Juventus, Allegri annuncia: "Resto anche il prossimo anno"

Il tecnico dei bianconeri parla dopo la sconfitta contro l'Ajax e assicura che rimarrà anche nella prossima stagione: "L'ho detto ieri al presidente, ma avevo deciso da tempo".

1 condivisione 1 commento

di - | aggiornato

Share

La Juventus saluta la Champions League. All'Allianz Stadium l'Ajax vince 2-1 e vola in semifinale di Champions League. A decidere sono le reti di van de Beek nel primo tempo e de Ligt nella ripresa. Nel post-partita a Sky Sport ha parlato Massimiliano Allegri, che ha annunciato la sua permanenza in bianconero anche nella prossima stagione:

Sì, resto alla Juve. Ieri ne ho parlato col presidente Agnelli ma era una decisione che avevo preso da tempo. Ora programmeremo il futuro nei prossimi giorni ci incontreremo e parleremo".

Sulla sconfitta contro l'Ajax:

Nella ripresa l'Ajax ha meritato ampiamente di andare in semifinale. Il calcio è bestiale, abbiamo subito gol per caso e ci siamo impauriti, allungandoci poi nella ripresa. Dopo il gol è stato tutto più difficile, loro hanno meritato risultato e qualificazione. Non dimentichiamoci che due anni fa l'Ajax ha giocato una finale di Europa League (persa contro il Manchester United di José Mourinho, ndr). Non si fa un percorso simile con giocatori deboli

Allegri ha proseguito:

Quando arrivi a giocare gare simili e hai molte partite sulle gambe, contano i dettagli. Noi abbiamo da tempo diversi giocatori fuori. Giocando a distanza di una settimana andata e ritorno puoi pagare. Ai ragazzi non posso rimproverare nulla, abbiamo giocato contro una formazione che sta attraversando un ottimo momento di forma

Su Cristiano Ronaldo:

Ci ha dato molto in Champions e durante tutta la stagione. Quando arrivi a giocarti i quarti di finale devi avere tutti i giocatori a disposizione. Noi da tempo siamo un po' in emergenza. Anche con l'Atletico c'era una situazione simile

Sul gol di de Ligt:

Abbiamo solo due marcature a zona, le altre sono tutte a uomo. I dettagli fanno la differenza. Su tre gol subiti ne abbiamo regalati due e mezzo all'Ajax. In certi momenti bisognava palleggiare di più e avere pazienza. Nel primo tempo abbiamo avuto fretta quando avevamo il pallone e nella ripresa cercavamo il lancio lungo

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.