Classifica Formula 1, piloti e costruttori: primo Lewis Hamilton

Parte la stagione di Formula 1 2019. Si inizia il 17 marzo col Gran Premio d'Australia e si chiude il 1 dicembre ad Abu Dhabi, dopo 21 tappe.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ha avuto inizio il 17 marzo col GP d'Australia la stagione 2019 di Formula 1, che vede piloti e costruttori impegnati per 21 Gran Premi fino al 1 dicembre, giorno di chiusura col GP di Abu Dhabi.

Gli unici Gran Premi con orari 'scomodi' per l'Italia e l'Europa sono proprio il GP di Melbourne e il GP del Giappone del 13 ottobre. L'appuntamento col Gran Premio d'Italia è fissato invece per giorno 8 settembre alle 15.10.

Il weekend che ha dato il via al Gran Premio d'Australia si è aperto con la morte di Charlie Whiting, storico direttore di corsa scomparso all'età di 66 anni dopo un'embolia polmonare. Whiting aveva il compito di controllare le monoposto prima delle partenze, controllare il corretto funzionamento del semaforo e far sì che i piloti di Formula 1 rispettassero tutte le regole di sicurezza.

Lewis Hamilton guida la MercedesGetty Images
Formula 1: Lewis Hamilton si è aggiudicato il titolo con la Mercedes

Formula 1 2019: la classifica piloti e costruttori

La scorsa stagione ha visto il trionfo di Lewis Hamilton alla guida della Mercedes: con 408 punti, il pilota inglese ha ottenuto il suo secondo titolo consecutivo, il quinto in carriera dopo i successi del 2008 (McLaren), 2014 e 2015. Alle sue spalle Sebastian Vettel, che quest'anno ha l'obiettivo di riportare al successo la Ferrari: il titolo mondiale manca infatti dal 2007 grazie al successo di Raikkonen. La prima tappa della Formula 1 2019 è stata come detto il Gran Premio d'Australia in programma a Melbourne il 17 marzo alle 16.10 (7.10 ora italiana). Ecco di seguito la classifica piloti della Formula 1 aggiornata al 23 giugno 2019:

  1. Lewis Hamilton 197 punti
  2. Valtteri Bottas 166
  3. Max Verstappen 126
  4. Sebastian Vettel 123
  5. Charles Leclerc 105
  6. Pierre Gasly 43
  7. Carlos Sainz 30
  8. Lando Norris 22
  9. Kimi Raikkonen 21
  10. Daniel Ricciardo 16
  11. Nico Hulkenberg 16
  12. Kevin Magnussen 14
  13. Sergio Perez 13
  14. Daniil Kvyat 10
  15. Alexander Albon 7
  16. Lance Stroll 6
  17. Romain Grosjean 2
  18. Antonio Giovinazzi 1
  19. George Russell 0
  20. Robert Kubica 0

Per quanto riguarda i team, confermate le squadre: Lewis Hamilton farà coppia con Bottas alla guida della Mercedes; insieme a Vettel ci sarà la promessa Leclerc sulla Ferrari; sulla Red Bull Verstappen e Gasly, mentre Ricciardo e Hulkenberg restano alla guida della Renault. Ecco di seguito la classifica costruttori di Formula 1 aggiornata al 23 giugno 2019, la monoposto da battere è ancora la Mercedes:

  1. Mercedes 363 punti
  2. Ferrari 228
  3. Red Bull 169
  4. McLaren 52
  5. Renault 32
  6. Alfa Romeo 22
  7. Racing Point 19
  8. Toro Rosso 17
  9. Haas 16
  10. Wiliams 0

