Europa League, le pagelle di Salisburgo-Napoli: Milik è decisivo

Il gol di Milik manda il Napoli ai quarti di finale. Il Salisburgo non molla e vince una partita intensa. Si fa male Chiriches. Bene l'attaccante polacco, sorprende Szoboszlai.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Napoli perde a Salisburgo, ma è sconfitta indolore perché il gol di Milik a inizio partita affonda le speranze avversarie e spedisce gli azzurri ai quarti di finale di Europa League. La squadra di Rose però va applaudita perché non molla un centimetro e gioca come se la qualificazione fosse in gioco fino all'ultimo secondo. Gli austriaci s'impongono 3-1 e alla luce di questo risultato assumono importanza vitale le parate effettuate da Meret una settimana fa al San Paolo.

Il Napoli passa subito con Milik, il polacco in spaccata sfrutta un errore in uscita di Mwepu e poi un malinteso dei difensori di casa. Il gol del polacco però spegne la squadra di Ancelotti e il Salisburgo impone un ritmo alto che si fatica a tenere. Il pareggio di Dabbur arriva anche per un errore grave di Allan. E già questa è una notizia. Nella ripresa Rose azzecca i cambi e Guldbransen fa 2-1. 

Il Napoli fatica a gestire, affiora un po' di stanchezza e prima Dabbur coglie un palo, poi Leitgeb cala il tris quando la partita è ormai agli sgoccioli. Perde il Napoli, ma può sorridere perché domani nell'urna di Nyon ci sarà il suo nome per il sorteggio dei quarti. L'obiettivo è raggiunto, la corsa europea continua.

Europa League, il Napoli va ai quartiGetty Images

Europa League, Salisburgo-Napoli: le pagelle

Salisburgo (4-3-1-2): Walke 5,5; Lainer 6, Ramalho 6, Onguene 5,5, Ulmer 5,5; Mwepu 5 (dal 58' Gulbrandsen 6,5), Samassekou 6, Szobozslai 6,5 (dal 73' Leitgeb sv); Wolf 6; Minamino 5,5 (dall'86' Haland), Dabbur 6,5. All. Rose 6,5

Napoli (4-4-2): Meret 5,5; Hysaj 5,5, Chiriches 6 (dal 76' Malcuit sv), Luperto 5,5, Mario Rui 6; Callejon 6, Allan 5,5, Fabian Ruiz 6, Zielinski 6 (dal 73' Diawara sv); Mertens 6, Milik 6,5. All. Ancelotti 6

I migliori

Milik 6,5

Non una partita appariscente quella del centravanti polacco che, però, ha un'occasione e mezza e con questo non proprio ricco piatto nel quale tuffarsi, riesce comunque a essere nel posto giusto al momento giusto e realizzare il gol che spedisce il Napoli ai quarti di Europa League. Secondo centro europeo per Milik che conferma di vivere un momento di forma non male con il quarto gol nelle ultime quattro gare giocate. Come detto, poi, i compagni non lo assistono granché e la sua partita è più che altro di sacrificio.

Szobozslai 6,5

Deve compiere ancora 19 anni e questa mezzala mancina ungherese conferma di essere un prospetto da tenere d'occhio. Ha fisico e tecnica, corsa e intelligenza tattica, tutto quello che serve per diventare un centrocampista di alto livello. La sua prima presenza in Europa League è da giocatore vero, è lui a intercettare il pallone che Allan sbaglia e poi a servire a Dabbur la palla del pareggio con tempi e giri perfetti. Non sbaglia praticamente mai la scelta, da quella parte mette spesso in difficoltà Callejon e Hysaj. Esce stremato.

Dabbur 6,5

Il Siviglia già lo ha preso, lasciandolo in prestito per sei mesi al Salisburgo e si capisce perché. Otto gol in questa Europa League, 24 in stagione, lo scorso anno si era fermato a 29. Segna il gol che riaccende non tanto le speranze dei suoi, quanto l'entusiasmo dello stadio della Red Bull Arena. Quando si muove in area si capisce che l'isrealiano è giocatore di livello, giocatore adatto a un palcoscenico come sarà quello su cui si muoverà nella prossima stagione. Nel finale grande giocata in mezza rovesciata e palo. Sarebbe stata doppietta e conferma di un talento importante.

Europa League, Minamino tra i peggiori in Salisburgo-NapoliGetty Images

I peggiori

Mwepu 5

È un '98 e ha ottime qualità. Soprattutto fisiche. Insomma il ragazzo si farà e Salisburgo è luogo ideale per crescere. Ma la serata dello zambiano non è di quelle memorabili. Perde lui la palla sanguinosa che poi il Napoli fa diventare oro segnando con Milik il momentaneo 0-1 e il gol che di fatto chiude il discorso qualificazione. Buona volontà tanta, ma altrettanta confusione nel resto della partita di Mwepu. Rose lo toglie dopo meno di un'ora, in mezzo sicuramente il meno ispirato dei suoi. 

Allan 5,5

Vederlo nella sezione "peggiori" è una rarità, ma questo dimostra che pure lui è capace di serata da umano. La leggerezza che apre le porte al pareggio del Salisburgo è una cosa non da Allan. Soprattutto perché è un errore dettato dalla superficialità e dalla poca concentrazione, vizi che di solito non fanno parte del suo gioco. Il resto della sua partita è di corsa e sostanza, di presenza comunque preziosa, anche se meno brillante del solito. 

Minamino 5,5

Poca roba il giapponese che lo scorso anno aveva segnato all'Olimpico contro la Lazio. Gira al largo, non entra mai nel vivo della manovra offensiva dei suoi, anche nel momento di massimo sforzo della squadra. Un paio di buone conclusioni dalla distanza, ma nessun brivido particolare per il Napoli. Nelle intenzioni di Rose doveva dare supporto a Dabbur e impegnare i centrali degli azzurri. Non fa nessuna delle due cose. Innocuo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.