Serie A, i giocatori che valgono di più: da Cristiano Ronaldo a Chiesa

La classifica dei calciatori con il più alto valore di mercato del campionato italiano, che non è più il più ricco e affascinante al mondo ma non ha smesso di sfornare o attrarre campioni.

0 condivisioni 0 commenti

di -

Share

Se un tempo la Serie A era il campionato più ricco e bello al mondo, oggi è doveroso riconoscere che il movimento che una volta era capace di attrarre i più grandi calciatori in circolazione ha perso diverse posizioni nei confronti di tornei che vanno per la maggiore come Premier League e Liga.

Una sensazione particolarmente evidente quando si parla di calciomercato: vero è che la scorsa estate quello italiano è stato scosso dal "trasferimento del secolo" di Cristiano Ronaldo, ma in generale si può dire che la Serie A è un campionato che i grandi nomi, prevalentemente, li esporta.

Questo non vuole però certo dire che la nostra Serie A non sia capace di sfornare o valorizzare campioni, né che tanti già non siano presenti nelle nostre giornate calcistiche: con una serie di investimenti oculati e azzeccate scommesse di mercato, le big del campionato italiano sono riuscite comunque a creare squadre di grande spessore, andando a pescare sempre più frequentemente nei vivai o in quei tornei di sviluppo che un tempo, negli anni d'oro del calcio italiano, venivano battuti esclusivamente dalle piccole.

Sergej Milinkovic-Savic e Ciro Immobile, stelle del calciomercato della Lazio, si abbracciano
Tra i gioielli della Serie A anche Immobile e Milinkovic-Savic

Calciomercato, i giocatori più costosi della Serie A

Quali sono i calciatori più costosi in Serie A oggi? A darci una risposta ci prova il sito specializzato Transfermarkt, che analizza l'evoluzione del valore di mercato di un giocatore, un fattore che spesso (ma non sempre) coincide con il costo del cartellino e che viene condizionato da un numero infinito di fattori: età, appeal, qualità tecniche, club d'appartenenza, margini di miglioramento, tutto serve per determinare il "prezzo di mercato ideale" di un calciatore. Quali saranno i gioielli più preziosi del nostro campionato? Scopriamolo insieme.

  1. Cristiano Ronaldo (Juventus) - 100 milioni
  2. Paulo Dybala (Juventus) - 100 milioni
  3. Mauro Icardi (Inter) - 90 milioni
  4. Sergej Milinkovic-Savic (Lazio) - 75 milioni
  5. Lorenzo Insigne (Napoli) - 75 milioni
  6. Miralem Pjanic (Juventus) - 70 milioni
  7. Kalidou Koulibaly (Napoli) - 70 milioni
  8. Milan Skriniar (Inter) - 60 milioni
  9. Allan (Napoli) - 60 milioni
  10. Joao Cancelo (Juventus) - 55 milioni
  11. Gianluigi Donnarumma (Milan) - 50 milioni
  12. Federico Chiesa (Fiorentina) - 50 milioni
  13. Alessio Romagnoli (Milan) - 50 milioni
  14. Alex Sandro (Juventus) - 50 milioni
  15. Ciro Immobile (Lazio) - 50 milioni

1) Cristiano Ronaldo (Juventus) - 100 milioni

Cristiano Ronaldo festeggia un gol con la maglia della Juventus
Prossimo ai 34 anni, Cristiano Ronaldo è stato pagato dalla Juventus 100 milioni di euro: 9 anni prima, per prenderlo dal Manchester United, il Real Madrid ne aveva sborsati 94.

Quello che per molti è il più forte calciatore al mondo vale ancora la cifra che è costato alla Juventus nell'estate del 2018, quando fu definito "il colpo del secolo" del calciomercato italiano: 100 milioni di euro versati al Real Madrid, valutazione inferiore ai 120 milioni toccati tra il 2014 e il 2015 e a gennaio 2018, quando emergono i primi screzi con le merengues, che lo acquistarono per 94 nel lontano 2009 dal Manchester United che a sua volta aveva prelevato Cristiano Ronaldo ancora 18enne dallo Sporting Lisbona nel 2003, quando veniva valutato appena 18 milioni di euro, la metà del suo attuale stipendio annuo.

2) Paulo Dybala (Juventus) - 100 milioni

Paulo Dybala festeggia un gol
Dopo averlo pagato appena 18enne la bellezza di 12 milioni di euro, il Palermo ha rivenduto Paulo Dybala alla Juventus tre anni più tardi per quasi 4 volte tanto.

