Champions League, gli squalificati e i diffidati di Ajax-Juventus

Olandesi senza Mazraoui e con cinque giocatori a rischio squalifica. Due diffidati in casa bianconera: Bernardeschi e Matuidi. Pericolo per Cristiano Ronaldo.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Quello tra Juventus e Ajax sarà uno degli scontri più interessanti dei quarti di Champions League. Bianconeri e lancieri hanno eliminato Atletico e Real Madrid grazie a due splendide rimonte e ad aprile si affronteranno con l'obiettivo di andare avanti nella competizione. Oltre ai gol saranno quindi importanti pure i cartellini, visto che le assenze potrebbero risultare molto influenti negli incontri successivi.

Come testimoniato dal regolamento della Champions League, un calciatore entra in diffida alla seconda ammonizione e viene squalificato alla terza. Successivamente, viene nuovamente diffidato al quarto cartellino giallo e squalificato al quinto.

Il conteggio delle ammonizioni si azzera in due occasioni: prima della fase a gironi e delle semifinali. Ciò vuol dire che tutti i diffidati torneranno al sicuro dopo i quarti, anche se coloro che rimedieranno un turno di squalifica nel match precedente alla semifinale, salteranno comunque la partita successiva.

Champions League, Matuidi della Juventus
Blaise Matuidi, uno dei due diffidati in casa Juventus (l'altro è Bernardeschi)

Champions League, Ajax-Juventus: squalificati e diffidati

Nell'andata dei quarti di finale, dal punto di vista delle squalifiche, mancherà solo Mazraoui, che ha ricevuto il terzo cartellino giallo contro il Real Madrid. L'Ajax, inoltre, ha ben cinque diffidati: Blind, de Ligt, Tagliafico, van de Beek e Ziyech. Di questi, soltanto Ziyech è stato ammonito contro i Blancos, visto che i primi quattro erano entrati in diffida già nel corso della fase a gironi della Champions League.

In casa Juventus la situazione è meno “pericolosa”, anche se Allegri non può permettersi di dormire sonni tranquilli. Gli unici diffidati bianconeri sono Matuidi e Bernardeschi: il francese è stato ammonito contro Manchester United e Valencia, il trequartista è stato invece sanzionato durante le gare con Young Boys e Atletico Madrid.

Champions League, il gesto di Cristiano Ronaldo
Il discusso gesto di Cristiano Ronaldo

A meno di clamorose decisioni, Cristiano Ronaldo dovrebbe far parte del match. Il portoghese ha copiato il gesto antisportivo di Simeone dopo il suo terzo gol, ma come il tecnico non dovrebbe subire squalifiche. Dall'UEFA non è arrivata ancora alcuna comunicazione, ma in Spagna sottolineano che l'esultanza dell'allenatore dei Colchoneros era rivolta ai propri tifosi, mentre quella di CR7 era indirizzata al settore ospiti. Per questo motivo, Ronaldo potrebbe ricevere un turno di squalifica, anche se il vice presidente Pavel Nedved ha dichiarato di non temere sanzioni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.