Piccini, sospiro di sollievo: dimesso dall'ospedale di Valencia

Il terzino della Nazionale era stato ricoverato dopo un brutto scontro in campo nel match col Levante. Si temeva un trauma renale, invece non c'è alcun danno interno.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Nottata di paura e allarme rientrato a Valencia per Cristiano Piccini, il terzino della Nazionale che ieri sera era stato ricoverato in ospedale dopo un brutto quanto fortuito scontro in campo con un giocatore del Levante: si temeva un trauma ai reni, eventualità per fortuna scongiurata dagli approfonditi esami a cui è stato sottoposto.

Fiorentino, 26 anni, il giocatore deve parte della sua fortuna al ct della Nazionale Roberto Mancini e al suo staff che lo hanno prima "scovato" e poi seguito in Liga. Di proprietà della Fiorentina, infatti, nelle cui giovanili era cresciuto, Cristiano in Italia non trovava spazio. Nel 2014, quindi, la decisione di emigrare.

Destinazione la penisola iberica: prima il Betis Siviglia, poi lo Sporting Lisbona e infine, dall'estate scorsa, il Valencia: Marcelino ha creduto fortemente in lui e gli ha fatto avere un contratto fino al 2022 con una clausola rescissoria da 80 milioni.

Piccini con la maglia del Valencia
Piccini ha giocato 21 match di Liga con la maglia del Valencia

Piccini dimesso dall'ospedale di Valencia

Quando sta bene, Piccini è sempre in campo e ci rimane per tutti i 90 minuti. Peccato che quest'anno, fra un guaio muscolare e un infortunio alla coscia, sia stato costretto a saltare già una decina di partite. Ma per Marcelino il titolare della fascia destra è lui, tanto che ieri sera, al rientro dal problema alla coscia, gli aveva riconsegnato il settore di pertinenza.

Piccini in Europa
Piccini ha disputato anche 6 match fra Champions League e Champions League quest'anno

Sfortuna ha voluto, però, che intorno alla mezz'ora del match del Mestalla contro il Levante, Cristiano abbia avuto un violento scontro, assolutamente fortuito per altro, con il suo dirimpettaio, il terzino sinistro avversario Antonio Luna. Rimasto a terra alcuni minuti, Piccini non dava segni di miglioramento e poiché aveva riportato una dura botta nella zona renale, lo staff medico ha deciso di immobilizzarlo e trasportarlo in ospedale

Nemmeno qui le sue condizioni erano migliorate, così il giocatore italiano è stato trattenuto per la notte e sottoposto a esami più approfonditi. Il respiro di sollievo è arrivato solo nella tarda mattinata odierna, quando i referti hanno escluso qualsiasi danno interno: allarme rientrato, per fortuna, e immediate dimissioni dal centro di cura. Piccini ha giocato 21 partite in Liga con la maglia del Valencia, segnando un gol, e 6 in Europa, equamente distribuite fra Champions League ed Europa League. In Nazionale ha esordito nell'ottobre scorso in amichevole contro l'Ucraina e ha giocato per la prima volta tutti 90 minuti il mese scorso, nel primo match delle qualificazioni a Euro 2020 contro la Finlandia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.