Il calendario della Formula 1 2019

  • GP Australia: 17 marzo ore 16.10 - (7.10 ora italiana)
    • Bottas - Mercedes
    • Hamilton - Mercedes
    • Verstappen - Red Bull
  • GP Bahrain: 31 marzo ore 18.10 - (17.10 ora italiana)
    • Hamilton - Mercedes
    • Bottas - Mercedes
    • Leclerc - Ferrari
  • GP Cina: 14 aprile ore 14.10 - (8.10 ora italiana)
    • Hamilton - Mercedes
    • Bottas - Mercedes
    • Vettel - Ferrari
  • GP Azerbaijan: 28 aprile ore 16.10 - (14.10 ora italiana)
    • Bottas - Mercedes
    • Hamilton - Mercedes
    • Vettel - Ferrari
  • GP Spagna: 12 maggio ore 15.10 
    • Hamilton - Mercedes
    • Bottas - Mercedes
    • Verstappen - Red Bull
  • GP Monaco: 26 maggio ore 15.10
    • Hamilton - Mercedes
    • Vettel - Ferrari
    • Bottas - Mercedes
  • GP Canada: 9 giugno ore 14.10 - (20.10 ora italiana)
    • Hamilton - Mercedes
    • Vettel - Ferrari
    • Leclerc - Ferrari
  • GP Francia: 23 giugno ore 15.10
    • Hamilton - Mercedes
    • Bottas - Mercedes
    • Leclerc - Ferrari
  • GP Austria: 30 giugno ore 15.10
    • Verstappen - Red Bull
    • Leclerc - Ferrari
    • Bottas - Mercedes
  • GP Gran Bretagna: 14 luglio ore 14.10 - (15:10 ora italiana)
  • GP Germania: 28 luglio ore 15.10
  • GP Ungheria: 4 agosto ore 15.10
  • GP Belgio: 1 settembre ore 15.10
  • GP Italia: 8 settembre ore 15.10
  • GP Singapore: 22 settembre ore 20.10 - (14.10 ora italiana)
  • GP Russia: 29 settembre ore 14.10 - (13.10 ora italiana)
  • GP Giappone: 13 ottobre ore 14.10 - (7.10 ora italiana)
  • GP Messico: 27 ottobre ore 13.10 - (20.10 ora italiana)
  • GP Stati Uniti: 3 novembre ore 13.10 - (20.10 ora italiana)
  • GP Brasile: 17 novembre ore 15.10 - (18.10 ora italiana)
  • GP Abu Dhabi: 1 dicembre ore 17.10 - (14.10 ora italiana)

Formula 1: le novità della stagione 2019

Sul fronte delle novità introdotte nella stagione 2019 della Formula 1 troviamo le modifiche all'aerodinamica delle monoposto, decise lo scorso maggio. Adesso le monoposto devono avere un alettone più largo e un'ala anteriore semplificata. La decisione di cambiare gli spoiler ha l'obiettivo di migliorare i sorpassi e, di conseguenza, lo spettacolo. I piloti, infatti, trovano difficoltà nell'effettuare un sorpasso quando si trovano in scia dell'avversario, a causa dello spostamento d'aria della vettura che li precede. I nuovi alettoni, invece, dovrebbero facilitare i sorpassi in queste situazioni. 

Cambiamenti anche per quanto riguarda il peso delle monoposto della Formula 1, che per la stagione 2019 dovranno rispettare un peso minimo di 743 kg, 10 in più rispetto alla norma precedente: questa decisione è stata presa per compensare le ali più larghe e il nuovo serbatoio, che adesso peserà 5 kg in più, da 105 a 110kg. Ci saranno cambiamenti di posizione anche per quanto riguarda specchietti retrovisori, carenatura della protezione di sicurezza del casco (la Halo), e le luci posteriori, che adesso saranno installate anche sui piloni laterali dell'alettone posteriore.

Un'altra importante novità riguarda il punto bonus, che verrà assegnato al pilota che realizza il miglior giro, ma solo nel caso in cui questi sia classificato tra i primi 10. Questo significa che ci sono a disposizione, in tutta la stagione, 21 punti bonus a favore dei piloti.

Infine, un cambiamento anche nel peso di piloti, sedile ed equipaggiamento: il tutto non potrà pesare meno di 80kg, in modo tale da non dover sottoporre a diete troppo rigide i piloti più alti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.