Serie A, le pagelle di Genoa-Inter: super Gagliardini, Icardi gol e assist

L'ex Atalanta segna una doppietta e gioca una grande partita, l'argentino torna in campo da titolare con un gol e un assist.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo la sconfitta interna con la Lazio, l'Inter torna in campo e lo fa con un'arma in più: Icardi è di nuovo al centro dell'attacco, una tregua dopo un periodo di guerra più o meno fredda. La Serie A così vede di nuovo l'argentino, e lui a sua volta vede il Genoa di Prandelli che non vuole essere la vittima sacrificale nel giorno del ritorno in campo dell'ex capitano. La festa, però, è tutta nerazzurra: a Marassi termina 0-4, una serata perfetta per gli interisti.

Primo tempo in totale gestione per l'Inter, che sblocca il match dopo 15 minuti grazie a una bella azione: Politano (indiavolato) serve Asamoah, l'ex Juventus pennella in mezzo, velo di Perisic e inserimento perfetto di Gagliardini che fa 1-0. L'Inter continua a spingere, Icardi si divora un gol clamoroso davanti alla porta (fermato dal palo) ma poi è protagonista nell'occasione che di fatto chiude il match: l'argentino viene trattenuto in area da un ingenuo Romero (espulso), si presenta sul dischetto e spiazza Radu, tornando ad esultare con la maglia nerazzurra (non segnava in Serie A dal 15 dicembre).

Tutto facile anche nella ripresa per i nerazzurri, che calano il tris con Perisic (su assist di Icardi). L'Inter si limita poi a gestire l'ampio vantaggio, aiutata sicuramente dalla superiorità numerica. Il Genoa prova a svegliarsi a un quarto d'ora dal termine, ma non riesce a trovare il gol della bandiera. Gagliardini infine cala il poker e realizza la sua doppietta personale. Finisce così: festeggia Icardi, festeggia Spalletti. Festeggia l'Inter.

Serie A, esultano i giocatori dell'Inter

Serie A, le pagelle di Genoa-Inter 0-4

Genoa (4-4-2): Radu 6.5; Pedro Pereira 5.5, Romero 4.5, Zukanovic 5, Pezzella 5.5; Sturaro 5.5 (65' Bessa 6), Radovanovic 5.5 (82' Mazzitelli s.v.), Rolon 5, Lerager 5.5; Sanabria 6 (41' Biraschi 5.5), Kouamé 5.5. All. Prandelli 5

Inter (4-2-3-1): Handanovic 6; D'Ambrosio 6, Skriniar 6, Miranda 6.5, Asamoah 6.5; Gagliardini 7.5, Brozovic 6.5 (66' Joao Mario 6); Politano 7 (74' Borja Valero 6), Nainggolan 6.5, Perisic 7; Icardi 7 (80' Keita s.v.). All. Spalletti 7

I migliori

Gagliardini 7.5

Ottima prova del centrocampista, che per una sera è sembrato di nuovo quello dei tempi dell'Atalanta: un gol dopo un grande inserimento, tante giocate in mezzo al campo e una presenza costante per i suoi compagni. E nella ripresa trova anche la doppietta personale.

Icardi 7

Era il più atteso, è entrato in campo convinto e ha risposto a tutti lasciando parlare il campo: prima ha fallito un gol non da lui, poi però ha causato l'espulsione di Romero e con freddezza ha portato l'Inter sul 2-0. Poi ha anche servito l'assist del tris a Perisic, per coronare una serata finalmente a tinte nerazzurre.

Serie A, il rigore calciato da Icardi
Mauro Icardi calcia il rigore spiazzando Radu e portando l'Inter sul 2-0

I peggiori

Romero 4.5

Protagonista in negativo nell'episodio che chiude la gara: Romero si fa scavalcare dal pallone e poi trattiene Icardi in area. Espulsione, rigore e raddoppio nerazzurro. Partita da dimenticare per lui.

Zukanovic 5

Disastroso anche l'altro centrale, che non rimedia il rosso ma comunque balla parecchio sugli attacchi nerazzurri. Certo, in dieci non è facile per nessuno, ma i centrali del Genoa non hanno praticamente mai dato la sensazione di essere in serata.

Serie A, Zukanovic non in serata

Gli allenatori

Prandelli 5

Il suo Genoa scende in campo con troppa timidezza e dopo 15 minuti si trova già sotto nel punteggio. L'espulsione di Romero compromette irrimediabilmente la partita,  vero, ma è l'atteggiamento generale della squadra di Prandelli ad essere stato troppo passivo.

Spalletti 7

Serviva una prestazione convincente e una prestazione convincente è arrivata: l'Inter consolida il terzo posto in Serie A e fa il carico di entusiasmo a Genoa. Querelle Icardi alle spalle? Forse no, forse sì. Per il momento, comunque, il campo ha dato ragione a Spalletti. Con tanto di gol e assist dell'argentino.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.