Cristiano Ronaldo e il gesto nel mirino dell'UEFA: rischia una squalifica

Lo sfogo a fine gara e il presunto insulto rivolto ai tifosi dell'Atletico Madrid potrebbero costare cari al portoghese se l'UEFA rilevasse irrisione nei confronti degli avversari.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Adesso le voci cominciano a circolare con maggiore insistenza: il gesto á la Simeone che Cristiano Ronaldo ha rivolto, e reiterato, nei confronti dei tifosi dell'Atletico Madrid al termine del match di ritorno degli ottavi di Champions League, potrebbe costare caro al portoghese.

E non è tutto, perché a quanto pare poco prima CR7, corso a esultare sotto la curva dei sostenitori dei Colchoneros, li avrebbe anche apostrofati, secondo diverse fonti spagnole, poco carinamente hijos de puta.

Alcuni media iberici sostengono che il comportamento di Cristiano Ronaldo sia già nel mirino del Comitato di Controllo, Etica e Disciplina dell'UEFA, che già si era occupato del caso simile di cui era stato protagonista nel match di andata l'allenatore dell'Atletico Diego Simeone.

Cristiano Ronaldo huevosGetty Images
Cristiano Ronaldo nel gesto de los huevos

Cristiano Ronaldo nel mirino dell'UEFA: rischia una squalifica

Scusatosi per l'atto, il Cholo la sfangò con 20mila euro di multa e nulla più. Tutto lì, dunque, quello che rischierebbe Cristiano Ronaldo? In realtà la questione è più complessa e sembra essere di lana caprina: i due gesti sono uguali? In linea di massima sì, al di là del fatto che il portoghese lo abbia ripetuto due volte. Sono osceni? Sì, allo stesso modo. Quindi il portoghese metta da parte la sommetta, che non gli cambierà la vita, e non se ne parli più. Troppo facile, dicono in Spagna.

Cristiano Ronaldo JuventusGetty Images

Si fa un po' fatica a crederlo, ma secondo fonti iberiche, quello che l'UEFA potrebbe punire, infatti, non è tanto il gesto osceno in se stesso, quanto la sua intenzione, cioè verso chi fosse rivolto il gesto stesso. Quello del giocatore, che era diretto ai tifosi dell'Atletico Madrid, potrebbe essere considerato lesivo dei principi di lealtà sportiva, in quanto irridente nei confronti degli avversari (sezione 2 dell'articolo 11 del Codice Disciplinare che parla al punto B di condotta antisportiva).

Sarà, ma los huevos sono sempre los huevos, o no? Diverso sarebbe il caso, invece, se fosse dimostrato che davvero CR7 abbia pesantemente insultato i tifosi avversari. Ma che cosa rischia in concreto Cristiano Ronaldo? Secondo Mundo Deportivo lo juventino potrebbe pure essere sottoposto a squalifica, anche se non manca di sottolineare come l'UEFA si sia già dimostrata benevola in passato nei suoi confronti. La campagna per la finale, insomma, è già cominciata.

Anche Neymar sotto inchiesta

Da un'inchiesta ancora di là da venire a una già in atto: l'UEFA, infatti, ha messo sotto indagine Neymar per le sue dichiarazioni fortemente critiche - eufemismo, il brasiliano si sfogò così: "È una vergogna. Mettono quattro persone che non capiscono nulla di calcio a guardare un'azione al replay, ma vaf***lo" - nei confronti dello staff arbitrale di PSG-Manchester United, reo a suo parere di aver concesso un rigore ai Red Devils proprio negli ultimi istanti di gara. Rigore che, realizzato da Rashford, era valso l'eliminazione della squadra parigina. Anche O'Ney, che è fermo da quasi due mesi per un infortunio al piede destro, rischia dunque una squalifica che, però, sconterebbe nella prossima stagione.

Neymar in tribunaGetty Images
Neymar in tribuna contro il Manchester United

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.