Lode e record per Bautista, dominatore della SBK di Assen

In Olanda è ancora un round SBK all'insegna di Alvaro Bautista e la Ducati Panigale V4 R, che centrano una doppietta ad Assen. Decima vittoria ed undicesima, nuovo record per un rookie nelle derivate di serie, Rea è costretto alla resa.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Oggi la SBK di Assen si è disputata regolarmente. Dopo la neve e la grandine del sabato, il gelo non ha allentato la sua morsa, ma la pista olandese era asciutta. Anziché affrontare la Tissot Superpole Race, i piloti si sono misurati nella corsa completa, tornando al format storico della serie. La domenica del Van Drenthe ha ricordato il mondiale delle derivate di qualche lustro fa. Gara Uno e Gara Due, come piaceva a moltissimi appassionati. Il pubblico ha gremito gli spalti della "università" motociclistica e, alla fine, il malcontento di ieri è stato superato.

Primi sorpassi, finalmente, effettuati da Bautista. Se nella prima prova lo spagnolo è fuggito dalla pole ed ha dominato, nella seconda ha parecchio sudato. Dopo carenate ricevute e date, la Panigale V4 R numero 19 si è liberata della scomoda compagnia, vincendo ancora. Facendo i calcoli, sono 11. Undici. Record per un rookie in SBK, primato pareggiato con un certo Jonathan Rea, ancora secondo. In Olanda il Cannibale ci ha provato, ci credeva. Al Van Drenthe il quattro volte campione ha dovuto abbassare la testa. Per l'ennesima volta.

Il tema è sempre il solito. Bautista domina, Rea prova a contenere lo strapotere della Ducati più veloce. Davies ha fatto del suo meglio, non arrivando tra i primi. Haslam ha lottato, patendo gap importanti dalla vetta. Alvaro e Johnny sono i più forti, gli altri si adeguano. Le Yamaha non sono state incisive come nei round precedenti, Van Der Mark ha gettato il cuore oltre l'ostacolo. Assen è la pista di casa dell'olandese, che voleva un risultato prestigioso da regalare ai tifosi locali, innamorati della SBK.

SBK olandese di Assen giocata in casa da Van Der MarkPirelli Official
Doppio podio SBK ad Assen per Van Der Mark

SBK d'Olanda, Bautista e la sua ennesima fuga solitaria

Il semaforo si è spento, lui è scattato benissimo dalla pole ed ha impostato un ritmo insostenibile. Insostenibile dagli avversari, ovviamente, perché la Ducati di Bautista rispondeva fedele agli ordini del suo conduttore. Alvaro ad Assen sembrava in sella ad una MotoGP, con derapate e virgole nere in tutte le uscite di curva. Anche i tempi siglati dallo spagnolo sostengono questa tesi, con riferimenti da Top Class del Motomondiale. "Tranquillamente", il rookie ammazza - SBK ha vinto la corsa della mattinata, portando a 10 le affermazioni consecutive 2019.

Alle spalle della Ducati ufficiale, un pò di bagarre tra Rea, Van Der Mark, Haslam e Lowes. Alla fine, Jonathan la spunta, con un altro secondo posto finale. Il nordilrlandese ha ammesso come e quanto Bautista sia forte e concreto, dimostrando di essere un campione in sella ed uno sportivo vero. Non contento, il numero 1 si è rimesso a lavorare con il team Provec, con l'obiettivo di migliorare la sua Ninja ZX-10RR, ancora in lizza per la classifica piloti. Sempre che non sia troppo tardi.

Non è presto per dire che Melandri stia vivendo un momento difficile. Il dodicesimo posto con la R1 GRT non può esaltare un pilota che ad Assen ha vinto e colto podi con qualsiasi tipo di moto. Sembra che il ravennate stia ripetendo un copione già vissuto in Ducati, con patemi nelle ricerca del set up ottimale per la Yamaha numero 33.  Trovarsi in mezzo a corridori indipendenti e meno dotati non rappresenta il sogno 2019 di Melandri.

Assen SBK, ordine d'arrivo di Gara 1

  1. A. BAUTISTA ESP ARUBA.IT Racing - Ducati Ducati Panigale V4 R 21 1'34.949 295,9 1'34.740 300,8
  2. J. REA GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR 21 3.130 3.130 1'35.009 295,9 1'35.530 295,1
  3. M. VAN DER MARK NED Pata Yamaha WorldSBK Team Yamaha YZF R1 21 4.934 1.804 1'35.315 288,8 1'34.822 295,1
  4. A. LOWES GBR Pata Yamaha WorldSBK Team Yamaha YZF R1 21 10.679 5.745 1'35.053 293,5 1'34.935 296,7
  5.  L. HASLAM GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR 21 10.859 0.180 1'35.133 297,5 1'35.086 296,7
  6.  M. REITERBERGER GER BMW Motorrad WorldSBK Team BMW S1000 RR 21 15.105 4.246 1'35.036 288,0 1'34.828 292,7
  7. C. DAVIES GBR ARUBA.IT Racing - Ducati Ducati Panigale V4 R 21 17.001 1.896 1'35.727 299,2 1'35.288 300,0
  8. J. TORRES ESP Team Pedercini Racing Kawasaki ZX-10RR IND 21 20.227 3.226 1'35.650 290,3 1'36.076 288,0
  9. T. RAZGATLIOGLU TUR Turkish Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR IND 21 20.276 0.049 1'35.641 296,7 1'35.844 290,3
  10. T. SYKES GBR BMW Motorrad WorldSBK Team BMW S1000 RR 21 21.748 1.472 1'35.674 291,1 1'35.155 287,2
  11. L. CAMIER GBR Moriwaki Althea Honda Team Honda CBR1000RR 21 32.686 10.938 1'36.288 292,7 1'35.920 292,1
  12. M. MELANDRI ITA GRT Yamaha WorldSBK Yamaha YZF R1 IND 21 38.777 6.091 1'36.056 293,5 1'37.042 291,1