Paulo Dybala vale oggi 100 milioni di euro, cifra che tiene conto della stagione travagliata del giocatore della Juventus - non sempre in sintonia con il tecnico Allegri - ma anche soprattutto della classe sconfinata della Joya, vera e propria magia di mercato del Palermo che nel 2012 lo preleva dall'Instituto pagandolo 12 milioni di euro. L'attaccante, che ha 18 anni e una sola stagione alle spalle nella seconda serie argentina, ne vale appena 2: esplode dopo tre anni, passando in 6 mesi da un valore di mercato di 15 milioni ai 40 pagati dalla Juventus nel calciomercato estivo del 2015. Da allora la sua valutazione non ha fatto che aumentare.

3) Mauro Icardi (Inter) - 90 milioni

Mauro Icardi festeggia un gol con la maglia dell'Inter
Il prossimo mercato avrà Mauro Icardi tra i suoi sicuri protagonisti. In molti si domandano dove finirà e, soprattutto, a che cifra.

Mauro Icardi ha vissuto una stagione decisamente negativa all'Inter, club in cui gioca dal 2013 e che forse lascerà la prossima estate dopo gli screzi con la dirigenza relativi al rinnovo contrattuale che hanno avuto come conseguenza la perdita della fascia di capitano e un auto esilio durato due mesi. Tra l'estate 2018 e lo scorso febbraio, momento in cui è iniziata la querelle con il club, il suo valore di mercato aveva toccato il suo massimo storico, 100 milioni di euro, quasi raddoppiato rispetto ai 50 milioni con cui l'argentino veniva valutato a giugno 2017. Fino ad allora la crescita era stata graduale, gol dopo gol, passando dai 200mila euro dell momento in cui avveniva il passaggio dalla cantera del Barcellona alla Sampdoria ai 13 milioni pagati dall'Inter due anni più tardi per acquistarlo.

4) Sergej Milinkovic-Savic (Lazio) - 75 milioni

Sergej Milinkovic-Savic festeggia un gol
Sergej Milinkovic-Savic, 24 anni, alla Lazio dal 2015: con la società biancoceleste ha un contratto fino al 2023.

La valutazione del centrocampista serbo (nato a Lleida, in Spagna, il 27 febbraio del 1995) potrebbe presto essere ritoccata nuovamente verso l'alto, sfiorando gli oltre 100 milioni che il club presieduto da Claudio Lotito richiedeva per lui appena la scorsa estate. Milinkovic-Savic è esploso nel Genk, in Belgio, dove ha disputato una sola quanto importantissima stagione nel 2014/2015 vedendo il suo valore quadruplicare nel giro di 12 mesi: valeva un milione poco dopo essere stato acquistato dai belgi, bravi a prelevarlo dal Vojvodina per appena 400mila euro, e 4 quando arrivò invece in Serie A, intuizione del ds biancoceleste Tare che investì su di lui un totale di 18 milioni. Cifra che sarà ampiamente ripagata quando la Lazio deciderà di fare cassa.

5) Lorenzo Insigne (Napoli) - 75 milioni

Lorenzo Insigne festeggia un gol
Cresciuto nel vivaio del Napoli, Lorenzo Insigne è esploso in prestito a Pescara sotto la guida di Zdenek Zeman.

75 milioni di euro è la cifra con cui viene valutato anche Lorenzo Insigne, gioiello sbocciato nella Primavera del Napoli e che della società partenopea è diventato anno dopo anno uno dei punti di forza e un simbolo: 28 anni a giugno, nel pieno della maturità, l'attaccante campano ha raggiunto quest'anno la sua massima valutazione, decuplicata rispetto ai 7,5 milioni con vui veniva stimato il suo valore al ritorno dal prestito al Pescara di Zeman, dov'era esploso in Serie B. Da allora sono arrivate stagioni sempre più convincenti e un valore che nel 2017, vero e proprio anno di grazia, è passato da 25 a 60 milioni di euro. 

