Calciomercato: pronti 500 milioni per ricostruire il Real Madrid

Florentino Perez ha convinto Zidane con un contratto di 12 milioni e la promessa che sul mercato non saranno spesi meno di 500 milioni per ricostruire una grande squadra.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il tonfo del Real Madrid negli ottavi di Champions League, dopo la sconfitta in Copa del Rey contro il Barcellona e una Liga opaca, è stato fragoroso e atteso. Due aggettivi che ne fanno un disastro davvero storico. Fragoroso perché tutti i calciatori che hanno giocato in questa stagione hanno reso sotto le aspettative, tranne Vincius che è un ottimo prospetto da far crescere in una situazione più "normale". La maggiore parte di loro ha contribuito a creare un ambiente tossico, in cui rivalità interne, invidie di spogliatoio e di stipendio, dissapori con i due tecnici sedutisi sulla panchina blanca da inizio anno hanno fatto scoppiare l’ambiente.

Il fatto che sia stato un crollo per certi versi atteso va a colpevolizzare ancora di più la società, che non è riuscita a capire che la barca stesse andando sempre più velocemente verso il baratro. Nel momento in cui nel calciomercato dell’estate scorsa Cristiano Ronaldo ha detto addio per scegliere la Juventus, e a ruota anche Marcelo e Modric hanno chiesto la cessione, Perez non ha capito che doveva entrare con forza nelle trattative per i calciatori più forti, sia per rinforzare una squadra che aveva perso 50 gol a stagione, sia per tranquillizzare gli altri grandi campioni e capi dello spogliatoio, per ribadire che il Real Madrid era ancora la squadra padrona d’Europa.

Ora che tutto è saltato, Florentino Perez si ritrova con un anno di ritardo a rimettere in piedi ambiente e squadra, con la pressione sempre più forte di alcuni dei suoi calciatori desiderosi di andare a monetizzare da qualche altra parte, dove ci sono anche altre sfide stimolanti da vincere. Il presidente si trova di fronte ad una sola possibilità, ovvero quella di dominare il calciomercato prossimo e già si parla di 500 milioni di euro promessi a Zidane, per farlo tornare a bordo, e ai calciatori più refrattari per convincerli che il Real Madrid questa volta ripartirà davvero.

Eden Hazard, uno dei calciatori più interessanti per ricostruire il Real MadridGetty Images
In difficoltà al Chelsea, Zidane vuole Eden Hazard per ricostruire un grande Real Madrid.

Il Real Madrid si prepara per un calciomercato stellare: pronti 500 milioni di euro

L’indiscrezione è uscita sulle pagine de L’Equipe, giornale da sempre vicino alle sorti e alla carriera di Zinedine Zidane. Oltre ai 12 milioni all’anno voluti dal francese per tornare sulla panchina del Real Madrid, Zizou ha chiesto anche un impegno colossale nel prossimo calciomercato estivo.

Zidane era andato via da Madrid proprio perché aveva la percezione netta che la squadra tre volte campione d’Europa non stesse più unita come prima. Troppa gente che non aveva più stimoli e voleva altri tipi di sfide. C’era bisogno di una rivoluzione, che è sempre difficile fare quando i tuoi calciatori sono ormai degli eroi acclamati.

Il ritorno a casa di Zidane è stato richiesto da Perez, che questa volta ha acconsentito a tutte le richieste del tecnico, ancora più esose di quelle fatte per restare. In primo luogo lo stipendio, arrivato a 12 milioni di euro e poi le spese necessarie per allestire la nuova squadra. Perez non ha battuto ciglio e gli ha promesso 500 milioni d’investimento, per costruire un Real Madrid di nuovo vincente.

I nomi per la rifondazione

Se il portiere è stato l’unico acquisto pesante dell’estate scorsa, con Courtois che non dovrebbe muoversi, come anche i due centrali di difesa, Sergio Ramos e Varane (con Militao già acquistato), sulle fasce potrebbero esserci movimenti. Marcelo vuole la Juventus, per tornare a giocare con Cristiano Ronaldo e Carvajal ormai non rende più come una volta. I nomi in ballo come terzini sono a destra Sarr del Rennes, in cima alla lista, perfetto per un ruolo a tutta fascia dove la sua corsa può essere devastante, mentre a sinistra l’idea è prendere José Gayà del Valencia.

A centrocampo ci si gioca il futuro della squadra. Casemiro dovrebbe restare, perno della squadra su cui Zidane di sicuro ripartirà, dopo averlo imposto titolare a dispetto dei dettami presidenziali, ma bisogna capire quanto ne abbiano ancora e quanto voglia di restare ci sia per Kroos e Modric, il "think tank" migliore al mondo fino ad oggi. Il tedesco non ha mai fatto trapelare la voglia di lasciare il Real, ma quest’anno ha faticato davvero tanto, dopo un Mondiale in apnea. Il croato invece voleva l’Inter, per raggiungere i compagni di nazionale Brozovic, Perisic e Vrsaljko e questa estate potrebbe ripartire all’attacco dei nerazzurri.

Se i due partono, sostituirli sarà difficilissimo e soprattutto molto costoso. Si dovranno puntare calciatori come Pogba, Pjanic, van de Beek, Bernardo Silva, Eriksen, De Bruyne e comprarne due fra questi significherebbe arrivare vicino ai 200 milioni di spesa.

E infine l’attacco. Benzema ha dimostrato anche in questa stagione di essere un centravanti molto utile, con buone doti realizzative. Ma se si vuole fare la rivoluzione potrebbe andare via, come tutti gli altri compagni di reparto, tranne Vinicius. I nomi che potrebbero far diventare spaziale il calciomercato del Real Madrid sono Hazard, Harry Kane, Dybala, Mbappé o Neymar, Aguero, tutti calciatori che per un motivo o per l’altro possono lasciare l’attuale squadra e accasarsi in un Real Madrid tutto nuovo.

I nomi ci sono, i soldi di Perez sono stati promessi, l’allenatore ha stipendio e garanzie per ripartire sul serio. Se tutto va come preventivato, il prossimo calciomercato sarà uno scoppio dopo l’altro, con il Real Madrid che potrebbe rivoluzionare equilibri e squadre in Europa e non solo. Bisogna solo attendere giugno e l’inizio di questo grande vortice.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.