Brasile, maxi rissa in campo: la polizia arresta tre giocatori

È successo al termine del match fra Atlético Goianiense e Vila Nova. Le forze dell'ordine sono intervenute senza tanti complimenti, sparando anche gas urticante sui calciatori.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Basta guardare foto e filmati: in Brasile è meglio non prenderla alla leggera, la polizia. Anche quando si schiera a protezione di una partita di calcio prende comunque alla lettera il suo compito: mantenere l'ordine, sugli spalti e ovviamente anche in campo, 'by any necessary means', davvero.

Il sartriano 'a qualunque costo', adottato poi da Malcolm X, è stato infatti da tempo fatto proprio anche dalle forze dell'ordine brasiliane che non si preoccupano di usare qualunque mezzo necessario per bloccare ogni accenno di disordine.

Un caso eclatante del modus operandi della polizia in Brasile si era verificato l'estate scorsa in Copa Libertadores quando il match fra Santos e Independiente era stato sospeso a causa di scontri sugli spalti dello stadio Pacaembu di San Paolo fra gli ultras locali e la polizia, la quale ha sedato i moti senza tanti complimenti, attraverso cariche e manganellate.

Brasile: poliziotto blocca tifoso
I metodi della polizia brasiliana non vanno troppo per il sottile

Brasile, maxi in rissa in campo

Ma quello che è avvenuto l'altra sera è andato anche oltre. Nel match valido per le semifinali del Campeonato Goiano, infatti, che vedeva di fronte l'Atletico Goianense e il Vila Nova, i disordini si sono verificati sul terreno di gioco. E che disordini! A quanto rivela Globo Esporte, la scintilla si sarebbe accesa allo scoccare dei minuti di recupero, quando l'attaccante degli ospiti Keke ha lasciato la panchina, dove sedeva in quel momento, e si è rivolto con atteggiamenti provocatori nei confronti dello staff dell'Atletico Go. Nella "discussione" si sarebbero subito inseriti due compagni dello stesso Keke, il portiere Rafael Santos e il difensore Patrick, ai quali si è prontamente aggiunto anche l'allenatore Renan Lima.

I tre avrebbero cominciato a menare le mani dando inizio a una rissa a calci e pugni degna di un film western, tanto che il rapporto dell'arbitro Wilton Pereira Sampaio, immediatamente messo in sicurezza dalla polizia al centro del campo insieme al proprio staff, parla di rissa violenta e generalizzata da parte di esponenti di entrambe le squadre. Sistemato l'arbitro insieme ai suoi collaboratori, la polizia è poi passata a occuparsi dei facinorosi: per non sbagliarsi è partita a spruzzare getti di spray al peperoncino e quando tutti, giocatori e dirigenti, avevano gli occhi rossi e tossivano, sono passati alle maniere forti. Qualche manganellata qua e là, fino al tintinnio delle manette: tre gli arresti, i due giocatori e il tecnico del Vila Nova. Per la cronaca, sul campo aveva vinto 1-0 l'Atletico Goianense, che ora è atteso dal terzo turno della Coppa del Brasile - venerdì contro il Santos - e domenica dall'andata della finale del Campeonato Goiano contro il Goias.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.