Cagliari-Fiorentina: la morte del tifoso sardo fra lo scherno dei viola

Polemiche per i cori provenienti dal settore ospiti mentre l'uomo, che era stato colto da malore sugli spalti, veniva soccorso dai sanitari dell'ambulanza.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Gli scienziati dicono che ciò che ci rende superiori alle altre specie animali è la nostra capacità di capire i processi mentali degli altri, che ci permette dunque di provare sentimenti come l'antipatia e la simpatia, di capire le battute di spirito e di accorgerci se ci stanno ingannando. E pare anche che questa capacità abbia una sede ben precisa all'interno del nostro cervello, nella corteccia prefrontale destra. Il problema è che a volte, evidentemente, la disattiviamo e spesso lo facciamo in massa, anzi meglio in gregge. Questo deve essere successo ieri sera nel corso di Cagliari-Fiorentina.

I fatti: alla Sardegna Arena si giocava il match fra i locali e i viola. I rossoblù di Maran, si sa, da un po' di tempo hanno blindato il loro stadio, tanto che dopo Parma e Inter stavano facendo l'Ajax anche contro Chiesa & C. A 10 minuti dalla fine la partita era già segnata dalle reti di Joao Pedro e Ceppitelli, ma soprattutto da un dominio del campo quasi "olandese" da parte della squadra di casa.

I tifosi sugli spalti si esaltavano, i cori si sprecavano e la gioia per la salvezza del Cagliari ormai davvero a un passo era palpabile, fino a che la curva sud, quella del tifo locale, si è come fermata, impietrita, mentre veniva attraversata da un brivido.

Cagliari-Fiorentina, la gioia dei rossoblù dopo un gol
Cagliari-Fiorentina: sul campo è finita 2-1

Cagliari-Fiorentina: la morte del tifoso sardo e lo scherno degli ospiti

Un uomo si era appena accasciato sugli spalti, colto da un improvviso malore. I soccorsi arrivavano immediatamente dall'ambulanza a bordo campo, ma per Daniele Atzori, 45 anni, residente non lontano dal capoluogo, non c'era più niente da fare: è stato coperto con un telo bianco, lì, nel piazzale della curva sud. Ma la cosa se possibile ancora più grave è che, visti i movimenti frenetici dei sanitari che si avviavano di corsa verso la curva sud, alcuni tifosi del settore ospiti, evidentemente con la corteccia prefrontale destra momentaneamente disattivata, urlavano "Devi morire" all'indirizzo dell'uomo colto da malore.

Cagliari-Fiorentina nel ricordo di Davide Astori
Le due tifoserie si erano accomunate nel ricordo di Davide Astori

Ora, non abbiamo dubbi che vedendo il corpo di Daniele ormai coperto dal telo ciascuno di quei tifosi, momentaneamente trasformatisi in bestie, avrà provato profonda vergogna per quel coro becero, ma rimane comunque la domanda: perché? Una domanda ancora più spontanea nel giorno in cui le tifoserie di Cagliari e Fiorentina avevano appena celebrato insieme un grande campione, unite nel ricordo: perché Davide Astori sì e Daniele Atzori no? Mentre sui social infuriava immediata la polemica, Fausto Tagliabracci, tifoso viola di Portoferraio commentava disgustato:

Il calcio è diventato schifoso. Si capiva subito che stava succedendo qualcosa di grave sugli spalti, vergogna assoluta... Non è questo il calcio che amo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.