Formula 1, Leclerc: "Ferrari, non è finita! Team order? Accettabili"

Il pilota monegasco crede che la corsa al titolo non sia già chiusa. La scuderia di Maranello può ancora farcela, ma deve reagire a Barcellona.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo i primi quattro gran premi del campionato 2019 di Formula 1 lo scenario è molto diverso da quello che la Ferrari si aspettava. Questo doveva essere l'anno del grande riscatto della scuderia di Maranello, che festeggia anche il 90° anniversario della propria nascita, e invece la stagione è cominciata senza vittorie.

Dominio Mercedes, con quattro doppiette in altrettante gare. È vero che siamo solo all'inizio e che mancano ancora diciassette gare, però la Ferrari già dal prossimo GP a Barcellona è chiamata a reagire. Nell'ultimo appuntamento a Baku, in Azerbaigian, sono stati portati i primi aggiornamenti sulla SF90 e altri verranno portati in Catalogna nel prossimo weekend. A Maranello si sta lavorando intensamente per ridurre il gap dalla Mercedes.

Charles Leclerc spera che dalla tappa spagnola possa esserci una svolta. In questo inizio di campionato di Formula 1 si è mostrato spesso più veloce del compagno Sebastian Vettel e ha grande voglia di riuscire a vincere. Anche se nel suo primo anno in Ferrari nessuno in realtà si aspetterebbe il titolo da lui, il monegasco vuole subito dimostrare di potersela giocare con un campione come Lewis Hamilton. L'inglese in questo momento ha come rivale per il Mondiale il suo teammate Valtteri Bottas, leader della classifica con un punto di vantaggio. I grandi assenti sono i driver della Ferrari, in particolare Vettel.

L'incidente di Charles Leclerc con la Ferrari nelle Qualifiche di Formula 1 a Baku
Charles Leclerc a Baku ha commesso un errore determinante nelle Qualifiche, ma a Barcellona non vuole sbagliare.

Formula 1, Leclerc ha fiducia nella Ferrari

Oggi Leclerc è a Montecarlo, dove è nato e dove si correrà il Gran Premio di Monaco di Formula 1 il 26 maggio. Il giovane pilota si è concesso ai microfoni dei giornalisti per commentare il suo inizio di stagione e parlare delle proprie aspettative per il futuro.

L'ultima gara non è andata come volevo - riporta La Gazette de Monaco - perché ho fatto un errore sabato. Succede, dobbiamo guardare avanti. Comunque la mia performance in generale è stata abbastanza buona. Dal fine settimana in Australia mi sto abituando alla Ferrari e sono complessivamente soddisfatto. Dobbiamo lavorare un po' sul ritmo gara. Abbiamo potenziale, già a Baku siamo migliorati e penso che non siamo lontani. La situazione non è pessima come dice invece la classifica.

Charles si sente abbastanza fiducioso per il proseguimento di questo campionato. Sente che già in Azerbaigian c'è stato qualche progresso ed è sicuro che la Ferrari continuerà a migliorare per permettergli di giocarsela con i rivali della Mercedes. Il GP di Barcellona sarà molto importante.

È vero che abbiamo tanti punti di distanza dalla Mercedes, però abbiamo corso solo quattro gare. Nulla è perso finché non è finita. Ci credo ancora, così come tutta la squadra. La macchina ha grande potenziale. Sicuramente sarà importante essere forti a Barcellona. Solitamente mi sento bene su quella pista. I test invernali non saranno un buon riferimento, perché le temperature erano molto diverse.

Inevitabile chiedergli dei famosi ordini di scuderia, che a lui sono stati impartiti nelle prime tre gare della stagione. Leclerc non ha mai fatto alcuna polemica. Ha sempre dimostrato di aver capito le istruzioni del box, anche se ovviamente nessun driver è mai contento di veder avvantaggiato il proprio compagno.

In alcune gare ci sono stati dei team order e li ho capiti. Sono disposto a seguirli, ma fino a un certo punto. Comunque finora è stato tutto accettabile. Spetta a me lavorare per essere davanti. Conquistare la prima vittoria sarà importante e devo spingere al massimo per ottenerla.

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.