McGregor vuole la rivincita, Khabib no: "Prima vinci qualche match"

Su suo profilo Twitter, Notorious è tornato a parlare della possibilità di sfidare di nuovo il daghestano, che però gli fa notare il suo recente score.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Neanche tre settimane fa, nell'ambiente delle arti marziali miste e dell'UFC in particolare, non si parlava che dell'annuncio di Conor McGregor riguardo il suo ritiro dall'attività agonistica. Un pensionamento precoce e inaspettato comunicato su Twitter, che aveva aperto immediatamente il dibattito e varie polemiche, anche con il suo ultimo avversario a UFC 229, l'attuale campione dei pesi leggeri, Khabib Nurmagomedov.

Ora, dopo il ripensamento di Notorious, certificato dalle parole del chairman Ultimate Fighting Championship, Dana White, siamo passati addirittura a parlare di un'ipotetica rivincita tra i due, auspicata (sempre su Twitter) direttamente da Conor McGregor.

In questo lasso di tempo, infatti, l'irlandese ha alimentato più volte la rivalità con il daghestano, così come quella con Paulie Malignaggi, attraverso continue battute e frecciate "cinguettate" sul social media. Prima ancora dell'annuncio del "pensionamento", ogni genere di rematch era stato bloccato sul nascere per via della doppia squalifica comminata nei loro confronti per la rissa da saloon cui avevano dato vita a incontro concluso. Ora però, almeno per quanto riguarda Notorious viene espressa palesemente la volontà a entrare di nuovo nell'ottagono con Khabib.

UFC, McGregor vuole la rivincita con Khabib
UFC 229, la sfida tra McGregor e Khabib

UFC, McGregor vuole la rivincita con Khabib

Nella giornata di sabato, infatti, Conor McGregor ha risposto a un fan su Twitter per dirgli che probabilmente lui e il suo team avevano sopravvalutato il grappling di Nurmagomedov (per i profani, uno "stile di lotta in cui lo scopo è portare a terra l'avversario e costringerlo alla resa con una tecnica di sottomissione") e che lo avrebbe dimostrato nella loro rivincita.

Grazie! Ma non sono affatto d'accordo con la definizione di "miglior grappler in UFC" che hai dato a Khabib. La mia unica guardia difensiva non è stata violata fino al quarto round. Io e il mio team abbiamo sopravvalutato molto il suo grappling. La rivincita dimostrerà tutto questo.

Il daghestano per ora dice no

Il campione dei pesi leggeri non è però della stessa idea di McGregor ed è convinto che prima di poter pensare a una rivincita, l'irlandese dovrebbe almeno tornare a vincere qualche match:

Tu e il tuo team non vincete niente dal 2016. Prima torna a vincere qualcosa, poi potremo parlare di rivincita. #twitterwarrior

Khabib ha puntato il dito sul fatto che McGregor non vinca nulla dal dicembre 2016, quando sconfisse Eddie Alvarez e UFC 205 per il titolo dei pesi leggeri. Successivamente infatti si era dedicato alla preparazione del molto rimunerativo incontro di boxe con Floyd Mayweather (perdendo), per poi affrontare proprio Nurmagomedov (uscendo di nuovo sconfitto).

Il prossimo combattimento di Khabib non sarà dunque contro l'irlandese, ma lo metterà di fronte a Dustin Poirier, il neo-campione ad interim dei pesi piuma. Per parlare di rivincita, insomma, Notorious dovrà prima guadagnarsela sull'ottagono.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.