Bernardeschi: "Squalificare Cristiano Ronaldo sarebbe una follia"

Il giocatore della Juventus parla dal ritiro della Nazionale: "Stava solo esultando, è un fenomeno. Un consiglio a Chiesa per il futuro? Sceglierà bene da solo".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo settimane intense con la maglia della Juventus, Federico Bernardeschi cerca di concentrarsi sulla maglia della Nazionale e l'ex Fiorentina ci arriva carico da una delle prestazioni migliori della sua carriera: quella nella vittoria per 3-0 contro l'Atletico Madrid firmata dalla tripletta di Cristiano Ronaldo.

Il fantasista di Carrara ha subito trovato un'intesa speciale con CR7 ed è stato fondamentale nel successo contro il Colchoneros dando al portoghese l'assist per il primo gol e conquistando il calcio di rigore per il terzo. Ora per lui è arrivato il momento di prendersi anche l'Italia di Mancini che inizia la marcia verso Euro2020.

Bernardeschi è stato protagonista della conferenza stampa di oggi dal ritiro della Nazionale in vista delle partite di qualificazione contro la Finlandia e il Liechtenstein. Ed è tornato anche sulla possibile squalifica di Cristiano Ronaldo in Champions League.

Juventus, Bernardeschi parla di Cristiano Ronaldo
Juventus, Bernardeschi difende Cristiano Ronaldo dalla possibile squalifica

Bernardeschi: "La squalifica a Cristiano Ronaldo sarebbe folle"

Parlando ai giornalisti, il giocatore della Juventus si è detto molto fiducioso sul futuro della nuova Nazionale guidata da Mancini con la speranza che dopo la delusione dei Mondiali 2018 si torni a giocare (e bene) un grande torneo.

Siamo un bel gruppo e siamo sulla buona strada. Ci sono tanti talenti su cui possiamo puntare, l'importante è non giudicarli subito e dargli tempo di crescere.

Bernardeschi ha poi parlato di Cristiano Ronaldo, con cui ha subito avuto un'ottima intesa: ieri l'UEFA ha ufficializzato l'avvio di un provvedimento disciplinare nei suoi confronti per il gesto dopo la partita con l'Atletico ma il compagno di squadra di CR7 esclude che ci possano essere pesanti sanzioni.

La sua era solo un'esultanza, una squalifica sarebbe folle. È un fuoriclasse che fa la differenza ovunque va.

Infine il classe '94 ha voluto parlare di un altro grande talento che sta crescendo nella Fiorentina proprio come lui: quel Federico Chiesa che grazie ai passi avanti fatti in questa stagione è ora un punto fermo della Nazionale.

È fortissimo e continua a migliorare. Un consiglio per il suo futuro? Deciderà lui autonomamente, è abbastanza maturo per farlo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.