Volata Champions, in sette per due posti: il calendario fino alla 38ª

Inter, Milan, Roma, Atalanta, Torino, Lazio e Samp. A sei tappe dal traguardo sono rimaste in sette le pretendenti per i due posti che valgono 15 milioni e mezzo di euro. L'analisi del calendario ci mostra che mancano 6 scontri diretti. Chi la spunterà?

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una poltrona "solo" per due. No, non è il remake del film del 1983. Qui non si parla di cast e cineprese anche se il premio è da Oscar. Inter, Milan, Roma, Atalanta, Torino, Lazio e Samp. Sette pretendenti per due posti che valgono almeno 15 milioni e mezzo di euro: questo, infatti, è l’incasso minimo per l’entrata nei gruppi di Champions League

A sei giornate dal ciak finale 12 punti dividono Spalletti da Giampaolo. In mezzo le altre cinque. Fare pronostici è quanto mai azzardato: il confronto tra i rispettivi calendari potrebbe farci abbozzare una griglia di arrivo, ma gli ultimi turni ci hanno insegnato che nessuna gara è scontata, complici la contemporanea corsa salvezza e le ambizioni delle altre squadre. Anche se già dalla prossima giornata potremmo avere le idee un po' più chiare. Dei sei scontri diretti che mancano prima del traguardo, se ne giocheranno già due: Inter-Roma e Napoli-Atalanta. 

L'anno scorso all'Olimpico Inter e Lazio ci riservarono un finale di campionato al cardiopalma, con l'incornata di Vecino che regalò alla sponda nerazzurra di Milano la qualificazione in Champions dopo sei anni di assenza. La Roma di Di Francesco arrivò terza dopo aver giocato una storica semifinale con il Liverpool. Lazio e Milan andarono in Europa League, mentre Gasperini ad agosto dovette arrendersi al Copenaghen ai preliminari. Che finale avrà il film di quest'anno? Scopriamo insieme le ultime tappe della volata verso l'Europa che conta.

Volata Champions League, il calendario fino alla 38ª giornata

Inter - 60 punti

I nerazzurri veleggiano al terzo posto, a + 5 sui cugini rossoneri battuti nel derby che finora ha rappresentato la svolta della stagione. Dopo il caso Icardi che ha sconvolto l'ambiente e fatto perdere terreno anche in partite abbordabili (0 punti con Cagliari e Bologna), l'Inter sembra aver ripreso la lucidità di inizio stagione. Ma le ultime sei partite saranno il vero banco di prova: lo scontro diretto con la Roma e le gare con Juve e Napoli ci diranno quanto vale la banda di Spalletti. Sulla carta il calendario dell'Inter sembra essere il più complicato.

La volata finale (in maiuscolo le gare in TRASFERTA)

  • Roma
  • Juventus
  • UDINESE
  • Chievo
  • NAPOLI
  • Empoli

Milan - 55 punti

La vittoria con la Lazio nell'ultima giornata ha dato un nuovo slancio a Piatek e compagni che hanno ritrovato i 3 punti dopo un mese di magri bottini. Gli investimenti invernali del Pistolero polacco e di Paquetà sono stati studiati in chiave Champions e andare in bianco anche quest'anno sarebbe un grosso problema. Anche, e soprattutto, per i bilanci societari. L’ultimo ricordo del Milan nell'Europa che conta risale alla stagione 2013/14: si concluse con l’eliminazione agli ottavi per mano dell’Atletico Madrid. Ma Gattuso può sorridere: il Diavolo ha un calendario non impossibile con un solo scontro diretto alla 34a contro il Torino ed è in vantaggio con Lazio, Atalanta e Roma in caso di arrivo a pari merito.

