Premier League, Newcastle-Liverpool 2-3: Salah ko, ci pensa Origi

Ottava vittoria di fila per la squadra di Klopp, che si riporta davanti al Manchester City: decisivo il colpo di testa del belga, schierato al posto di Salah, che era uscito per infortunio.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

È l'uomo della provvidenza, proprio come nel derby con l'Everton, ancora Divock Origi. Il colpo di testa a meno di cinque minuti dal 90esimo che decide una partita bellissima, sempre in bilico, merito anche di un Newcastle che non ha mai regalato niente al Liverpool. È il sorpasso numero 31 in vetta alla Premier League.

Tre gol e tre punti fondamentali per tornare in vetta alla classifica. Le scorie per la pesante sconfitta in Champions League contro il Barcellona costringono la squadra di Klopp a dover lottare su ogni pallone per avere la meglio degli avversari. E anche quando tutto sembrava perduto, dopo l'infortunio di Salah, i Reds hanno saputo reagire.

E lo hanno fatto con i due calciatori entrati dalla panchina: cross di Shaqiri e spizzata di Origi che anticipa l'uscita di Dubravka. In attesa del monday night tra Manchester City e Leicester, il Liverpool torna in testa alla Premier League con due punti di vantaggio. All'ultima giornata servirà un'altra grande prestazione per battere e il Wolverhampton e sperare che basti per conquistare il titolo.

Divock Origi, LiverpoolGetty Images
Il gol vittoria di Divock Origi

Premier League, Newcastle-Liverpool: la cronaca del match

Sembra una partita in discesa per il Liverpool a St. James' Park. Il colpo di testa di Van Dijk nelle fasi iniziali del match rischia di spianare la strada alla formazione di Klopp, ma il Newcastle non ci sta, non vuole recitare il ruolo della comparsa nel suo stadio, davanti ai propri tifosi. La reazione degli uomini di Benitez è da grande squadra.

E allora eccolo l'episodio che potrebbe cambiare la gara: non tanto per il pareggio segnato da Atsu al ventesimo, quanto per il salvataggio di Alexander-Arnold sul tiro a colpo sicuro di Rondon. Sarebbe stato rigore in favore del Newcastle e rosso per il terzino dei Reds, invece Marriner fa proseguire, con il ghanese che segna il primo gol della sua stagione.

Una decisione che rischia di incidere pesantemente sull'andamento del match. Anche perché otto minuti più tardi arriva il nuovo vantaggio del Liverpool, con Salah che gira in porta un cross proprio di Alexander-Arnold. I ragazzi di Klopp tornano negli spogliatoi in vantaggio di un gol, con i padroni di casa che possono recriminare anche per una traversa colpita da Ayoze Perez sul risultato di 1-1.

Dall'infortunio per Salah alla gioia firmata Origi

Le prime occasioni del secondo tempo nascono dalla stessa azione. Da una parte il Newcastle, con la girata di Rondon bloccata a terra da Alisson. Dall'altra, sul contropiede del Liverpool gestito da Robertson e Mané, è Sturridge a sparare in tribuna un ottimo assist di Wijnaldum. 

La squadra di casa continua ad attaccare e su azione d'angolo arriva il secondo pareggio della serata: la firma è di Salomon Rondon, che al centro dell'area si fa trovare pronto e scaraventa il pallone alle spalle dell'ex portiere della Roma. È il decimo gol stagionale in Premier League per il venezuelano.

Nessuna reazione da parte del Liverpool, anzi. C'è un'altra chance per il Newcastle, con Ayoze Perez che viene murato da Henderson sul più bello. E allora Klopp prova a dare la scossa con un cambio: dentro Shaqiri al posto di Wijnaldum quando il cronometro segna il minuto 66.

Le speranze dei Reds sembrano spegnersi sull'infortunio di Salah. L'egiziano rimane a terra dopo uno scontro durissimo con Dubravka, costretto a lasciare il campo in barella (in dubbio per il ritorno di Champions col Barcellona), accompagnato dall'applauso di St. James' Park. Ma è proprio del neo entrato Origi il gol della speranza. Calcio di punizione di Shaqiri e colpo di testa del belga. Klopp torna in testa al campionato, ora la palla passa al Manchester City.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.