Calciomercato: 5 talenti da seguire nelle qualificazioni per Euro 2020

Saranno tanti i nuovi calciatori che si metteranno in luce nelle prossime qualificazioni ad Euro 2020. Ecco i primi cinque che infiammeranno il prossimo calciomercato estivo.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Da giovedì a sabato parte il primo turno di partite di qualificazione ai prossimi Europei 2020, un momento fondamentale non solo per capire chi potrà partecipare al prossimo torneo continentale, in quanto con l’allargamento a 24 squadre per le grandi è quasi d’obbligo il passaggio, ma anche per comprendere quali sono i nuovi rapporti di forza in un calcio europeo in grande sconvolgimento. Da una parte stanno calando le grandi degli ultimi cinque anni, Germania in primis, che deve ricostruire ripartendo da calciatori giovani, così come la Croazia, in flessione dopo aver raggiunto l’apice della finale mondiale.

Dall’altra ci sono le grandi escluse di Russia 2018, Italia e Olanda, che propongono giovani interessanti, grazie ai quali costituire l’ossatura di squadre di nuovo all’altezza, la Francia, campione del mondo e con pochi dubbi, in quanto è ancora team giovane e sempre fortissimo, mentre la Spagna, che ha bisogno di nuova linfa, deve trovare nuovi riferimenti dopo che campioni come Iniesta hanno detto basta. Altro gruppo che dovrebbe restare ad alto livello è il Belgio, mentre all’Inghilterra si chiede un definitivo salto di qualità, grazie ai tanti giovani talenti già con una buona esperienza internazionale dopo l’ottimo Mondiale.

In questa nuova pagina che il calcio europeo dovrà mostrare, ci sono poi tanti calciatori, non solo appartenenti alle grandi Nazionali, che possono utilizzare la vetrina delle qualificazioni europee e poi del torneo itinerante del prossimo anno, per mettersi in luce. I primi nomi che vengono in mente sono James Forrest della Scozia, un esterno perfetto per il calcio contemporaneo e in grado di fare cinque gol nelle ultime due partite in Nazionale, Valentino Lazaro, centrocampista austriaco che sta facendo una grande stagione all’Hertha Berlino, Willi Orban, difensore del Lipsia che sta dimostrando di essere uno dei migliori centrali della Bundesliga sia in fase difensiva che di proposizione di gioco. Accanto a questi e tanti altri gioielli da scoprire, indichiamo i cinque calciatori da tenere subito d’occhio in ottica calciomercato.

Barella, grande talento del Cagliari, cercato da tutti i top team italiani
Le prossime partite di qualificazione ad Euro 2020, serviranno a Barella per dimostrare tutto il suo potenziale.

Euro 2020: i 5 talenti delle qualificazioni che infiammeranno il prossimo calciomercato

Dennis Praet

A causa delle assenze forzate di De Bruyne e Witsel, l’allenatore del Belgio, Roberto Martinez, potrebbe affidarsi fin dal primo minuto a Dennis Praet, uno degli uomini più cresciuti della Sampdoria e in generale del nostro campionato. Praet è bravo nel fare tante cose e ha anche buone doti di finalizzazione.

Martinez contro la Russia in casa e il Cipro fuori potrebbe provare un centrocampo del tutto nuovo, con Dembele, perno del vecchio gruppo, e i vari Tielemans, Dendoncker e appunto Praet con nuove e più alte responsabilità. In Italia Praet è seguito con attenzione da Napoli e Roma e queste partite potrebbero essere l’innesco giusto per l’acquisto definitivo, ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi sui 15-20 milioni di euro.

Joao Felix

I calciatori portoghesi nati nel 1999 stanno facendo già impazzire il calciomercato della prossima estate. Diogo Dalot si è già accasato al Manchester United, ma gli altri sono tutti da comprare il prima possibile. Francisco Trincao, Rafael Leão, che sta giocando una buona stagione al Lille, Florentino Luís, un centrocampista che può diventare un craque, sono tutti sui taccuini di mezza Europa, ma il sogno di tutti i top team è Joao Felix del Benfica.

