Chievo, Campedelli indagato: "Plusvalenze fittizie"

Inchiesta della Procura di Forlì su alcuni scambi avvenuti tra il Chievo e il Cesena. Sul registro degli indagati anche l'ex presidente del Cesena Giorgio Lugaresi e l'ex capitano Giampiero Ceccarelli.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Brutte notizie per il Chievo. Il presidente Luca Campedelli risulta infatti indagato nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla Procurà di Forlì. La colpa del numero uno dei gialloblù sarebbe quella di aver realizzato plusvalenze fittizie con la compravendita di calciatori a valori gonfiati. Operazioni di mercato fatte insieme al Cesena, ufficialmente fallito la scorsa estate. 

A scriverlo è Il Resto del Carlino, secondo cui sarebbero indagati anche l'ex presidente del Cesena Giorgio Lugaresi e Giampiero Ceccarelli, capitano dei bianconeri che dopo aver detto addio al calcio giocato ha ricoperto incarichi manageriali nella società romagnola.

Campedelli, Lugaresi e Ceccarelli hanno ricevuto la notifica della richiesta di proroga delle indagini preliminari. Parallelamente ci sarebbe in piedi un'altra inchiesta legata al fallimento del Cesena. Un'indagine, questa, coordinata dai pm Filippo Santangelo e Francesca Rago. La vicenda delle plusvalenze fittizie - ricorda Gazzetta.it - era già stata trattata dalla Giustizia sportiva che aveva penalizzato il Chievo con tre punti e Campedelli con tre mesi di inibizione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.