Eventi sportivi online, ecco la proposta di legge anti-pirateria

A presentarla gli onorevoli del Pd Luca Lotti e Antonello Giacomelli. Nel mirino la trasmissione illegale in rete di partite di calcio e non solo.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Anche l'Italia scende in campo per combattere la pirateria online. C'è la lotta alla trasmissione illegale degli eventi sportivi sul tavolo di Luca Lotti e Antonello Giacomelli. I due onorevoli del Partito democratico hanno infatti annunciato l'intenzione di presentare nel giro di poche settimane una proposta di legge che contrasti la diffusione di partite di calcio e non solo al di fuori delle reti ammesse dalla legge.

Un netto no allo streaming pirata, una piaga che affligge le TV a pagamento e che negli scorsi mesi era stata stigmatizzata ai microfoni di Sky Sport dal Presidente della Lega di Serie A Gaetano Miccichè. Nelle idee della politica italiana, quindi, c'è l'intenzione di seguire il solco tracciato dall'Inghilterra, dove 20 giorni fa tre persone (nel dettaglio Steven King, Paul Rolston e Daniel Malone) erano state punite per aver fornito accesso illegale ai contenuti della Premier League a oltre 1000 attività commerciali e non tra pub, club e case in tutta l’Inghilterra e il Galles.

I tre avevano tratto un profitto pari a oltre 5 milioni di sterline dalla trasmissione illegale delle partite di Premier. La convinzione è che anche in Italia sia arrivato il tempo di combattere la pirateria online con un'azione decisa e organica. Fondamentale, ha spiegato Lotti all'ANSA, sarà la cooperazione.

Chiederemo alle grandi società e compagnie di telecomunicazioni di essere al nostro fianco in questa battaglia. Lo sport italiano, autentica ricchezza economica e culturale del nostro Paese, merita attenzione e tutela da ogni forma di illegalità

Calcio, anche in Italia una proposta di legge contro la pirateria online: tra i promotori, Luca Lotti
Calcio, anche in Italia arriva una proposta di legge contro la pirateria online: tra i promotori, Luca Lotti (Pd)

Lotta alla pirateria online, una proposta di legge per il calcio italiano: "Porterà nuovo reddito"

Stop all'attività fraudolenta, grazie alla quale gli utenti possono usufruire di contenuti pay, ai quali non avrebbero altrimenti accesso se non pagando i canoni preposti. Servizi utilizzati illegalmente, che rischiano di fare degli stessi utenti delle vittime di frodi o furti di identità. La via scelta per combattere lo streaming illegale nel calcio italiano (e non solo) passa dalla voglia di assicurare giustizia, ma al tempo stesso di apportare nuovi introiti nel mercato televisivo e pubblicitario. Parola di Giacomelli:

Stiamo lavorando a una norma che responsabilizzi le Telco, tuteli i diritti e dia reale efficacia ai provvedimenti della Magistratura in tema di pirateria e non solo. Un'autentica lotta alla pirateria non è solo un fatto di giustizia ma farà emergere nuovo reddito, in particolare sul calcio e sullo sport, e questo renderà a nostro avviso possibile prevedere un meccanismo incentivante e non solo sanzionatorio

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.