Che ne sarà di questo Ajax? La meraviglia di ten Hag potrebbe svanire

Dopo aver violato Bernabeu e Allianz Stadium, l’Ajax è la squadra rivelazione del calcio mondiale e tutti i top team europei sono a caccia di suoi giovani talenti.

0 condivisioni 1 commento

di - | aggiornato

Share

La partita dell'Ajax allo Juventus Stadium è stata a dir poco straordinaria. Tutti i calciatori della squadra olandese hanno giocato mostrando una tecnica sopraffina, riuscendo in giocate di classe e coraggio davvero sensazionali. La vittoria è stata merito della sfrontatezza di un allenatore, Erik ten Hag, che non ha mai chiesto ai suoi calciatori di essere diversi da quello per cui questa squadra è stata costruita nel corso del tempo.

Questo Ajax infatti non nasce oggi, ma viene da un lavoro quadriennale che la società ha voluto impostare, richiamandosi fortemente ai suoi principi classici: talento giovane, fondamenti della tecnica curati alla perfezione, sfrontatezza e dinamismo. Dal 2015 in poi, con la vendita di calciatori come Milik, Younes, Davinson Sanchez, Klaassen e Kluivert si sono accumulati fondi per l'acquisto dei giovani più interessanti al mondo. Come Neres, pagato 12 milioni di euro dal San Paolo, un costo molto alto per gli investimenti tradizionali degli ajacidi ma ormai necessario per poter essere competitivi nel calciomercato contemporaneo e globale.

In questi ultimi 4 anni l’Ajax è stato per tre volte secondo in Eredivisie, ha raggiunto la finale di Europa League e in questa stagione sta giocando una Champions League incredibile, mostrando un gioco spumeggiante e moderno. Ma l’Ajax è l’Ajax anche per un altro motivo, non ha paura di smembrare il suo meccanismo perfetto, così difficilmente assemblato, e vendere al miglior offerente i suoi gioielli. Dopo le prove del Bernabeu e dello Juventus Stadium, sono già pronti tutti i top club europei per dare l’assalto a più di mezza squadra. Ecco le voci sui principali calciatori ajacidi e i primi ragionamenti sui loro destini futuri.

David Neres dell’Ajax ha fatto un salto di qualità decisivo in questa stagione
Protagonista di un salto di qualità molto evidente in questa stagione, David Neres sarà uno dei gioielli dell’Ajax che infiammeranno il prossimo calciomercato.

L'Ajax di Erik ten Hag è a tempo: dove andranno i gioielli ajacidi nel prossimo calciomercato?

In difesa il pezzo pregiato è Matthijs de Ligt, classe 1999, su cui ci sono davvero tutti i principali top club europei. In Italia la squadra che ha fatto le avances più forti è proprio la Juventus, che vuole lui o Varane per iniziare a svecchiare una difesa che sta perdendo in freschezza atletica. Insieme ai bianconeri, sul titolare della nazionale olandese in coppia con Van Dijk, ci sono il Manchester City, che potrebbe anche far partire Stones, il Manchester United, alla ricerca di una colonna difensiva che guidi la squadra almeno per un decennio, e con forza anche il Barcellona, che sta già pensando ad un post-Piqué. Dopo la partita di ieri sera è difficile che de Ligt vada via per meno di 80 milioni di euro. E se si parla di 100 milioni per difensori come Koulibaly e Varane, il costo è anche un bell’affare.

In questa avventura europea, insieme al prodotto delle giovanili, sarà oggetto di furiose trattative anche il laterale destro, Noussair Mazraoui, nato e cresciuto in Olanda, ma di origini marocchine. La sua corsa al Bernabeu ha benevolmente stupito tutti, come anche la sua buona prova difensiva contro Vinicius. In Inghilterra tante squadre si sono mosse, prima fra tutte il Chelsea che vuole trovare un alter ego di Marcos Alonso sulla destra. Nell’esaltazione attuale in cui veleggia l’Ajax, facile che per lui si possa arrivare a 25-30 milioni di euro.

A centrocampo il pezzo pregiato è stato già preso con grande intelligenza strategica dal Barcellona. Frenkie de Jong in questo calciomercato invernale è passato ai blaugrana per 75 milioni di euro, a gennaio un costo considerato molto alto, oggi una bazzecola per la sapienza registica e la visione di gioco che il classe ’97 ha dimostrato. L’altro gioiello della mediana è Donny van de Beek, anche lui classe 1997, l’esempio più aderente alla tradizione della mezzala olandese.

Quando lo si vede giocare subito tornano alla mente calciatori come Neeskens, Aaron Winter, lo stesso Sneijder, un calciatore che lega i reparti grazie ad una grande energia, utilizzata appieno senza perdere in lucidità. Anche su di lui c’è bagarre. Per un fatto di contraltare rispetto all’acquisto di De Jong, ad oggi la squadra più vicina è il Real Madrid, ma anche Liverpool e Bayern Monaco lo seguono con grande attenzione. Anche la sua quotazione è schizzata alle stelle e dovrebbe attestarsi intorno ai 70 milioni di euro, sempre che l’asta non continui fino a sfiorare prezzi esorbitanti.

Se in difesa e centrocampo ci sono giovani molti interessanti, per l’attacco il calciomercato che riguarda l’Ajax sarà ancora più bollente. Dopo la buona prova contro il Real Madrid, la partita e il gol casalingo contro la Juve mette David Neres subito al centro dell’attenzione di tanti club. Il prodotto delle giovanili del San Paolo è l’esterno perfetto per il calcio contemporaneo, in quanto unisce tecnica, velocità, lucidità e propensione ad aggredire la porta.

View this post on Instagram

Tks God ! 🙌🏾 @championsleague @afcajax

A post shared by David Neres (@davidneres) on

Il Real Madrid sta già pensando a lui per farlo giocare insieme a Vinicius, soprattutto se non si riesce ad arrivare ad Hazard, così come il Manchester United, da affiancare a Rashford in un attacco giovane e molto dinamico. Guardiola al City potrebbe pensarci, legando al suo acquisto la cessione di uno fra Gabriel Jesus, Mahrez o Sané. In Italia l’unica squadra che potrebbe provarci è l’Inter, anche se l’asta che partirà sul talento brasiliano farà alzare il costo ad un livello difficilmente raggiungibile. Per lui in questo momento dovremmo essere sui 50 milioni di euro, ma le sue oscillazioni al rialzo crescono di minuto in minuto.

Gli altri due attaccanti che stanno facendo bene in questa fase sono Dusan Tadic e Hakim Ziyech. Se ne può discutere insieme perché entrambi non sono più giovanissimi, classe ’88 il serbo e ’93 il marocchino, e nella loro carriera si sono sempre distinti per partite incredibili e altre appena dopo deprimenti. Se per Tadic difficilmente si muoveranno top team, per Ziyech un grande club potrebbe pensare a lui, magari come guastatore in situazioni bloccate.

Anche in questo caso difficilmente vediamo per i due un futuro italiano, anche per l’alto costo con cui potrebbero andar via nel prossimo calciomercato estivo. A causa delle grandi prove di Tadic come attaccante centrale, si sono momentaneamente perse le tracce di un altro giocatore molto interessante. Il danese Kasper Dolberg, classe 1997, è un attaccante moderno, capace di segnare in questa stagione 12 gol con 6 assist. Poiché le luci accecanti sui suoi colleghi di attacco lo stanno tenendo un po’ in ombra, Dolberg sarebbe un ottimo acquisto anche per squadre italiane, come Roma e Lazio, per un costo intorno ai 20-25 milioni di euro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.