Juventus-Atletico, Caressa: "La telecronaca? La rifarei uguale"

Il cronista è stato criticato per l'enfasi mostrata nella partita di martedì: "Nel 2010 mi davano dell'interista, l'anno scorso del romanista. Non cerco consenso".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La serata di Juventus-Atletico Madrid è stata decisamente da ricordare per tutti i tifosi dei Campioni d'Italia, quasi sorpresi dalla grande impresa della squadra bianconera capace di ribaltare la situazione dopo il 2-0 dell'andata al Wanda Metropolitano. Molti di loro hanno vissuto questa emozione accompagnata dalla voce di Fabio Caressa.

Lo storico telecronista di Sky Sport era in postazione di commento insieme a Beppe Bergomi per la sfida dell'Allianz Stadium e ha raccontato con grande enfasi le gesta della squadra di Allegri e soprattutto di Cristiano Ronaldo, autore della tripletta decisiva che ha portato i suoi ai quarti di finale.

In molti hanno messo nel mirino Caressa, in particolare sui social network, per i toni della sua telecronaca e oggi il giornalista romano ha voluto spiegare il suo operato in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera negando di avere simpatie particolari nei confronti della Juventus.

Juventus-Atletico Madrid, Caressa risponde alle accuseGetty Images
Caressa respinge le critiche dopo Juventus-Atletico Madrid

Caressa risponde alle critiche per la cronaca in Juventus-Atletico Madrid: "Rifarei tutto"

Con le sue parole Caressa ha parlato della polemica che lo ha visto protagonista, chiarendo che la sua intenzione era solo quella di esaltare la partita vista la grande importanza che la sfida aveva per i tifosi della Juventus.

Succede sempre, nel 2010 mi davano dell'interista e l'anno scorso con la Roma in Champions tifavo per loro. La verità è che non sono tifoso e che Juventus-Atletico era importante per i tifosi, per il calcio italiano e per Sky.

La polemica non è una novità in questa stagione, dopo la discussione scatenata del duo composto da Riccardo Trevisani e Daniele Adani in occasione di Inter-Tottenham. Secondo Caressa bisogna smetterla di attaccare i cronisti per come commentano le partite delle squadre italiane in Europa.

Sono exploit che vanno raccontati in un certo modo, rifarei tutto. Il mio è un lavoro, con tutte le cose che devo seguire mentre commento non sto certo a pensare alla squadra per cui tifo. Non ho bisogno di cercare il consenso, sono un giornalista e non un politico.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.