Serie A, lite tra Zukanovic e Pereira: multa e soldi in beneficenza

Nell'intervallo della partita persa con l'Udinese i due avevano avuto un confronto duro. La società è intervenuta, i giocatori si sono già chiariti e riappacificati.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Inutile nascondere la testa sotto la sabbia. Molto più produttivo ammettere le cose e provare a trarne insegnamento. Il Genoa si è mosso così. Non ha nascosto una notizia scomoda, al contrario: ha deciso di confermarla e di mandare un messaggio non solo ai propri giocatori, ma anche agli appassionati. Specie ai più giovani. Perché calciatori e società di Serie A dovrebbero essere un esempio.

Tutto è successo a Udine, durante l'intervallo della partita persa con l'Udinese. I rossoblù erano in difficoltà e Zukanovic ha ripreso Pedro Pereira evidenziandone gli errori commessi nella prima frazione di gioco. Il portoghese non ha gradito i rimproveri, rispondendo con fermezza.

Il nervosismo è aumentato, la discussione si è fatta seria. Chi era presente allo stadio per l'anticipo della Serie A giura di aver sentito urla e porte sbattute, anche se i due non dovrebbero essere arrivati alle mani. A calmare la situazione è intervenuto, in quanto leader dello spogliatoio, Miguel Veloso, che è riuscito a placare gli animi. Al termine della partita il tecnico Cesare Prandelli ha confermato l'accaduto:

Ci sono stati momenti di tensione fra due giocatori, ma capita. Prenderemo dei provvedimenti

Cesare Prandelli, tornato ad allenare in Serie A dopo 8 anni
Cesare Prandelli, tornato ad allenare in Serie A dopo 8 anni

Serie A, il Genoa multa Zukanovic e Pereira: i soldi andranno in beneficenza

E i provvedimenti sono infatti arrivati subito. Il tecnico Prandelli ha radunato già ieri mattina la squadra a Villa Rostan per analizzare la partita persa con l'Udinese e parlare di quanto accaduto nell'intervallo. Serviva un confronto a spogliatoio riunito. L'intenzione è quella di ripartire subito in vista del turno infrasettimanale che i rossoblù giocheranno a Marassi contro l’Inter.

Zukanovic ha quindi chiesto scusa e l'episodio è stato archiviato: i due giocatori non rischiano l'esclusione contro l'Inter. Nonostante questo però la società ha deciso (comunicandolo pubblicamente) di multare entrambi per mandare un segnale sia ai giocatori che agli appassionati. Perché il rispetto per il prossimo non deve mai mancare. E sfruttare un episodio spiacevole per fare beneficenza (la multa verrà donata ai più sfortunati) è lodevole. Inutile d'altronde nascondere la testa sotto la sabbia. Le squadre di Serie A dovrebbero sempre cercare di dare l'esempio. Come fatto dal Genoa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.