Juventus, missione Champions League: i rivali dei quarti di finale

Superato l'Atletico Madrid ora i bianconeri vogliono arrivare fino in fondo. Venerdì alle 12 ci sarà il sorteggio dal quale usciranno gli abbinamenti fino alle semifinali.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo la notte perfetta dell'Allianz Stadium, la Juventus attende il sorteggio che, nella sede dell'Uefa di Nyon, venerdì 15 marzo alle 12 abbinerà le squadre per i quarti di finale e definirà già il percorso delle semifinali.

Naturalmente ora i tifosi non vedono l'ora di conoscere la prossima avversaria, anzi in linea di massima le prossime avversarie, della loro squadra del cuore, perché, sollevato e scagliato lontano il macigno dello 0-2 subito al Wanda, ora tutti, club, giocatori e fan, quella Champions League tanto sognata vogliono portarla a casa.

Ma la prestazione monstre contro la squadra di Simeone ha messo bene in chiaro una cosa, se mai ce ne fosse stato bisogno: non è la Juventus a doversi preoccupare di chi le riserverà il sorteggio, sono piuttosto gli altri a dover guardare con apprensione la boule dei bianconeri nell'urna.

Juventus Cristiano RonaldoGetty Images

Juventus, missione Champions League: i rivali dei quarti di finale

Poi, certo, è chiaro che un percorso più morbido rende tutto più facile, ma con un Cristiano Ronaldo versione marziano e una squadra pronta a seguirlo oltre tutte le galassie nessun rivale può fare paura ai ragazzi di Allegri. Detto questo vediamo quali potrebbero essere gli avversari della Juventus in ordine, diciamo, preferenziale.

Porto**

La Roma di Champions League della scorsa stagione lo avrebbe fatto a fettine. La squadra di Conceiçao ha alcune buone individualità, forza fisica e gioca con grande dedizione ma, se pure sia da guardare con grande rispetto, l'impressione è che la sua corsa sia arrivata vicino alla fine.

Tottenham***

Un gradino sopra ci sono gli inglesi di Pochettino che in Coppa, dopo un avvio un po' incerto - vedi il girone passato di un soffio sull'Inter - hanno letteralmente stritolato il Borussia Dortmund. Kane, Alli e soprattutto Eriksen, giustiziere dei nerazzurri, se in forma sono brutti clienti per tutti.

Manchester United***

Scriviamo tre, ma pensiamo che le stellette per i Red Devils potrebbero anche essere quattro: l'autorità, la forza, lo spirito United mostrato al Parco dei Principi in una rimonta ancora più difficile, se possibile, di quella riuscita alla Juve, rendono i ragazzi terribili di Solskjaer una rivale da prendere con le molle.

Ajax****

Lo sfrontato manipolo dei giovani lancieri olandesi continua a viaggiare sotto traccia, forte anche della colpevole sottovalutazione generale. In realtà, prima di umiliare il Real Madrid al Bernabeu, l'Ajax aveva dato lezioni di calcio per larghi tratti anche nel match di andata. Meglio evitare.

Liverpool*****

Forse in questo momento i Reds sono in leggerissima flessione, ma Klopp sa come portarli al massimo al momento giusto. L'anno scorso persero soltanto in finale contro il Real Madrid, nel quale non brillò particolarmente la stella di Cristiano Ronaldo. La difesa è la meno battuta della Premier League e l'attacco - col tridente Mané, Salah, Firmino - è una garanzia. E poi c'è Anfield...

Barcellona*****

Non sarà il Barça delle meraviglie di Xavi e Iniesta, ma per i Blaugrana le cinque stelle rimangono di default. Chi avesse dei dubbi riguardi la formazione con cui aveva annichilito l'Inter nella fase a gironi: Messi era in tribuna per l'infortunio al braccio e Dembelé scontava ancora in panchina i suoi ritardi agli allenamenti.

Manchester City*****

In questo momento gli azzurri di Manchester sembrano meritare persino un deluxe da aggiungere alle stellette. Difesa di ferro e attacco da paura, 139 i gol realizzati in stagione, di cui 26 in Champions, dove pure aveva esordito perdendo in casa col Lione. Adesso è una corazzata con in più il fattore Guardiola.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.