Kean, solo multa per il Cagliari: "L'esultanza è stata provocatoria"

Nel referto degli ispettori federali sono segnalati "pochi cori e arrivati dopo il gol". Nessuna chiusura del settore per la squadra sarda.

228 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il caso legato ai cori razzisti ricevuti da Kean (e dai suoi compagni Matuidi e Alex Sandro) durante Cagliari-Juventus continua a far discutere. In queste ore si sta parlando specialmente delle dichiarazioni di Leonardo Bonucci dopo la partita, polemica che ha costretto il difensore a giustificarsi con un messaggio sui suoi canali social.

Rimane però l'amaro in bocca per il bruttissimo episodio della Sardegna Arena, in particolare perché successivo al polverone sollevato solo pochi mesi fa dopo quanto successo in Inter-Napoli con Koulibaly bersagliato da insulti molto simili.

Adesso però c'è da capire se ci saranno conseguenze per il Cagliari e per i suoi tifosi: in attesa delle decisioni ufficiali del Giudice Sportivo, che arriveranno dopo la fine del turno infrasettimanale di Serie A, sembra che il club sardo potrà "cavarsela" soltanto con una multa e che nessun settore dello stadio sarà squalificato.

Kean durante Cagliari-Juventus
Caso Kean durante Cagliari-Juventus: solo multa per i sardi?

Caso Kean, solo multa per il Cagliari: "I buu arrivati dopo un'esultanza provocatoria"

Sia la Gazzetta dello Sport che il Corriere dello Sport rivelano che per il Cagliari è in arrivo solamente un'ammenda per via di quanto riportato dai 3 ispettori federali presenti martedì sera allo stadio nei rispettivi referti.

I due punti fondamentali dei dossier riguardano il numero di tifosi che ha intonato i cori razzisti e il momento della partita. L'ispettore che era situato sotto la Curva Nord, cioè il settore sotto il quale Kean ha esultato dopo aver segnato il gol del 2-0 per la Juventus, non ha segnalato nessun insulto prima della rete arrivata all'85esimo minuto.

I cori beceri arrivano dopo il gol e sono descritti come "reazione all'esultanza provocatoria" del giovane attaccante bianconero e intonati da un gruppo di circa 50 tifosi. Questa cifra non permette quindi agli ispettori di circoscrivere con precisione il fenomeno (se fossero stati di più si sarebbe potuto optare per la chiusura della curva) mentre la presunta reazione alla provocazione costringerà il Giudice Sportivo a concedere un'attenuante al Cagliari.

Va però segnalato che su internet circolano in queste ore i video con l'audio dello stadio della partita di martedì sera, in cui sembrano sentirsi distintamente i cori insultanti sin dal primo minuto dell'incontro e quindi ben prima di qualsiasi eventuale provocazione. Un caso spinoso che sicuramente continuerà a far discutere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.