MotoGP, Dovizioso festeggia: a Jerez il GP numero 200

Correndo domenica la gara spagnola della MotoGP, Andrea Dovizioso si conferma come uno dei piloti più presenti nella Top Class, in una graduatoria comandata da Valentino Rossi.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Duecento partenze non sono poche, anzi. Specialmente parlando di MotoGP, raggiungere un simile traguardo non è possibile da qualsiasi pilota. Andrea Dovizioso è ad un passo dal Gran Premio numero 200 disputato nella Classe Regina. Il forlivese è nel suo dodicesimo anno nella massima serie a due ruote motorizzate, alle quali vanno aggiunte altre sette stagioni tra 125 e 250. Tutte, ovviamente, disputate ad altissimo livello.

Campione nella ottavo di litro nel 2004, l'allora giovanissimo pilota Honda era uno dei più promettenti. E seri: lui voleva una lunga carriera, senza fronzoli o perdite di tempo. Nei tre campionati completi nella quarto di litro Andrea sfiora il secondo titolo almeno due volte. Peccato non ci sia riuscito, ma lui voleva salire di cilindrata. Dovizioso voleva realizzare il sogno di ogni corridore. Il numero 4 - diventato poi 04 - desiderava il meglio.

La notte illuminata artificialmente di Losail è stata per "il Dovi" indimenticabile. Un quarto posto, non male per un debuttante, ma non solo. Più che dell'ottimo risultato, ci viene in mente il sorpasso deciso e decisivo ai danni di un certo Valentino Rossi. La Honda privata che infila senza pietà la Yamaha ufficiale numero 46 è stata la vera stella nata in Qatar. Il primo podio arrivò nel finale di stagione, a Sepang, con un quinto posto in classifica piloti. Il primo successo nel 2009 a Donington, con una moto firmata HRC. Dopo un parentesi sulla M1 satellite Tech3, ecco gli anni in Ducati. Con la Rossa Dovizioso vince ancora, nel 2016. Totalizza dodici gradini più alti del podio con la Desmosedici, che potrebbero aumentare proprio domenica nella duecentesima gara in MotoGP.

Dovizioso con la Honda nella MotoGP 2008
Honda RC 212V per Dovizioso nella stagione d'esordio in MotoGP

MotoGP: a Jerez Dovizioso tocca quota 200 GP, più di lui per soli cinque piloti

Andrea fa parte di una lista costituita da nomi altisonanti e blasonati. Correndo la gara spagnola, Dovizioso arriverà all'impressionante traguardo di 200 partenze nella classe Regina, alle quali vanno aggiunte 98 corse tra 125 e 250 due tempi, con titolo ottenuto nella piccola cilindrata. Trentatre anni, il forlivese ha la possibilità di arricchire il proprio palmares, ritoccando cartellino presenze e vittorie.  Con 22 primi posti, 94 podi, 20 pole e 21 giri veloci, il Dovi è uno dei migliori rappresentanti del Motomondiale.

Chi ha gareggiato più di lui? Tra i cinque nomi, svetta quello di Valentino Rossi, "fermo" a 326 partenze nella Top Class, divise tra Honda, Yamaha e Ducati. Più sotto c'è il brasiliano Alex Barros, con 245 partenze, seguito dall'americano Nicky Hayden ed i suoi 218 Gran Premi disputati. Secondo italiano nella lista è Loris Capirossi, 217 volte per lui, appena dopo il bravo Dani Pedrosa, con una gara in meno.

Ed ecco Dovizioso, sesto. Il pilota Ducati precede altri campioni quali Colin Edwards, Carlos Checa, Jorge Lorenzo, Jorge Lorenzo e Kenny Roberts Junior. Se sommiamo i titoli vinti includendo la SBK, tra prototipi e derivate il conto è di 26 mondiali, con il solo Barros senza un alloro in carriera. Dovizioso arriva a Jerez con le intenzioni solite, ovvero, provare a salire sul gradino più alto del podio. Essendo uno dei veterani in MotoGP, Andrea gode di tutto il rispetto del paddock. 

  1. Valentino Rossi    326
  2. Alex Barros         245
  3. Nicky Hayden      218
  4. Loris Capirossi     217
  5. Dani Pedrosa       216
  6. Andrea Dovizioso 199
  7. Colin Edwards      196
  8. Carlos Checa       194
  9. Jorge Lorenzo      191
  10. Kenny Roberts Jr. 167

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.