Roma, Ranieri: "Voglio una squadra di uomini, serve una reazione"

L'allenatore dei giallorossi in conferenza stampa chiede uno sforzo ai suoi: "Lavoro 25 ore al giorno per uscire da questo momento, ma non è affatto facile".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La pesantissima sconfitta con il Napoli fa ancora male, per la Roma è ancora il momento di leccarsi le ferite e cercare delle soluzioni per uscire da questa situazione. Claudio Ranieri è alla ricerca della giusta cura per dare una mano alla squadra, che in questo turno di Serie A si troverà di nuovo di fronte la Fiorentina, dalla quale poche settimane fa ha rimediato un'altra terrificante batosta, con la sconfitta per 7-1 in Coppa Italia.

Serve subito una reazione, insomma, per evitare altre figuracce e provare a salvare una stagione fin qui estremamente deludente per il club giallorosso:

Spero che queste sconfitte siano la benzina che ci fa reagire. Sette gol nella partita di Coppa sono tanti, molti sono stati fatti nella stessa maniera, scavalcando la difesa con una palla lunga. È un'arma che la Fiorentina usa molto bene, ripercorrono molte volte questo modello di gioco indipendentemente dagli interpreti. Dovremo stare attenti a non dare loro la profondità per farci male.

Ranieri alla ricerca di soluzioni per guarire la Roma
Roma, Ranieri vuole trovare la cura per guarire i giallorossi

Roma, Ranieri chiede una reazione ai giocatori

Ranieri continua ad analizzare il momento attuale della Roma anche quando gli viene domandato se abbia sentito Pallotta, che domenica scorsa si è sfogato con un Tweet sulla pagina ufficiale del club, prendendosela in particolare con i giocatori:

Non l'ho sentito. Questa squadra sta vivendo un momento particolare. Ho visto le analisi di chilometri percorsi, potenza e velocità, noi e il Napoli siamo più o meno uguali. Solo che il Napoli ha corso da squadra, noi non lo abbiamo fatto. Lo stesso per quanto riguarda la percentuale di passaggi riusciti. Questo dipende dalla mancanza di fiducia che in questo momento i ragazzi hanno. Io però voglio degli uomini, una squadra che sappia reagire alle avversità. Quando le cose vanno bene è troppo facile, potrei tornare a giocare anch'io. Quando le cose vanno male, invece, bisogna sapersi aiutare l'uno con l'altro. Questo è ciò che chiederò alla squadra, un aiuto reciproco.

Il tecnico giallorosso ribadisce però quanto sia complicato in questo momento trovare il modo di intervenire per correggere i difetti:

Sto pensando 25 ore al giorno a come aiutare questa squadra. Non è facile, ma ci sto mettendo tutto me stesso. Valuterò bene gli uomini, il sistema di gioco, gli avversari e tutto

Le scelte di formazione, il futuro di Totti e De Rossi

C'è ovviamente modo anche per parlare di possibili varianti tattiche e scelte di formazione:

Nzonzi e De Rossi insieme? Due mediani a volte possono far filtro. Avere tutti a disposizione permette all'allenatore di fare scelte differenti. Maggiore importanza di Perotti e Under? Sì, è una mia convinzione. Però bisogna anche pensare a chi sta bene fisicamente e a chi può giocare nuovamente tra due giorni, perché abbiamo ancora un'altra partita. Le mie considerazioni sono varie e devo valutare bene tutto per scegliere la formazione di domani. Sto pensando a ogni cosa. Anche in porta farò l'ultimo allenamento e poi deciderò come faccio sempre tra Olsen e Mirante.

Nel corso della conferenza dell'allenatore della Roma viene affrontato anche il discorso relativo al possibile passaggio di De Rossi dal campo alla panchina e al ruolo di Francesco Totti:

Per quanto riguarda De Rossi ci penserà lui quando sarà il momento. Circa Totti, lui ha già assunto un ruolo importante. Ha smesso da un anno e mezzo e sta vivendo un processo, step by step, per entrare in sintonia con la società e pensare bene a quello che deve fare. Lui è un punto di riferimento importante per me, per i giocatori e per la società. Poi sarà la società, parlando con lui, a decidere in quale direzione è meglio che agisca

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.