Bautista non è sazio, il Cannibale Rea ancora a dieta

Basta, ora è ufficiale. Alvaro è il nuovo riferimento della SBK moderna, grazie al dominio messo in mostra con la sua Ducati Panigale V4 R. Undici affermazione di fila, un record per le derivate di serie. Per essere un rookie, niente male. Lo spagnolo guida con uno stile da MotoGP, lo abbiamo già detto, e sembra il Marc Marquez degli esordi. Micidiale in ogni condizione, l'ex iridato della 125 Gran Prix oggi ha lottato, facendo vedere che - anche quando cì sono sorpassi da effettuare - non si tiri affatto indietro.

Rea ha provato in tutti i modi a rovinare la festa del rivale, invano. Johnny ha cambiato gomme Pirelli, passando da dura al posteriore a morbida, tentando uno sprint aggressivo nei primi giri. Spettacolo al Van Drenthe, con 5 piloti in lotta per la vittoria. Sul più bello, però, Bautista ha cambiato passo, lasciando il nordirlandese e Van Der Mark a contendersi il secondo gradino di Assen. Conun sorpasso coraggioso ed il tifo del pubblico amico, "Magic Michael" batte Rea, prendendo il secondo posto e lasciando al campione il gradino più basso.

Questo è il punto più basso - peraltro - della carriera in verde del Cannibale, costretto dagli avversari ad una dieta ferrea. Non riesce a vincere Johnny ed inizia a faticare anche per aggiudicarsi le restanti posizioni. Bene, ma non benissimo per lui: Rea vuole sole e sempre il primo posto, come lo vorrebbe il team Provec, ben abituato in SBK. Avevamo precisato che questa stagione fosse quella della Nuova Era e, forse, nel box verde già rimpiangono i bei vecchi tempi andati.

Assen SBK, ordine d'arrivo Gara 2

  1. A. BAUTISTA ESP ARUBA.IT Racing - Ducati Ducati Panigale V4 R 21 1'34.564 303,4 1'34.740 300,8
  2. M. VAN DER MARK NED Pata Yamaha WorldSBK Team Yamaha YZF R1 21 4.688 4.688 1'34.767 295,9 1'34.822 295,1
  3. J. REA GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR 21 4.706 0.018 1'35.037 292,7 1'35.530 295,1
  4. A. LOWES GBR Pata Yamaha WorldSBK Team Yamaha YZF R1 21 10.073 5.367 1'35.302 300,0 1'34.935 296,7
  5. C. DAVIES GBR ARUBA.IT Racing - Ducati Ducati Panigale V4 R 21 13.667 3.594 1'35.256 303,4 1'35.288 300,0
  6. M. REITERBERGER GER BMW Motorrad WorldSBK Team BMW S1000 RR 21 15.373 1.706 1'35.553 293,5 1'34.828 292,7
  7. T. SYKES GBR BMW Motorrad WorldSBK Team BMW S1000 RR 21 15.387 0.014 1'35.582 291,1 1'35.155 287,2
  8. L. HASLAM GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR 21 20.915 5.528 1'35.390 299,2 1'35.086 296,7
  9. T. RAZGATLIOGLU TUR Turkish Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR IND 21 22.922 2.007 1'35.619 291,9 1'35.844 290,3
  10. J. TORRES ESP Team Pedercini Racing Kawasaki ZX-10RR IND 21 23.518 0.596 1'35.615 291,1 1'36.076 288,0
  11. S. CORTESE GER GRT Yamaha WorldSBK Yamaha YZF R1 IND 21 28.286 4.768 1'35.683 295,9 1'36.175 293,5
  12. L. CAMIER GBR Moriwaki Althea Honda Team Honda CBR1000RR 21 36.039 7.753 1'36.520 295,1 1'35.920 292,7
  13. E. LAVERTY IRL Team Goeleven Ducati Panigale V4 R IND 21 36.359 0.320 1'36.549 297,5 1'36.222 292,7
  14. M. MELANDRI ITA GRT Yamaha WorldSBK Yamaha YZF R1 IND 21 36.895 0.536 1'36.416 293,5 1'37.042 291,1
  15. M. RINALDI ITA BARNI Racing Team Ducati Panigale V4 R IND 21 36.913 0.018 1'36.494 298,3 1'37.221 295,9

Classifica piloti

  1. Bautista (Spagna) 236 punti
  2. Rea (Gran Bretagna) 183 punti
  3. Lowes (Gran Bretagna) 126 punti
  4. Van Der Mark (Olanda) 115 punti

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.