6) Miralem Pjanic (Juventus) - 70 milioni

Miralem Pjanic alza le braccia al cielo
Una delle stelle della Serie A è senza dubbio Miralem Pjanic

Quando era ancora giovanissimo, arrivato in Francia al Metz dopo aver dato i primi calci in Lussemburgo, il 17enne Pjanic veniva valutato intorno ai 500mila euro, cifra che nei primi anni aumentò man mano che il regista bosniaco faceva vedere ciò di cui era capace. Valeva 5,5 milioni di euro quando si trasferì al Lione e appena 9 quando nel 2011 lo acquistò la Roma: in giallorosso l'esplosione, il trasferimento alla Juventus e un prezzo di mercato che aumenta dai 35 milioni del passaggio in bianconero agli attuali 70, cifra decisamente adeguata per quello che è il miglior regista in circolazione in Serie A.

7) Kalidou Koulibaly (Napoli) - 70 milioni

Kalidou Koulibaly con la maglia del Napoli
Kalidou Koulibaly, pezzo pregiato del Napoli e uno dei centrali più forti al mondo

Altra grande intuizione di mercato del Genk, già bravo a valorizzare Milinkovic-Savic, Koulibaly in due stagioni in Belgio vede il proprio valore di mercato passare da 700mila euro a 6,5 milioni: il Napoli ne sborsa quasi 8 per acquistarlo, ma si tratta di un investimento straordinario. Nel giro di quasi quattro anni infatti la valutazione del difensore senegalese arriverà fino alla cifra attuale di 70 milioni di euro, forse persino poco veritiera per quello che viene considerato oggi tra i migliori difensori centrali al mondo.

8) Milan Skriniar (Inter) - 60 milioni

Milan Skriniar festeggia un gol
L'Inter ha prelevato Milan Skriniar dalla Sampdoria nel mercato estivo del 2017

Che nel calcio moderno i difensori centrali di spessore siano merce sempre più rara è testimoniato, oltre che dal valore di mercato di Koulibaly, anche da quello che riguarda l'interista Milan Skriniar: nel gennaio del 2016, quando la Sampdoria lo acquista dallo Zilina, viene valutato appena 600mila euro, cifra che dopo un anno si attesta già sui 7 milioni. A fine 2017, quando è da 6 mesi all'Inter, ne vale già 30, un anno dopo siamo ai 60 attuali che testimoniano la sua definitiva quanto repentina affermazione ad alto livello.

9) Allan (Napoli) - 60 milioni

Il centrocampista brasiliano del Napoli Allan in azione
A gennaio 2019 Allan è stato vicino al PSG, che pare avesse offerto per averlo ben 100 milioni di euro: il Napoli ha rifiutato.

L'inesauribile motorino di centrocampo del Napoli, brasiliano atipico che fa della costanza di rendimento nel corso di tutti i 90 minuti il proprio punto di forza, viene valutato oggi da Transfermarkt 60 milioni di euro: una crescita straordinaria, dato che al suo arrivo in Campania il suo valore di mercato veniva espresso in 11,5 milioni. A cedere Allan alla società di De Laurentiis è l'Udinese, brava a valorizzare un giocatore il cui costo, ai tempi dell'arrivo in Italia datato 2011, era indicato in circa 3 milioni di euro.

10) Joao Cancelo (Juventus) - 55 milioni

Joao Cancelo con la maglia della Juventus
Dopo una bella stagione all'Inter, Cencelo non è stato riscattato in tempo dai nerazzurri: ne ha approfittato la Juventus che lo ha acquistato beffando sul tempo i rivali.

Joao Cancelo, terzino destro portoghese capace di esprimere numeri da ala classica, vale appena 5 milioni di euro quando il Valencia lo preleva dal Benfica nell'estate del 2015, 20 due anni più tardi quando finisce in prestito all'Inter. I nerazzurri sono bravissimi nel valorizzarlo ma pessimi nel farsi sfuggire un riscatto già scritto, di cui finisce invece per approfittare la Juventus: nel calciomercato estivo 2018 i bianconeri lo acquistano per 40 milioni, pochi mesi dopo ne vale già quasi 60 e la sensazione, vista la giovane età e la penuria di interpreti di spessore nel ruolo a livello mondiale, è che questa cifra sia destinata ad aumentare ancora in futuro.

11) Gianluigi Donnarumma (Milan) - 50 milioni

Gianluigi Donnarumma durante una partita del Milan
Gigi Donnarumma è il calciatore più giovane di sempre ad aver disputato 100 partite in Serie A.

