Zidane prima di Valencia-Real Madrid: "Portieri? Niente discussioni"

Il tecnico del Real Madrid è chiaro sulla rotazione tra i pali e spegne le polemiche degli ultimi giorni. Sul piatto anche Varane, Marcelo e il futuro del club.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La seconda, disperata chiamata sulla panchina del Real Madrid ha posto Zinedine Zidane in una posizione più che favorevole sulle scelte da adottare in squadra e nello spogliatoio. Alcune hanno trovato pareri positivi, altre invece hanno innescato dubbi e polemiche sulle intenzioni del tecnico, che sta rivoluzionando l'ambiente dopo i flop di Lopetegui e Solari in meno di una stagione.

L'obiettivo più immediato è la vittoria nella trasferta di Valencia. Mercoledì sera alle 21:30 le merengues saranno in campo al Mestalla per la rincorsa al secondo posto dell'Atletico Madrid. Zidane è intervenuto in conferenza stampa prepartita, sia per analizzare i temi del match sia per mettere fine alle questioni più spinose delle ultime settimane in casa madridista.

Tra le vicende più chiacchierate, ovviamente, c'è la rotazione dei portieri. Dopo quasi una stagione di alternanza tra Courtois e Navas, è arrivato il terzo incomodo: Luca, il figlio di Zidane, ha difeso la porta del Real Madrid nella vittoria contro l'Huesca, scatenando i primi commenti su presunti favoritismi da parte del tecnico. La sua risposta in conferenza stampa è chiara:

Ci sono tre buoni portieri con cui concluderemo la stagione, poi l'anno prossimo si vedrà. Non avremo questioni in ballo dall'anno prossimo, quando le cose saranno più chiare, ma non ammetto la minima discussione neanche in questo momento. Luca è un giocatore come un altro, merita di giocare nel Real Madrid perché ci è cresciuto fin da ragazzo e verrà trattato esattamente come gli altri. Chi guarda al lato personale eviti di preoccuparsi.

Zidane in conferenza stampa, vietate le polemiche sui portieri: "Non ammetto discussioni"
Zidane in conferenza stampa, vietate le polemiche sui portieri: "Non ammetto discussioni"

Zidane prima di Valencia-Real Madrid, le parole del tecnico

La trasferta di Valencia è una tappa importante per rimettere in discussione le gerarchie. Zidane non vuole incorrere negli errori dei predecessori e anticipa la rotazione prevista per il match del Mestalla:

Dopo l'Huesca ero stato chiaro, a Valencia ci sarebbero stati dei cambiamenti ed è quello che faremo. È una bella partita, ai giocatori piace essere in campo durante questi appuntamenti e le motivazioni non mancheranno. L'orario è un po' scomodo ma ci adatteremo.

Gli avvicendamenti in campo sono anche un segnale in vista della prossima stagione, quando ci potranno essere rivoluzioni in ottica calciomercato. Giocatori di spicco sono in aria d'addio, ma Zidane non vuole parlare di pulizia:

Mi sembra un termine esagerato che non corrisponde alle necessità del Real Madrid. Ci saranno delle cose che cambieranno, ma non è il momento di parlarne. L'unica cosa che posso garantire è che si opererà nel rispetto di tutte le parti. Non cambierò il mio modo di pormi con la squadra: ci sono dei periodi in cui puoi vincere 3 Champions League consecutive e altri in cui la ruota gira.

Perez Zidane
Pulizia in casa Real Madrid durante l'estate? Zidane rinvia ogni decisione a fine campionato

Marcelo-Varane-Bale, uscite ormai certe?

Pur non essendo il momento di parlarne, Zidane deve fare i conti con i rumors che riguardano due pedine fondamentali del Real Madrid. L'eventuale addio di Varane è uno dei temi più delicati in vista della prossima estate: il tecnico delle merengues, però, pone un freno alla questione:

Non riesco ad immaginare un Real Madrid senza Varane. È ancora giovane, ci ha fatto vincere tanto e vorrei tenerlo in squadra ancora a lungo. Ovviamente può succedere di tutto, ma al momento non mi ha ancora espresso la volontà di andar via e fa fede il rapporto tra il giocatore e la proprietà, non di certo quello che viene riportato all'esterno del club.

Anche Marcelo è considerato un elemento importante per la squadra, ma in questo momento non sembra essere indispensabile. Zidane tiene in seria considerazione il lavoro fatto da Reguilon fino a questo momento:

Marcelo ha giocato poco quest'anno, ma è un giocatore che amo e che ha dimostrato di essere fondamentale in questi anni. Ci sono dei giocatori di cui avrai sempre bisogno e lui è uno di questi. Tuttavia, non posso mettere da parte quello che sta facendo Reguilon. Sarà lui il titolare fino a fine stagione.

C'è spazio anche per Gareth Bale, ultimamente nel mirino del Bernabeu. I fischi continuano ad arrivare, Zidane lo difende ma cerca anche di spronarlo:

La disapprovazione del tuo pubblico non è mai una cosa bella, ma ricordiamoci quello che Gareth ha fatto per il club. Bisogna accettare una stagione difficile dopo anni in cui ha fatto davvero bene. Da lui mi aspetto una personalità forte, in grado di resistere a questa pressione. Del suo futuro se ne parlerà più in là, a campionato finito.

Bale Marcelo Varane
Marcelo, Varane e Bale: il Real Madrid si priverà di tre elementi storici?

Il futuro di Zidane

Ultimo, ma non per importanza, il ruolo che Zidane avrà nel Real Madrid. Il ritorno in panchina dopo l'addio della scorsa estate è avvenuto in totale emergenza, senza la possibilità di concentrarsi con maggiore attenzione sulle prospettive del suo contratto. Zizou è molto tranquillo a riguardo:

Io e la società parliamo di ciò che vogliamo, lo stiamo già facendo per il futuro di entrambe le parti. Sono l'allenatore del Real Madrid e ho già un ruolo importante: devo dire delle cose, devo prendere delle decisioni e devo rapportarmi con persone di spessore. Non avremo problemi per quanto riguarda il contratto.

Le aspettative sul finale di stagione sono basse. Il Real Madrid è fuori dalla Champions e dalla Copa del Rey, ma anche a -12 dal Barcellona capolista in Liga. Saranno settimane di stand-by, Zidane non lo nasconde:

Inutile dire cosa possiamo ancora ottenere da questa stagione. Io mi aspetto determinazione da parte di tutti, vorrei vincere tutte le partite fino alla fine del campionato. La Liga è molto complicata e le difficoltà si amplificano quando una squadra come il Real Madrid è così sotto pressione. Siamo professionisti, ci siamo posti un obiettivo e lavoreremo sodo per raggiungerlo.

Zizou
Fuori da Champions e Copa del Rey, Barcellona a -12: Zidane non nasconde le difficoltà di fine stagione

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.