Zaniolo vago sul suo futuro a Roma: tutte le possibili destinazioni

Il talento giallorosso ha parlato al termine della partita pareggiata contro la Fiorentina: "Parlerò presto con la dirigenza. Rinnovo? Vedremo".

2 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il quarto gol assoluto in Serie A, il sesto stagionale, di Nicolò Zaniolo non è servito alla Roma per battere una Fiorentina arrivata allo Stadio Olimpico senza alcuna velleità di classifica. Lo stop casalingo diventa un ulteriore ostacolo nella rincorsa al quarto posto: nonostante la sconfitta della Lazio e il pareggio del Milan, infatti, la squadra di Ranieri continua a rimanere in un limbo dal quale uscire sembra decisamente complicato. Non solo, perché in campo si sono ancora palesati tutti i limiti di un gruppo che, in questo momento, fatica a prendersi le proprie responsabilità.

In tutto questo la stellina dell'ex Primavera dell'Inter brilla ancora di più: Zaniolo è stato ancora una volta il migliore in campo e, a fine partita, ci ha anche messo la faccia davanti ai giornalisti in sala stampa. Il classe 1999 ha fatto il punto della situazione cercando di smorzare un po' i toni, spiegando che il momento è delicato ma anche che la squadra ha i mezzi per uscirne definitivamente.

Poi, inevitabilmente, è tornato a parlare del suo rinnovo di contratto con la Roma, un accordo che al momento sembra in fase di stallo, confermando che per il momento il suo desiderio è quello di sedersi a un tavolo per capire quali siano le intenzioni della società:

Rinnovo? È un passo importante, ora vedremo. Voglio incontrare la dirigenza e poi vedremo cosa succederà. Se voglio restare a Roma? Vederemo, io penso solo a giocare a calcio e a divertirmi.

Nicolò Zaniolo esulta dopo un gol
Nicolò Zaniolo festeggia il suo sesto gol in stagione: il talento classe 1999 ha rilasciato dichiarazioni criptiche riguardo al suo futuro alla Roma

Zaniolo gela la Roma: può partire in estate?

Parole criptiche, quelle del baby gioiello che indossa la maglia numero 22, che aprono inevitabili scenari di mercato. Innanzitutto va precisato che per il discorso rinnovo tutto è cambiato da quando Monchi si è dimesso. L'agente di Zaniolo, Claudio Vigorelli, si era già imparolato con il dirigente spagnolo e, secondo quanto riportato dai media romani, le due parti avevano già trovato un accordo di massima sulle cifre del nuovo ingaggio.

Con l'addio di Monchi però le cose sono profondamente cambiate, perché al momento la Roma non ha punti di riferimento nel ruolo di direttore sportivo e anche perché, particolare da non sottovalutare, la confusione in casa giallorossa regna sovrana. In questo momento è difficile parlare di mercato senza sapere chi penserà alla prossima campagna acquisti o chi siederà in panchina. E, inoltre, Ranieri ha già detto che, in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League, molti giocatore saranno destinati a cambiare aria.

A questo punto bisogna capire quali e quante sarebbero le eventuali pretendenti per Zaniolo. Una la conosciamo già perché non si è mai veramente nascosta: la Juventus pensa al talento toscano da mesi e di recente pare essere tornata alla carica pensando a una maxi trattativa che coinvolgerebbe, tra gli altri, anche i cartellini di Gonzalo Higuain, Lorenzo Pellegrini e Kostas Manolas. Il ragazzo piace molto a Fabio Paratici, che vorrebbe consegnarlo a Massimiliano Allegri per rinfrescare un po' il reparto di centrocampo. La sua duttilità permetterebbe alla squadra di utilizzarlo in più zone e l'uscita di alcuni pezzi grossi (due su tutti, Dybala e Alex Sandro) potrebbe finanziare l'operazione, soprattutto se il giocatore non dovesse rinnovare.

Tempo fa però è uscita una voce molto stuzzicante che porterebbe il ragazzo dritto dritto verso Milano, sponda rossonera. Zaniolo ha sedotto Leonardo e, più in generale, entra in pieno in quel target di giocatori under 25 sul quale si baserà la costruzione del nuovo Milan. Per portarlo via da Roma serviranno però almeno 60 milioni di euro: proprio per questo la Juventus ha scelto di giocarsi la carta delle contropartite, una strategia che anche il club di via Aldo Rossi potrebbe pensare di adottare.

Chi invece non avrebbe problemi a metterli tutti e subito sul piatto è il Real Madrid, la prima delle pretendenti straniere: le Merengues stanno monitorando la situazione legata al 20enne romanista ma, come tutte le altre piste estere, al momento sembrano essere un pochino più defilate. Dall'Inghilterra, infine, si sono interessate un po' tutte: a Manchester Zaniolo ha fatto girare la testa a Pep Guardiola, il quale dovrebbe studiare un modo per inserirlo in maniera efficace nel suo sistema, ma anche da Londra sono arrivati un paio di abboccamenti interessanti da parte di Arsenal e Chelsea (ma questi ultimi devono fare i conti con il blocco del mercato).

In ogni caso per la Roma la priorità sarà quella di fargli rinnovare il contratto: la società avrebbe pensato a un prolungamento fino al 2024, con ingaggio ritoccato sensibilmente al rialzo e, ovviamente, una bella clausola rescissoria milionaria per provare a far cessare gli attacchi da parte di chi vorrebbe approfittare di questo momento di debolezza giallorossa. Nel frattempo Zaniolo si gode il suo ottimo momento personale, culminato con l'esordio in Nazionale. E il valore del suo cartellino aumenta esponenzialmente.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.