Quando fa il suo esordio in Serie A il 25 ottobre del 2015, all'età di 16 anni, 8 mesi e 6 giorni, Gianluigi Donnarumma è sconosciuto ai più e valutato appena 500mila euro, valore triplicato nel giro di un mese e che un anno dopo si attesta già incredibilmente sui 20 milioni dopo una stagione e mezza da titolare in rossonero e l'esordio in Nazionale. Che possa essere l'erede di Gianluigi Buffon è ancora presto per dirlo, certo è che già oggi il portiere del Milan è uno dei più forti nel ruolo in Italia e in meno di 4 anni ha visto il proprio valore di mercato centuplicarsi: ad appena 20 anni i motivi per parlare di un predestinato non mancano.

12) Federico Chiesa (Fiorentina) - 50 milioni

Federico Chiesa, pallone in mano, manda un bacio al pubblico
Per Federico Chiesa pare si sia formata la fila alla porta della Fiorentina: Inter, Juventus e Milan hanno già chiesto informazioni.

Lanciato a sorpresa da Paulo Sousa quando il suo nome è pressoché sconosciuto al grande pubblico - e dopo un percorso tutt'altro che lineare a livello giovanile - Federico Chiesa si impone subito nel calcio che conta mostrando grandi qualità tecniche e atletiche e una feroce determinazione. Valutato inizialmente meno di 500mila euro, al termine della sua prima stagione da professionista il suo valore si attesta già sui 10 milioni, quindi Pioli lo sposta stabilmente in attacco: nel giro di 6 mesi vale 35, un anno dopo ecco la soglia dei 50, destinata sicuramente ad aumentare ancora nel prossimo calciomercato quando molte big si daranno battaglia per averlo.

13) Alessio Romagnoli (Milan) - 50 milioni

Alessio Romagnoli, difensore e capitano del Milan
Alessio Romagnoli, classe 1995: al Milan dal 2015

E pensare che nell'agosto del 2015, quando la Roma lo cede al Milan per 25 milioni di euro, qualcuno sostiene che la spesa sostenuta dai rossoneri sia eccessiva: a quei tempi Alessio Romagnoli ha 20 anni e il suo valore di mercato viene indicato in 8,5 milioni, un terzo di quanto speso dal Diavolo. Che però si dimostra lungimirante, dato che nei mesi a seguire la valutazione del difensore centrale aumenta vertiginosamente: nel 2017 vale 25 milioni, l'anno successivo 40. Oggi appunto siamo a 50 milioni, il minimo per un ragazzo che a 24 anni è già capitano e bandiera del Milan.

14) Alex Sandro (Juventus) - 50 milioni

Alex Sandro in azione
Alex Sandro è in bianconero dal 2015 dopo 5 stagioni al Porto

Da anni punto fermo della Juventus, terzino sinistro tra i migliori in circolazione - per qualcuno il migliore dopo il connazionale Marcelo - Alex Sandro arriva a vestire il bianconero nell'estate del 2015, pagato 26 milioni di euro a fronte di un valore di mercato di 20 che è più che decuplicato nel corso dei 4 anni trascorsi al Porto, abile a scovarlo nel Maldonado quando veniva valutato meno di 2 milioni di euro. Protagonista di tutti i successi juventini fin dal suo arrivo, il suo valore è aumentato esponenzialmente con i trofei vinti e le gare sempre più convincenti e oggi si attesta sui 50 milioni, anche se la sensazione è che chi volesse acquistarlo dovrà prepararsi a spendere molto di più.

15) Ciro Immobile (Lazio) - 50 milioni

Ciro Immobile festeggia un gol
Ciro Immobile si è laureato due volte capocannoniere in Serie A

Una carriera divisa in due quella di Ciro Immobile: nel 2010, quando vince con la Juventus il Torneo di Viareggio laureandosi capocannoniere e passa quindi in prestito al Siena, vale appena 300mila euro, la stagione successiva al Pescara di Zeman (con Insigne partner d'attacco) passa da questa cifra a ben 6,5 milioni ed è re del gol in Serie B. Una stagione interlocutoria al Genoa precede quella al Torino, dove Ciro Immobile diventa capocannoniere in Serie A per la prima volta e vale 18 milioni. Quindi sembra fermarsi nuovamente tra Borussia Dortmund, Siviglia e un breve ritorno in granata, il suo valore scende per poi risalire clamorosamente con il passaggio alla Lazio, dove torna a segnare (ancora capocannoniere in Serie A) mentre il suo valore dal 2017 al 2018 passa dai 15 ai 45 milioni di euro. Oggi uno dei più affidabili bomber italiani in circolazione vale ben 50 milioni. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.