Atletico Madrid, casting in difesa: i cinque nomi per il post Godin

L'addio del centrale costringe i Colchoneros a studiare un piano di azione per portare in Spagna almeno un big. Cinque i nomi in lista: c'è anche Skriniar.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Poche ore fa Beppe Marotta ha annunciato che Diego Godin, capitano e leader carismatico dell'Atletico Madrid, a breve sarà un nuovo giocatore dell'Inter. Il centrale uruguaiano approderà a Milano dopo aver scritto un pezzo di storia recente con i colori colchoneros cuciti addosso: il difensore percepirà un ingaggio di circa 6 milioni di euro netti a stagione e, soprattutto, si rimetterà in gioco fuori da quella che per anni è stata la sua comfort zone. Detto ciò, a Madrid non sono sicuramente intenzionati a stare a guardare.

L'Atletico ha in mente una lista di cinque nomi molto importanti per sostituire la partenza di Godin. Si tratta di un elenco composto da gente giovane ma già con una discreta esperienza alle spalle, tutti profili internazionali (o quasi) utili per dare il via a quel processo di ricambio generazionale che la società ha deciso di mettere in pratica per ricostruire il reparto difensivo. Quattro di questi giocano in Serie A, compreso il preferito da Diego Simeone: si tratta di Milan Skriniar, centrale dell'Inter che, oltre a essere ambito da più big europee, è anche quello meno raggiungibile.

Lo slovacco ha recentemente rinnovato con i nerazzurri e, assieme a De Vrij e allo stesso Godin, dovrebbe essere uno dei pezzi forti dell'Inter che verrà. Lo scorso anno il suo nome era stato più volte accostato ai Colchoneros, ammaliati dalla sua capacità di giostrare in varie situazioni tattiche differenti. Quando giocava in coppia con Miranda, Skriniar si muoveva sul centro-destra di una difesa a quattro. Poi, con l'arrivo in rosa dell'olandese, si è spostato sul centro-sinistra, mantenendo comunque standard di prestazione molto alti.

Milenkovic Atletico Madrid
Nikola Milenkovic è uno degli obiettivi di mercato dell'Atletico Madrid per la prossima stagione: il serbo arriverebbe per sostituire Diego Godin

Atletico Madrid sul mercato per un difensore centrale: si guarda in Serie A

Al suo status di incedibile, cosa sulla quale l'Inter non intende transigere, va aggiunta una valutazione di almeno 60 milioni di euro, una cifra decisamente alta che in questo momento l'Atletico Madrid non vorrebbe spendere. Quindi, rimanendo in Serie A, i biancorossi potrebbero cercare alternative più economiche. Per esempio, non è un mistero che Kostas Manolas potrebbe lasciare a breve la Roma: il centrale greco è vincolato ai giallorossi da una clausola rescissoria di 35 milioni di euro, valutazione molto più che abbordabile per un giocatore di assoluta sicurezza.

Mino Raiola sta sondando il terreno per portarlo via dalla Capitale, ma prima deve trovare qualcuno disposto a corrispondergli almeno 3 milioni di euro netti a stagione. A Madrid la cosa sarebbe assolutamente possibile e anzi, le possibilità che l'ingaggio di Manolas venga ritoccato sensibilmente al rialzo sono molte. Il calcio italiano lo ha sgrezzato definitivamente e su di lui oggi ci sono parecchie pretendenti, Juventus e Manchester United su tutte. Qualche chilometro più a nord gioca invece Nikola Milenkovic, autentica scoperta della stagione attuale della Fiorentina.

Offuscato dalla crescita di Federico Chiesa, il serbo sta però disputando un'annata su grandissimi livelli, tanto che su di lui sembrano essersi concentrate le attenzioni di Napoli, Inter, Juventus e qualche club straniero. L'Atletico Madrid vorrebbe affiancarlo a Josema Gimenez, consapevole che la sua duttilità sarebbe spendibile anche sulla fascia destra. Milenkovic ha solo 21 anni, possiede una tecnica di base molto sviluppata nonostante i 190 centimetri di altezza e, cosa che interessa ai dirigenti madrileni, per averlo si parte da una base di 40 milioni di euro.

Occasione Andersen, l'ennesima scoperta di Pecini: costa 20 milioni di euro

Molto più abbordabile (circa 20 milioni di euro) è il prezzo di Joachim Andersen, difensore della Sampdoria: 22 anni, destro naturale che però agisce sul lato mancino del campo, è un osservato speciale anche dell'Inter, che a gennaio sembrava poterci mettere definitivamente le mani sopra. Il danese ha una caratteristica che pochi altri centrali di questa lista possono vantare, ovvero è molto bravo a far ripartire l'azione da dietro sfruttando in pieno le sue doti in costruzione. È una scoperta di Riccardo Pecini e, di recente, la sua procura è stata presa dalla Stellar Group, la stessa agenzia che gestisce Saul.

L'ultima opzione arriva dal Portogallo ed è rappresentata da un profilo ormai molto famoso a livello internazionale. Ovviamente stiamo parlando di Ruben Dias, centrale lusitano cresciuto nelle giovanili del Benfica e lanciato in prima squadra un paio di anni fa. Con le Aguias ha scalato le tappe tanto da conquistarsi anche un posto in nazionale, ma la cosa che più sorprende di questo classe 1997 è la naturalezza con la quale si muove in campo e comanda il reparto difensivo della squadra portoghese. Valutato poco meno di 30 milioni di euro, è uno degli obiettivi principali dell'Atletico Madrid, che già da tempo ha preso contatti con Jorge Mendes. Quantità e qualità: l'erede di Godin potrebbe trovarsi proprio in questa lista di grandissimi talenti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.