Beckham e lo scherzo al The Late Show: la statua è orrenda e lui lo dice

La burla messa in atto dal presentatore dello show è riuscita perfettamente. La statua mostrata all'ex campione è letteralmente inguardabile e lui non ne fa mistero.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Chissà se in inglese esiste un proverbio simile al nostro 'Dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io'. Sicuramente è questo che deve aver pensato David Beckham quando ha scoperto di essere stato al centro di uno scherzo organizzato da James Corden, conduttore del programma televisivo inglese The Late Show e suo carissimo amico.

L'ex giocatore era stato invitato al disvelamento in anteprima di una statua a lui dedicata, uno splendido omaggio, così almeno pensava, del suo ultimo club - esclusa la breve parentesi al PSG - i Los Angeles Galaxy.

Il presidente della società californiana, ex compagno di David nei Galaxy, Chris Klein lo aveva invitato nei sotterranei dello stadio di LA per mostrargli l'opera d'arte prima del vernissage che sarebbe dovuto avvenire di lì a poco presso il Dignity Health Sports Park, proprio davanti allo StubHub Center, l'impianto che ospita i match casalinghi della compagine della città degli angeli.

Beckhamtwitter
Lo scherzo è appena all'inizio, Beckham è ancora sorridente

Beckham e lo scherzo al The Late Show: la statua è orrenda

Nel video registrato e trasmesso al The Late Show, Beckham appare rilassato, felice dell'omaggio che sta per ricevere. Poi cominciano i primi problemi: un monitor mostra quelli che dovrebbero essere i migliori momenti della sua carriera losangelina, ma gli highlights lo lasciano interdetto: errori di mira, falli e ammonizioni. Becks scuote la testa ma abbozza.

Finalmente arriva il momento della verità, il velo che copre la statua viene levato e l'imbarazzo dello Spice Boy è palpabile: il manufatto è assolutamente orribile, talmente inguardabile che David non riesce a nascondere il disappunto. Niente scenate, per carità, siamo inglesi: Beckham mantiene una cortesia inappuntabile ma fa notare al finto artista, un attore scelto dalla produzione, quanto l'opera sia lontana da quella che aveva visto in bozza a Chicago:

Guarda il mento, guarda gli occhi, non mi assomiglia per niente, e poi guarda il sedere! Questo, decisamente, non sono io. L'unica cosa decente sono i capelli, ma è fuori discussione che questa statua venga presentata allo stadio. Quelle braccia, ma quanto sono lunghe? Arriverà mia moglie e anche i miei genitori, sono in imbarazzo.

La statua di Beckham, visotwitter
Particolare del viso dell'orribile statua di Beckham

Intanto, in una stanza accanto il caro amico James Corden se la ride di gusto - "Ma quanto è cortese!" esclama sganasciandosi - finché arriva un operaio che con un muletto fa cadere la statua fake: appena il tempo che Beckham lo ringrazi - "Hai fatto la cosa giusta" - e lo scherzo è svelato da Corden che irrompe nello studio. Sempre extremely british la reazione di Becks che, salvato da qualche bip audio e finalmente sollevato, abbraccia l'amico. Lo scherzo è riuscito in pieno: l'incubo di avere una statua persino più brutta di quella dedicata a Cristiano Ronaldo nell'aeroporto di Funchal è scongiurato. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.