Fernando Santos per le due partite contro Ucraina e Serbia lo ha convocato e il giovane attaccante troverà in ritiro gente da cui può solo imparare, come Bernardo Silva, André Silva e soprattutto Cristiano Ronaldo, che torna in Nazionale quando più conta. Su Joao Felix ci sono tutti, ma in maniera pressante la Juventus, che vuole accompagnare il “suo” CR7 verso la fine della carriera insieme al suo erede più probabile. Un’operazione interessante che può portare benefici per il presente e il futuro dei bianconeri.

View this post on Instagram

❌❌❌

A post shared by Donny van de Beek (@donnyvdbeek) on

Donny van de Beek

L’Ajax visto negli ottavi di Champions League al Bernabeu ha fatto innamorare tutti gli amanti del calcio. A guidare tatticamente la squadra sono Frenkie de Jong, già opportunamente acquistato da un oculato Barcellona per il prossimo anno, e Donny van de Beek, il gemello, forse meno glamour del primo, ma molto utile in una squadra di calcio. Se vogliamo fare paragoni con un Ajax di qualche anno fa, de Jong è più simile a Seedorf, tuttocampista capace di destreggiarsi in ogni parte del campo, van de Beek è più simile a Davids, sicuramente con minore ferocia atletica ed energia, ma con la stessa capacità di essere presente sempre per la sua squadra, creando in continuazione vantaggi.

Donny va de Beek sarebbe perfetto per squadre come Chelsea, Liverpool, un Real Madrid che vuole ripartire dal centrocampo e lo vediamo difficilmente accostabile ad un club italiano, in quanto se crescerà ancora e dimostrerà tanto anche in maglia Orange, il suo valore salirà alle stelle.

Nicolò Barella

Su Nicolò Barela ci sono le prime cinque squadre dell’attuale classifica italiana, il che ha fatto già partire un’asta al rialzo per il prossimo calciomercato. Tanti altri club, soprattutto inglesi, hanno messo gli occhi sul centrocampista del Cagliari, ma a loro serve una fase di test più probanti, in cui valutare il talento di questo ragazzo che dovrebbe andare via con un investimento che sfiora i 40 milioni.

Ecco perché le prime due partite delle qualificazioni europee per l’Italia, contro Finlandia e Lichtenstein, sono molto importanti per valutare anche la crescita di Barella, dimostratosi già perfettamente a suo agio in maglia azzurra nelle prove della passata Nations League. Se Barella continua a giocare con personalità ed efficacia anche in maglia Italia, a giugno ci potrebbe essere un gioco al rialzo sul suo nome che non si sa ancora dove può portare.

Declan Rice

Declan Rice è giovane, essendo un classe 1999, ma calcisticamente ha già una storia molto burrascosa. Inizia nelle giovanili del Chelsea, dove è uno dei tanti ragazzi che potrebbero diventare davvero grandi, ma nel 2014 passa al West Ham, dove fa l’intera trafila ed esordisce in Premier League nel 2017. Da quel momento è solo un crescendo per questo difensore-centrocampista, bravo soprattutto nell’impostare la manovra.

Anche con le Nazionali ha una storia di passaggi di casacca. Grazie ai nonni irlandesi ha anche questa cittadinanza, oltre a quella inglese e, dopo aver rappresentato i Boys in Green nelle squadre giovanili, gioca nella Nazionale maggiore contro Turchia, Francia e USA. Sono tutte amichevoli e, notando il suo percorso di crescita così interessante, l’FA inglese lo contatta e proprio per queste prossime partite di qualificazione lo chiama. Rice sarà di sicuro al centro di tante trattative inglesi nel prossimo calciomercato, con Arsenal e Chelsea in prima fila.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.