Champions League, le pagelle di Juventus-Ajax: van de Beek domina

L'Ajax gioca meglio e vince con i gol di van de Beek e de Ligt. La Juventus dice addio al sogno Champions. Inutile la rete di Ronaldo. Male Bernardeschi e Alex Sandro.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Un Ajax totale espugna l'Allianz Stadium e accede alle semifinali di Champions League. A Torino finisce 1-2 ed è una notte amara per Allegri e tutto il popolo bianconero. Amara perché sfuma il sogno di arrivare a Madrid, perché il vantaggio di Cristiano Ronaldo aveva illuso di poter godere di un'altra serata di festa, amara perché la sensazione è che sul campo abbia vinto la squadra migliore.

Decidono le reti di van de Beek e de Ligt, decide soprattutto la fantastica prestazione dell'Ajax che dopo un primo tempo equilibrato e giocato alla pari dalle due squadre, è uscita con prepotenza nella ripresa, schiacciando la Juve e collezionando palle gol. 

Certo è che spicca la differenza tra la Juve del primo tempo e quella del secondo. La squadra di Allegri nella ripresa è apparsa stanca, senza idee, con il solo Ronaldo capace di dare un po' di luce alla manovra. Tutto il contrario di ciò che accadeva dall'altra parte dove Ziyech, Neres e Tadic, supportati da un centrocampo stratosferico, facevano venire il mal di testa alla malcapitata difesa della Vecchia Signora. Vince l'Ajax che attende la sua avversaria dalla vincente di City-Tottenham, perde la Juve che vede allungarsi la maledizione Champions League e attende ora l'ottavo scudetto per addolcire un po' la pillola. 

Champions League, le pagelle di Juventus-Ajax

Juventus (4-3-3): Szczesny 7; De Sciglio 5,5 (dal 63' Cancelo 5,5), Bonucci 5,5, Rugani 5,5, Alex Sandro 5; Emre Can 6,5, Pjanic 5,5, Matuidi 5,5; Bernardeschi 5 (dal 79' Bentancur sv), Dybala 6 (dal 46' Kean 5,5), Ronaldo 6,5. All. Allegri 5

Ajax (4-2-3-1): Onana 5,5; Veltman 6,5, de Ligt 7, Blind 7, Mazraoui sv (dall'11' Sinkgraven 6,5, dall'80' Magallan sv); Schöne 7, De Jong 6,5; Ziyech 7 (dall'87' Huntelaar sv), van de Beek 7,5, Neres 7; Tadic 6,5. All. ten Hag 7,5

I migliori

van de Beek 7,5

Segna il gol del pareggio che rilancia l'Ajax dopo il vantaggio di Ronaldo, stop su tiraccio di Ziyech e conclusione precisa all'angolino. Nella ripresa va vicino al bis con un destro a giro che chiama Szczesny al miracolo. Una partita meravigliosa quella del classe '97 che fluttua tra le linee e crea tante difficoltà alla Juventus nella lettura della sua posizione. Abbina quantità e qualità. Bravo anche nel lasciare poco ossigeno a Pjanic. Ha 22 anni, ma la sua è una partita da veterano, da giocatore con tanta stoffa e un futuro radioso di fronte a sé. 

Szczesny 7

Una parata super, una fantascientifica. Ma non basta. Il polacco si conferma una sicurezza, uno dei migliori portieri d'Europa, la giocata sul tiro ravvicinato di Ziyech è da far vedere nelle scuole calcio ai giovani portieri. Si ripete poco dopo su van de Beek andando a togliere il pallone dall'incrocio dei pali. Non può nulla sui gol dell'Ajax. Salva la Juventus finché è possibile. 

de Ligt 7

Si perde Ronaldo in occasione del gol della Juventus, ostacolando anche un compagno nella marcatura. Ma prima e dopo questo neo, la sua è una partita titanica. Da campione vero. Non lascia che le briciole all'attacco bianconero, domina nel gioco aereo e proprio staccando più in alto di tutti porta in vantaggio l'Ajax e corona venti minuti di dominio assoluto dei Lancieri. La sua rete spedisce la squadra alle semifinali di Champions League. È anima e leader di questa squadra meravigliosa, in prospettiva il miglior centrale al mondo. 

Champions League, Ronaldo in azione
Champions League, l'Ajax vince a Torino

I peggiori

Bernardeschi 5

Era stata una delle armi in più nella grande notte contro l'Atletico Madrid, stasera invece gioca una partita sottotono. Si spende tanto nel lavoro tattico, per non lasciare De Sciglio solo contro Neres e Ziyech (ten Hag scambiava spesso la loro posizione), ma è l'unica nota positiva. In fase offensiva il suo apporto è praticamente nullo, sbaglia spesso la scelta, affonda poco nonostante da quella parte ci sia Sinkgraven che è praticamente la terza scelta nel ruolo e non giocava da molto. Non incide. 

Alex Sandro 5,5

Da lui ci si aspetterebbe di più, più spinta e soprattutto più precisione quando c'è da arrivare al cross. Ma il brasiliano non solo non offre una prestazione offensiva di livello, ma in fase difensiva viene troppo spesso travolto dalle iniziative avversarie che da quella parte fanno il bello e il cattivo tempo. Certo i compagni non lo aiutano, ma la sua resta una prestazione anonima. 

Onana 5,5

Se proprio si deve trovare un difetto nell'ingranaggio praticamente perfetto creato da ten Hag è il portiere. Non che commetta errori evidenti, ma nel primo tempo rischia la frittata rinviando addosso a un avversario e da quel momento nel giocare la palla con i piedi perde sicurezza e toglie uno sbocco alla manovra dei suoi. Nella ripresa si gode lo spettacolo messo in campo dai suoi compagni e dalle sue parti la Juve non arriva praticamente più.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.