Real Madrid, due nomi dall'Europa League: seguiti Joao Felix e Jovic

Emissari delle Merengues avvistati sulle tribune del Da Luz di Lisbona per osservare da vicino due dei migliori talenti di questa stagione europea.

0 condivisioni 0 commenti

di -

Share

Con la stagione già virtualmente finita, il Real Madrid può cominciare a guardarsi intorno in vista di quella che sarà la prossima annata. Gli obiettivi di mercato delle Merengues sono tanti e vanno a toccare ogni target di spesa: si parte dai profili considerati top, come per esempio Eden Hazard e Paul Pogba, fino ad arrivare agli investimenti che Florentino Perez avrebbe intenzione di fare su elementi più giovani, gente in grado di garantire qualità nell'immediato ma anche una discreta futuribilità nel tempo.

Si interverrà un po' ovunque e, almeno sulla carta, nessun reparto dovrebbe essere risparmiato da quella che ha tutta l'aria di essere una vera e propria rivoluzione. Proprio per questo i Blancos si guardano attorno attentamente, forti delle parole pronunciate dal numero uno del club, che ha promesso di investire almeno 500 milioni per rafforzare la squadra. Nella serata di giovedì alcuni emissari del Real Madrid sono stati avvistati all'Estadio Da Luz, tana del Benfica, dove hanno assistito alla partita tra le Aguias e l'Eintracht di Francoforte.

Il match, terminato 4-2 per i portoghese, ha dato parecchi spunti di interesse. Il primo, quello centrale e più importante, riguarda la crescita esponenziale fatta registrare negli ultimi mesi da Joao Felix, trequartista classe 1999 le cui prestazioni stanno seriamente facendo impazzire tutte le big d'Europa. Il talento lusitano ha giocato una partita di grandissimo spessore, corredandola da una tripletta (la sua prima assoluta in Europa) e, più in generale, da giocate che hanno fatto stropicciare gli occhi a tutto lo stadio.

Joao Felix Real Madrid
Tra gli obiettivi di mercato del Real Madrid c'è anche Joao Felix: il trequartista classe 1999 ha stregato le Merengues nella partita di Europa League contro l'Eintracht

Joao Felix strega il Real Madrid, ma la clausola monstre spaventa

Il 19enne di Viseu non poteva scegliere serata migliore per mettersi in mostra davanti al grande pubblico, confermandosi come una delle più liete novità della stagione. Il Real Madrid lo segue da tempo e, vedendolo a tratti bullizzare i difensori tedeschi, non è difficile capirne i motivi: Joao Felix è giovane ma gioca già con la sicurezza di un veterano, sfrutta le sue qualità tecniche mettendole però sempre al servizio della squadra. Inoltre, fattore non da poco, ha già sviluppato una maturità tattica che lo porta costantemente a optare per le scelte più giuste in ogni situazione di gioco.

Il portoghese è vincolato al Benfica fino al 2023, ma ciò che spaventa di più le pretendenti è la clausola rescissoria da 120 milioni di euro. Una cifra decisamente alta anche per le Merengues che, secondo quanto riportato dai media spagnoli, avrebbero tutto l'interesse di sedersi a trattare col Benfica. Nell'immaginario collettivo Joao Felix andrebbe a completare una prima linea verde straordinaria con Vinicius Junior e Rodrygo. Le relazioni su di lui non possono quindi che essere entusiaste, nonostante il vero obiettivo della serata non fosse il seppur fortissimo fantasista lusitano.

Jovic primo obiettivo: le Merengues studiano una strategia per bloccarlo

Già, perché il motivo per il quale il Real Madrid era presente a Lisbona si chiama Luka Jovic, ha due anni in più di Joao Felix e sta giocando una stagione strepitosa nell'attacco dell'Eintracht, dove si integra alla perfezione con Sebastien Haller e Ante Rebic. Le sue statistiche sono in continuo aggiornamento, parlano di quasi 30 gol complessivi tra Bundesliga e coppa varie ma, soprattutto, ancora una volta il talento serbo è stato uno dei pochi a prendersi la scena nonostante i tedeschi - ridotti in dieci uomini dopo pochi minuti - siano incappati in una delle peggiori serate dell'anno.

La situazione contrattuale di Jovic è globalmente da definire e, proprio per questo, il Real Madrid è interessato a seguirne da vicino l'evoluzione. Si dà infatti il caso che il cartellino del classe 1997 serbo appartenga proprio al Benfica, che un anno fa lo ha ceduto in prestito biennale all'Eintracht fissando a 12 milioni di euro il diritto di riscatto.

Inutile dire che l'opzione verrà esercitata, anche se il futuro di questo attaccante capace di segnare in tutti i modi potrebbe ben presto svilupparsi lontano dalle rive del fiume Meno. Dopo essere stato cercato da Inter e Bayern Monaco, adesso sono i Blancos a volersi fare sotto con decisione, convinti dalle prestazioni di un ragazzo che ha ancora molti margini di crescita.

La sua valutazione parte da una base di 40 milioni di euro, ma è destinata a salire soprattutto se dovesse scatenarsi - com'è plausibile che succeda - un'asta furibonda per assicurarselo. Jovic è un osservato speciale anche in Premier League, ma il fascino della Casa Blanca potrebbe rivelarsi come fattore determinante. A Madrid il talento nato in Bosnia potrebbe giostrare da prima punta o completarsi alla perfezione con Benzema, stazionare largo o a ridosso di un centravanti di ruolo. Insomma, regalerebbe molte soluzioni offensive alla squadra: proprio ciò che sta cercando Zidane, tecnico che - dalle voci raccolte nella capitale spagnola - sarebbe pronto ad accoglierlo a braccia aperte.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.