Calciomercato Milan: piace Saint-Maximin, il nome nuovo è Dani Olmo

Rossoneri al lavoro per perfezionare un paio di operazioni in vista dell'estate. L'esterno del Nizza è un pallino di Leonardo, che punta anche lo spagnolo della Dinamo Zagabria.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Milan del futuro si costruisce guardando all'estero. Nella prossima sessione di calciomercato i dirigenti rossoneri continueranno il lavoro iniziato a gennaio, quando con un paio di ottime intuizioni hanno portato a casa due rinforzi che in questo momento si stanno rivelando decisivi per la grande rimonta Champions League. Se Piatek era già in Serie A e aveva fatto vedere grandi cose al Genoa, per Lucas Paquetà le cose sono andate diversamente: il talento brasiliano è stato acquistato dal Flamengo e il suo impatto nel nuovo contesto ha stupito un po' tutti, Gattuso in primis.

Il facile adattamento del centrocampista carioca ha portato i dirigenti a riflettere sul fatto che, con un attento lavoro di scouting, ci potrebbero essere molti altri Paquetà in giro per il mondo. Non ci sono limiti, soprattutto perché quest'estate il Milan potrebbe tornare prepotentemente protagonista sul calciomercato qualora la proprietà decidesse di investire somme importanti. Il tutto ovviamente avverrebbe rispettando tutti i limiti imposti dalla UEFA, che di recente ha messo il club sotto osservazione e a breve incontrerà Elliott per discutere del settlement agreement e dei paletti da rispettare da qui al 2021.

Poco importa, perché l'ambizione di tornare grandi è più forte di tutto. Già durante la sessione invernale Leonardo e Maldini erano andati alla caccia di un colpo importante per le fasce, non riuscendo però a chiudere le varie trattative imbastite, alcune delle quali saltarono proprio per la situazione delicata che si stava vivendo con la UEFA. Adesso che tutto è stato chiarito il Milan potrà intervenire più facilmente e, secondo quanto trapelato nelle ultime ore, sarà proprio la zona offensiva a essere maggiormente ritoccata.

Allan Saint-Maximin, esterno del Nizza che piace al MilanGetty Images

Calciomercato Milan, Saint-Maximin e Dani Olmo nel mirino

Il primo obiettivo per il futuro è sempre Allan Saint-Maximin. L'esterno del Nizza è in cima ai pensieri del Milan da quando Leonardo è andato in Costa Azzurra direttamente per trattare con la società francese. Il nodo, nemmeno a dirlo, sta nella valutazione del calciatore, per il quale di recente sembra essersi fatto sotto anche il Borussia Dortmund. Il Nizza chiede una cifra che si aggirerebbe tra i 25 e i 30 milioni di euro, una pretesa abbastanza alta se si considera che al momento il ragazzo non sta trovando molto spazio con la prima squadra.

Il motivo? Pare scelta tecnica, o almeno questo è quello che filtra dalla Francia, paese che il classe 1997 originario della Guadalupa avrebbe già voluto lasciare tempo fa per mettersi in gioco in un contesto più competitivo. Nazionale under 21, Saint-Maximin piace al Milan soprattutto per la sua duttilità: può infatti giocare su entrambe le fasce e, talvolta, si è mosso anche da trequartista, mettendosi in mostra come un giocatore molto tecnico e letale nel dribbling. I rossoneri vorrebbero utilizzarlo come prima alternativa a Suso e Calhanoglu, ma con il rinnovo dello spagnolo ancora in sospeso non è escluso che il ragazzo possa giocarsi eventualmente un posto da titolare sin da subito.

Se quello di Saint-Maximin è un nome ormai ricorrente nel calciomercato del Milan, va registrato un forte interesse da parte dei rossoneri per Dani Olmo. Il centrocampista spagnolo è uno dei gioielli messi in vetrina nelle ultime stagioni dalla Dinamo Zagabria, un uomo d'ordine capace di giostrare tra le linee e di mettere a servizio della squadra la sua grande inclinazione all'assist. Olmo, di recente, è stato osservato dal vivo in occasione della partita di Europa League vinta dalla Dinamo contro il Benfica, rubando particolarmente l'occhio per la capacità di districarsi in parecchie situazioni di gioco delicate.

Nonostante si parli solo di un classe 1998, il catalano è già un elemento offensivo particolarmente impattante. Può giocare da trequartista o da seconda punta, è un destro naturale che non disdegna la soluzione da fuori area, ma ultimamente pare migliorato sensibilmente anche con il piede debole. Cresciuto nelle giovanili dell'Espanyol, nel 2007 è poi approdato al Barcellona che - dopo sette anni - lo ha incredibilmente perso a favore della Dinamo. I croati adesso lo hanno blindato fino al 2020 e chiedono 20 milioni di euro, ma in estate potrebbe scatenarsi un'asta al rialzo molto importante. Il Milan è avvertito.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.