MotoGP Jerez, Prove Libere 1/2: Petrucci arrembante, Rossi in apnea

Ducati avanti al termine della prima giornata di prove libere a Jerez. Marc Marquez veloce sul passo gara, Valentino Rossi soffre con le alte temperature.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Nella seconda sessione di prove libere MotoGP a Jerez le temperature dell'asfalto salgono vertiginosamente oltre i 40°C, con condizioni di pista che saranno simili a quelle di gara. Danilo Petrucci è autore di una prestazione brillante e firma il miglior tempo in 1'37"909 davanti al compagno di marca Andrea Dovizioso a 97 millesimi. La Ducati sembra orientata sulla gomma dura al posteriore, Marc Marquez ha adottato una strategia leggermente diversa con la doppia Hard. 

Alle spalle delle due Rosse si posizionano le due Honda ufficiali di Cal Crutchlow e Marc Marquez, seguite dalle due Yamaha di Maverick Vinales e Fabio Quartararo. In evidente difficoltà la Yamaha di Valentino Rossi, per il momento fuori dalla Q2, in attesa di trovare qualche soluzione in vista di domani per tentare una partenza dalle prime posizioni. Ancora una volta il tracciato andaluso, con le sue temperature elevate, sembrano mandare in tilt il feeling moto-pilota nel box VR46.

Passi in avanti per Jorge Lorenzo che, dopo la buona prestazione del mattino, nelle FP2 deve accontentarsi della nona piazza. Il maiorchino ha smaltito ogni dolore e adesso non resta che instaurare una perfetta sintonia con la sua RC213V. Buona la prova di Pecco Bagnaia che conquista la top-10 con un distacco di 6 decimi dal best lap di Danilo Petrucci. A pochi minuti dalla bandiera a scacchi sventola bandiera rossa per una doppia caduta in curva 5: prima scivola Karel Abraham lasciando qualche residuo in pista che fa schiantare anche Bradley Smith. Il collaudatore Aprilia viene accompagnato al centro medico e poi in Clinica Mobile, ma non dovrebbe aver riportato ferite di rilievo.

MotoGP Jerez, FP2: tempi e classifica finale

  1. Petrucci 1'39"909
  2. Dovizioso +0.097
  3. Crutchlow +0.195
  4. Márquez +0.238 
  5. Viñales +0.332
  6. Quartararo +0.461
  7. Bradl +0.464
  8. Nakagami +0.505
  9. Lorenzo +0.536
  10. Bagnaia +0.684
  11. Miller +0.697
  12. P. Espargaró +0.726
  13. Iannone +0.767
  14. Rossi +0.767
  15. A. Espargaró +0.812
  16. Rins +0.838
  17. Mir +0.880
  18. Morbidelli +0.991
  19. Rabat +1.201 
  20. Zarco +1.457
  21. Abraham +1.623
  22. Oliveira +1.865
  23. Smith +1.995
  24. Syahrin +2.985
Andrea Dovizioso pilota Ducati MotoGP
Andrea Dovizioso in sella alla Ducati a Jerez

MotoGP Jerez, la prima sessione di prove libere

Il nuovo asfalto e la strategia gomme sono al vaglio di team e piloti MotoGP a Jerez de la Frontera. Il nuovo asfalto che contrassegna buona parte del circuito, dopo i lavori di restyling dello scorso gennaio, offre condizioni ottimali di grip, ma la variabile impazzita è rappresentata dalle alte temperature dell'asfalto. Da scartare la gomma Soft all'anteriore che dopo pochi giri ne esce distrutta, mentre al posteriore la strategia oscillerà tra la Medium e la Hard. In via eccezionale Michelin ha portato 4 mescole sia all'anteriore che al posteriore, alcune con un nuovo compound messo a punto nei test invernali.

Novità in casa Aprilia e Yamaha, dove esordisce lo spoiler sul forcellone posteriore ispirato alla Ducati. Valentino Rossi aveva fatto espressa richiesta ad Austin e i tecnici di Iwata non hanno esitato alla realizzazione. La casa di Noale aveva testato il cucchiaio già all'indomani della gara in Texas, in occasione di un test privato al COTA, ma sebbene si registri qualche grado in meno sul pneumatico i piloti non sembrano trovare grandi miglioramenti. Ovviamente ogni piccolo dettaglio che può fare anche una minima differenza è da prendere in considerazione.

Al termine delle FP1 di MotoGP è Marc Marquez a segnare il best lap in 1'37"921, ma la vera sorpresa è l'ottima performance di Jorge Lorenzo che si piazza 2° a poco più di un decimo dal compagno di scuderia. Sul podio immaginario sale Maverick Vinales come al solito veloce sul giro secco. 5° e 9° crono per i ducatisti Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, mentre Valentino Rossi è solo 18° per aver preferito svolgere l'intera sessione con un solo set di gomme, in modo da conservare un set in ottica qualifiche.

MotoGP Jerez, FP1: tempi e classifica finale

  1. Márquez 1'37"921
  2. Lorenzo, + 0,124
  3. Viñales, + 0191a
  4. Nakagami, + 0,213
  5. Dovizioso, + 0,229
  6. Quartararo, 0,228
  7. Miller, + 0,548
  8. Petrucci, + 0.553
  9. Morbidelli, 0,557
  10. Rins, + 0,613
  11. Crutchlow, + 0,879
  12. Zarco, + 0.976
  13. Mir. 14 + 0,984
  14. A. Espargaró, + 1.021
  15. Bradl, + 1.054
  16. Iannone, 1,143
  17. Pol Espargaró, + 1.220
  18. Rossi, + 1.459
  19. Smith, + 1.489
  20. Rabat, + 1.746
  21. Bagnaia, + 1.754
  22. Abraham, + 2.028
  23. Oliveira, + 2.392
  24. Syahrin, + 3,172

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.