Roma, Cellino vuole 40 milioni per Tonali: si studiano contropartite

Il centrocampista del Brescia è da tempo nel mirino dei giallorossi, che a breve tenteranno l'affondo decisivo. Nella trattativa anche Defrel, Ponce, Sanabria o Pellegrini.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Poco meno di 72 ore fa il Brescia festeggiava il ritorno in Serie A a 9 anni di distanza dall'ultima promozione. La compagine allenata da Eugenio Corini ha passato la maggior parte della stagione a guardare le avversarie dall'alto verso il basso, quindi la risalita nella massima divisione - alla fine - altro non è stata che una logica conseguenza di ciò che si è visto in campo. Merito, in primis, della bravura del tecnico: arrivato al capezzale delle Rondinelle dopo solo quattro partite in luogo dell'esonerato Suazo, l'ex allenatore del Chievo ha saputo dare l'impronta decisiva per condurre la squadra alla rimonta, aiutato dalla grande mano che il club gli ha dato dal punto di vista del calciomercato.

A godersi i frutti di tale lavoro oggi è principalmente Massimo Cellino, il quale - subito dopo l'ufficialità della risalita - si è affrettato a dichiarare che il nucleo centrale di questo Brescia non verrà affatto smembrato. Ma anzi, di comune accordo con direttore sportivo Marroccu, si cercherà di puntellarlo ulteriormente per provare a raggiungere una facile salvezza. L'obiettivo è quello di stabilizzarsi e, per farlo, servirà compiere scelte mirate e soprattutto lungimiranti. Il presidente si è infatti particolarmente soffermato sulla questione legata ai giovani in rosa, visto che la squadra di quest'anno ne ha messi in luce un paio davvero interessanti.

Il primo è Andrea Cistana, difensore centrale il cui prossimo futuro sarà senz'altro legato alla Leonessa. Il secondo è Sandro Tonali, oggetto del desiderio delle squadre di mezza Italia e, di recente, anche di qualche big europea. Il centrocampista piace a tanti e non è difficile intuirne i motivi: innanzitutto, pur essendo un classe 2000, gioca già con la personalità di un veterano, come ha ampiamente dimostrato quest'anno. In secondo luogo, le sue caratteristiche sono spendibili in più situazioni tattiche, il che lo rende molto appetibile per molte realtà in vista della prossima sessione di calciomercato.

Sandro Tonali, obiettivo della Roma, in azione con il Brescia
La Roma piomba su Sandro Tonali, centrocampista del Brescia classe 2000 protagonista della promozione della Leonessa: Cellino chiede 40 milioni di euro, ma si valutano contropartite tecniche

Roma, colpo di mercato a centrocampo: bloccato Tonali del Brescia

Secondo il Corriere dello Sport la Roma sarebbe in grande vantaggio rispetto alle inseguitrici per la corsa al giovane talento lombardo. Tonali, in casa giallorossa, viene visto come l'erede di Daniele De Rossi anche se, probabilmente per il fatto che si somiglino in maniera impressionante dal punto di vista estetico, il paragone che viene speso nella maggior parte dei casi è quello con Andrea Pirlo. In realtà il 19enne bresciano non è un regista puro come il Maestro, ma il suo ruolo ideale è quello di interno di centrocampo.

In ogni caso, sa abbinare molto bene entrambe le fasi di gioco, quindi la Roma - qualora riuscisse a trovare l'accordo - si porterebbe a casa un profilo eccezionale. Non sarà però affatto facile convincere Cellino. L'ex numero uno del Cagliari ha detto che Tonali se lo terrebbe volentieri, consapevole - da vecchio volpone qual è - che fargli fare un altro anno a Brescia non possa che alzare ulteriormente la sua valutazione.

Insomma, o arriva una proposta esagerata o il ragazzo rischia di non doversi muovere dal capoluogo di provincia lombardo. Le richieste sono chiare: per meno di 40 milioni di euro, a oggi, non ci si siede nemmeno a trattare. Il ragazzo piace a tutte le squadre top italiane, ma i giallorossi a gennaio avevano già intavolato un sondaggio con la dirigenza bresciana, strappando la promessa di riparlarsi quanto prima a prescindere da chi si sederà in futuro sulla panchina romanista.

Le possibili contropartite per il Brescia

Per arrivare a Tonali la Roma starebbe così pensando di inserire nella trattativa qualche contropartita tecnica. Per esempio, non è un mistero che il Brescia in vista della prossima stagione cercherà sicuramente una punta da affiancare nelle rotazioni a Donnarumma e Torregrossa. In tal senso, la Roma potrebbe mettere sul piatto il cartellino di Gregoire Defrel, oggi alla Sampdoria, o quello di Ezequiel Ponce, punta argentina classe 1997 attualmente in prestito all'AEK Atene.

I greci hanno un diritto di riscatto sul quale la società capitolina potrà controbattere, riportando così in Italia l'ex Newell's. Più difficile che si possa parlare di Tony Sanabria: il paraguayano piace al direttore sportivo Marroccu ma il Genoa lo ha blindato per un biennio. L'alternativa potrebbe essere Luca Pellegrini, terzino sinistro che quest'anno sta giocando nel Cagliari.

In ogni caso, in queste settimane si lavorerà insistentemente ai fianchi di un Cellino particolarmente impegnato a far fronte alle richieste degli agenti di Tonali, coi quali l'ex presidente del Leeds si è scontrato durante la sessione invernale di calciomercato, quando il ragazzo dichiarò pubblicamente quanto gli sarebbe piaciuto essere allenato da Gattuso. In ballo c'è anche un potenziale rinnovo di contratto: oggi Tonali prende circa 250mila euro (aumento scattato con la promozione), ma la Roma potrebbe dargliene molti di più. E si sa: se al cuor non si comanda, al portafoglio ancora meno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.