Spettatori negli stadi in Europa: -1% in Serie A dal 2003 a oggi

Il report sui dati di affluenza spettatori negli stadi europei e mondiali ha tracciato il quadro degli ultimi quindici anni: Serie A in lieve calo e meglio di Francia e Spagna.

47 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Qual è la fotografia dell'affluenza negli stadi negli ultimi quindici anni? Alcune risposte si possono avere dall'ultimo report pubblicato dall'Osservatorio CIES, un gruppo di ricerca di Neuchatel (Svizzera), specializzato in analisi di dati e statistiche sul calcio. Prendendo i numeri dal 2003 a oggi per 26 campionati nel mondo, il report racconta com'è cambiata l'affluenza media nei vari paesi e in quali nazioni la passione per il calcio non conosce flessioni.

I campionati presi in esame, che comprendono anche la Serie B o Seconda Divisione per alcune Nazioni, sono saliti a un totale di 42 analizzando i dati degli ultimi cinque anni. Solo per 26 di questi (tra cui l'Italia), però, è stato possibile risalire fino a quindici anni e valutare i cambiamenti nelle presenze negli stadi europei e mondiali.

L'Italia, spesso al centro di un forte dibattito sul presunto calo di spettatori, ha fatto registrare appena un -1% in Serie A, dal 2003 a oggi. In quindici anni la media totale è scesa da 23.245 a 22.967, con un picco di 24.101 spettatori in media sul totale nel quinquennio 2008-2013. Guidano la classifica con i maggiori incrementi la Prima Divisione polacca (+47%), la Major League Soccer americana (+34%) e la Seconda Divisione in Germania (+32%).

I dati di affluenza negli stadi dal 2003 a oggi: Serie A in lieve calo
La Curva dei tifosi del Napoli al San Paolo

Spettatori allo stadio dal 2003 a oggi: -1% in Serie A, male la Serie B

Se la Serie A rimane sui suoi standard, senza evidenziare davvero quel calo di spettatori che le viene troppo spesso imputato, è la Serie B il vero problema del movimento calcistico italiano. Il campionato cadetto, infatti, registra un -15% negli ultimi quindici anni, passando dai 7.912 ai 6.708 spettatori di media all'anno.

Nonostante questi siano dati che andrebbero incrociati con la capienza degli stadi a disposizione, la Serie B dal 2003 a oggi, per varie ragioni, ha visto passare dai suoi ranghi molti grandi club ma, nonostante ciò, si conferma un campionato che non riesce ad attrarre il pubblico di provincia e fidelizzarlo sul lungo periodo.

I dati di affluenza negli stadi dal 2003 a oggi: Serie A in lieve caloCIES Football Observatory
Confronto fra i dati 2003-2018 e quelli dell'ultimo quinquennio

Al contrario, la Serie A rimane su buoni livelli anche nella graduatoria riferita solo all'ultimo quinquennio (2013-2018) e si piazza al quinto posto in una classifica dominata dalla Bundesliga, in Germania, vero polo della passione per il calcio attualmente. Sul podio seguono la Premier League inglese (che guadagna anche un +6% dal 2003) e la Liga spagnola (in calo però sul lungo periodo, -7% dal 2003). Da sottolineare anche il crescente entusiasmo nella Liga in Messico, altro movimento calcistico che sta facendo grandi passi avanti negli ultimi anni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.