Premier League, festa Tottenham nel nuovo stadio: Crystal Palace ko 2-0

Il coreano Son è nella storia: segna lui il primo gol nel nuovissimo impianto. Raddoppio di Eriksen e tre punti fondamentali in chiave Champions League. L'inaugurazione è un successo.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Serviva una vittoria e così è stato. Il Tottenham festeggia alla grande nel giorno del battesimo del nuovo stadio. L’impianto, finalmente finito dopo mille peripezie, è costato circa 1 miliardo di sterline. Un’opera d’arte calcistica che ha visto la luce ieri sera, nel match tra gli Spurs e il non irresistibile Crystal Palace. È finita 2-0 per gli uomini di Pochettino, soddisfatto di aver ritrovato quei 3 punti che in Premier League mancavano da 5 partite.

Lo show iniziale, tra brividi, fuochi d'artificio, musica e applausi, è da Olimpiade. Il primo tempo, invece, così e così: 0-0 dopo i primi 45’. Poi finalmente si esulta. È di Son il primo gol nel nuovo impianto. Il coreano al 55’ sblocca il match con un tiro deviato da Milivojevic. Nel finale ci pensa Eriksen a chiudere i conti per una vittoria che rimarrà nella storia.

Buona la prima del Tottenham nel nuovo stadio, altro gioiello del calcio d’Inghilterra. Struttura futuristica, capienza al top (62062, il secondo più grande del Regno di Sua Maestà), potrà ospitare anche altri sport. Ma è soprattutto la nuova casa della squadra di Pochettino. I tifosi, con un teatro così, ora vogliono assistere a qualche vittoria importante.

Premier League, il Tottenham vince nel nuovo stadio: festa dei tifosi
Premier League, grande festa del Tottenham nel nuovo stadio

Premier League, il Tottenham fa festa nella nuova casa

I biglietti tutti esauriti da tempo per il match tra Tottenham e Crystal Palace, valevole per la 31esima giornata di Premier League. Il motivo? È la prima partita degli Spurs nel nuovissimo stadio. Finalmente l’inaugurazione: una festa nella festa, visto che dopo il triplice fischio finale, un brindisi è arrivato anche per la vittoria di 2-0 contro le Aquile. Ben fatto Son, ben fatto Eriksen. I due giocatori, primi a segnare nel nuovo teatro a nord di Londra, sono nella storia del club.

Un evento (bagnato) perfetto: l’avveniristico Tottenham Hotspur Stadium, stracolmo di gente, è ora il miglior stadio al mondo. Lo hanno presentato così tra fuochi d’artificio e musica a tutto volume. Capienza massima di 62.062 spettatori, che lo fa diventare il secondo impianto più grande della Premier League dietro a Old Trafford di Manchester. Sono serviti due anni di lavori e sei mesi di rinvii per vedere accendere le luci sul manto erboso (perfetto, all’inglese come da tradizione) dello Stadium. Ora i tifosi vogliono vittorie. E sono pronti a ospitare il Manchester City il prossimo 9 aprile in un quarto di finale di Champions League che promette spettacolo.

Un sponsor nel futuro

I tifosi, con un sorriso a trentadue denti, non vedevano l’ora di entrare nel nuovo stadio. Lo hanno già rinominato il New Hart Lane, in onore del vecchio impianto, della vecchia casa del Tottenham. Ma il nome sarà presto tutto nuovo. Il club in mano ai due soci di maggioranza Daniel Levy e Joe Lewis ha già deciso di vendere il nome a qualche multinazionale. Un classico. La Nike era interessata, poi la notizia è stata smentita. Adesso in pole c’è la Coca-Cola. “Coca-Cola Stadium” per gli Spurs? Chissà. Per ora, a proposito di bere, sono state spillate migliaia di birre. Una tecnologia di spillaggio consente di riempire 10 mila pinte di birra al minuto: cin cin alle future vittorie.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.