Krzysztof Piatek, attaccante del Milan
Krzysztof Piatek, attaccante del Milan

La volata finale (in maiuscolo le gare in TRASFERTA)

  • PARMA
  • TORINO
  • Bologna
  • FIORENTINA
  • Frosinone
  • SPAL

Roma - 54 punti

La cura Ranieri ha rimesso in piedi i giallorossi. Le due vittorie consecutive, con zero gol subiti, hanno riportato Dzeko e compagni sulla giusta carreggiata dopo la debacle che ha causato l'esonero di Di Fra e l'addio di Monchi. I romani, momentaneamente quinti a -1 dal Milan, giocheranno però gran parte dello sprint finale senza De Rossi, uscito per un problema muscolare al flessore nel secondo tempo del match con l'Udinese. Lo scontro diretto di sabato sera a San Siro è un appuntamento per cuori forti

La volata finale (in maiuscolo le gare in TRASFERTA)

  • INTER
  • Cagliari
  • GENOA
  • Juventus
  • SASSUOLO
  • Parma

Atalanta - 53 punti

Il pari con l'Empoli nel Monday Night che ha chiuso la giornata rappresenta un'enorme occasione sciupata dagli uomini di Gian Piero Gasperini, che avrebbero potuto agganciare il Milan a quota 55 punti. E dire che allo stadio Atleti Azzurri d'Italia la sfida è stata assolutamente a senso unico, come dimostrato anche dalle statistiche di fine partita: 47-3 i tiri in porta per i bergamaschi, 18-1 le conclusioni nello specchio della porta. La corsa è ovviamente ancora aperta, ma il calendario dei nerazzurri non è facile.

Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta
Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta

La volata finale (in maiuscolo le gare in TRASFERTA)

  • NAPOLI
  • Udinese
  • LAZIO
  • Genoa
  • JUVENTUS
  • Sassuolo

Torino - 50 punti

Come per l'Atalanta anche per i granata il punto racimolato in casa contro il Cagliari nell'ultima giornata è uno stop pieno di rimpianti, anche se il Toro è la squadra che non ti aspetti in questa volata e Mazzarri merita solo applausi. Tornando al calendario Cairo può, però, ancora sognare: tre match in trasferta tra cui il derby con la Juve che potrebbe avere altri pensieri in quel momento e poi tre match in casa due dei quali sono dei veri scontri a eliminazione diretta. L’obiettivo? Arrivare alla 38esima e giocarsi lo spareggio con la Lazio al Grande Torino.

La volata finale (in maiuscolo le gare in TRASFERTA)

  • GENOA
  • Milan
  • JUVENTUS
  • Sassuolo
  • EMPOLI
  • Lazio

Lazio - 49 punti (una partita in meno)

Una buona notizia e una cattiva. La prima è che c'è una partita da recuperare (anche se contro l'Udinese di Tudor che da quando è subentrato a Nicola ha raccolto la bellezza di 7 punti in quattro uscite). Quella meno bella è che il tonfo di San Siro può avere ripercussioni pesanti sul morale. La battaglia sull'asse Milano-Roma per ora vede sconfitta la Lazio. Ma non è detta l'ultima parola. Nelle ultime sei, complicate le altre trasferte a Genova, a Cagliari (i rossoblù in casa sono una corazzata) e l’ultima a Torino sponda granata.

La volata finale (in maiuscolo le gare in TRASFERTA)

  • Udinese (recupero 25^ giornata di Serie A)
  • Chievo
  • SAMPDORIA
  • Atalanta
  • CAGLIARI
  • Bologna
  • TORINO

Sampdoria - 48 punti

Fabio Quagliarella, attaccante della Samp
Fabio Quagliarella, attaccante della Samp

Si sa, una vittoria nel derby ti può dare energie nuove, specialmente se in squadra hai il capocannoniere della Serie A, l'eterno Quagliarella. 7 punti da recuperare su 15 disponibili possono essere catalogati come "impresa", anche se un posto in Europa League sarebbe un ottimo traguardo. L'ultima comparsata dei blucerchiati sui palcoscenici europei risale all'estate del 2015, quando guidati da Walter Zenga, vennero immediatamente eliminati dalla competizione al terzo turno preliminare dai serbi del Vojvodina. C'è voglia di riscatto.

La volata finale (in maiuscolo le gare in TRASFERTA)

  • BOLOGNA
  • Lazio
  • PARMA
  • Empoli
  • CHIEVO
  • Juventus

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.