacchetto arretrato verrà toccato in maniera sensibile, soprattutto considerato il fatto che Chiellini avrà un anno in più, Barzagli smetterà col calcio e Caceres verrà invitato a fare le valigie. L'obiettivo per il ruolo di centrale è un giovane già pronto a dare il suo apporto: proprio per questo l'identikit ideale sarebbe quello di Matthjis de Ligt, olandese classe 1999 e leader difensivo dell'Ajax, club col quale in Champions League ha castigato la stessa Juventus eliminandola dai quarti di finale.

Fino a pochi giorni fa per lui sembrava in pole il Barcellona, ma la richiesta dei Lancieri - pari a 70 milioni - fa a pugni con le reali possibilità liquide del club catalano. Così Mino Raiola sta esplorando tutte le possibili destinazioni da proporre al suo assistito e, tra queste, fa bella figura la candidatura bianconera. L'alternativa a de Ligt è il portoghese Ruben Dias del Benfica, col quale si sta parlando anche del talentuoso Joao Felix. Per la fascia rimane forte il nome di Matteo Darmian, che potrebbe rientrare come parziale contropartita nell'operazione che porterebbe Joao Cancelo al Manchester United. Poi c'è Danilo, per il quale andrà superata la concorrenza dell'Inter: il brasiliano è duttile e sa difendere meglio del collega portoghese, una peculiarità che - soprattutto se dovesse rimanere Allegri - diventerebbe fondamentale.

Da Pogba a Rabiot: tutti i nomi per il centrocampo

Detto della possibile partenza di Pjanic, la Juventus sta cercando un paio di grosse individualità da portare a Torino in vista della prossima stagione. Paul Pogba è più sogno che realtà, ma le vie del calciomercato sono decisamente infinite. La situazione è semplice, molto fluida e in continua evoluzione: il Manchester United non vuole cedere il fresco campione del mondo francese, che però a sua volta avrebbe il desiderio di lasciare l'Inghilterra per provare a vincere altrove. Ovviamente il Real Madrid è una concorrente molto agguerrita, ma il richiamo d'amore della Juventus potrebbe convincere Pogba ad accettare il ritorno a Torino.

Va detto che l'ingaggio andrà ridiscusso, perché i bianconeri possono sì spendere, ma sempre con criterio. A tal proposito, ecco che per la mediana prende corpo l'ipotesi legata ad Adrien Rabiot, centrocampista classe 1995 che a breve si libererà a parametro zero dal PSG. La storia recente di Rabiot è costellata di episodi controversi, perché a gennaio il ragazzo originario di Saint Maurice avrebbe dovuto lasciare la capitale francese per accasarsi al Barcellona, ma il PSG alla fine ha fatto saltare tutto mettendosi di traverso.

Mamma Veronique, che cura gli interessi del calciatore, ha così cominciato una vera e propria guerra con la società francese, costretta a mettere fuori rosa il ragazzo fino a fine stagione. Rabiot chiede 10 milioni netti a stagione, una cifra impegnativa soprattutto agli occhi di uno spogliatoio in cui vanno stabiliti e rispettati alcuni equilibri. L'idea della Juventus rimane comunque quella di prendere almeno un volto nuovo da aggiungere a quello di Aarom Ramsey, già ufficializzato da tempo. Sugli esterni torna di moda il nome di Federico Chiesa, per il quale la Fiorentina chiede almeno 80 milioni di euro. Fabio Paratici sarebbe già al lavoro per trattare, magari inserendo Riccardo Orsolini nella trattativa. Momenti, situazioni, occasioni: mai come quest'estate, in casa juventina, le porte girevoli la faranno da padrone.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.