Champions League, la moviola di Juve-Ajax: Blind, petto e poi braccio

Nella serata dello Stadium ampio uso del VAR: la moviola convalida le reti di Cristiano Ronaldo e Van de Beek. Corretta la decisione sul rigore non concesso alla Juve.

1 condivisione 1 commento

di - | aggiornato

Share

A rubare l'occhio nella notte dell'Allianz Stadium è stato l'Ajax di Erik ten Hag, capace di conquistare meritatamente le semifinali di Champions League grazie a un secondo tempo straripante, valso un 2-1 che "sta stretto" come dichiarato dall'allenatore degli olandesi. Il successo di De Ligt e compagni è costato alla Juventus l'addio alla competizione nei quarti di finale, come già successo un anno fa contro il Real Madrid.

Il primo tempo, chiuso sull'1-1, aveva visto le due squadre vivere di momenti favorevoli. Meglio l'Ajax in avvio, Juventus più convincente a metà frazione, quando è arrivato il gol del vantaggio di Cristiano Ronaldo, e poi di nuovo Lancieri protagonisti e rinfrancati dal gol di Van de Beek. Entrambe le marcature, però, sono state assegnate dopo un consulto col VAR, preziosa novità introdotta in questa fase a eliminazione diretta della Champions League.

In occasione del centro del temporaneo 1-0 della Juventus, realizzato da CR7, l'arbitro francese Clement Turpin si è confrontato con la sala VAR, guidata da Nicolas Rainville, per un contatto che aveva visto andare a terra il difensore dell'Ajax Veltman, con Bonucci appostato nei pressi. Il replay ha però rivelato che a spingere fortuitamente il numero 3 dell'Ajax era stato il suo compagno di squadra De Ligt. Gol convalidato, come accaduto al 36' sul pareggio di Van de Beek. Il numero 6 dell'Ajax ha intercettato un tiro da fuori area di Ziyech, stoppando e battendo Szczesny con il piatto: Bernardeschi lo tiene in gioco e non c'è fallo di mano dell'olandese. Anche in questo caso, Turpin aspetta l'ok del VAR e va verso il centro del campo.​ Decisioni corrette.

Champions League, Van de Beek festeggia l'1-1 in Juve-Ajax
Champions League, Van de Beek festeggia l'1-1 in Juventus-Ajax all'Allianz Stadium

Moviola Juventus-Ajax: Blind, petto e poi braccio sul rigore richiesto dai bianconeri

Nel secondo tempo, grazie a una prestazione praticamente perfetta e a un evidente calo atletico della Juventus, l'Ajax ha portato a casa il pass per le semifinali di Champions League. Merito della rete di Matthijs de Ligt, difensore centrale nel mirino dei bianconeri per la prossima stagione che ha di fatto annientato i sogni di Cristiano Ronaldo e soci. Nel confuso tentativo della squadra di Allegri di tornare in partita, c'è stato un contatto che ha portato alle proteste dei padroni di casa. Al minuto 89 Bentancur prova a crossare un pallone da destra, trovando sulla traiettoria il braccio destro di Blind. In presa diretta sembra ci sia rigore. L’azione prosegue, poi la palla termina fuori dal campo e a quel punto, dopo il silent check, Turpin lascia correre. La ragione? La palla, al replay, sembra in effetti colpire prima il petto e poi il braccio - in posizione congrua - del difensore olandese.

Champions League, Pjanic protesta con l'arbitro Turpin in Juve-Ajax
Champions League, Pjanic protesta con l'arbitro Turpin per un rigore non concesso in Juve-Ajax

Nel finale c'è spazio anche per un cartellino giallo comminato a Cristiano Ronaldo, a causa di un duro fallo sul laterale olandese Veltman. Nella moviola di Juventus-Ajax 1-2 c'è anche un gol annullato a Ziyech al minuto 81 per offside: il marocchino è risultato oltre la linea difensiva della Juventus dopo la revisione in sala VAR. Nel primo tempo invece Turpin (sufficiente la sua prova) non aveva mostrato il cartellino al 13' su una scivolata pericolosa a metà campo di Schone su Alex Sandro e su un intervento a metà campo di Frenkie de Jong su CR7 al 45': in entrambi i casi il giallo poteva starci.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.