MotoGP Qatar, qualifiche: pole di Vinales, Dovizioso 2°, Rossi 14°

La prima griglia di partenza della stagione vede una prima fila formata da Vinales. Dovizioso e Marquez. Valentino Rossi partirà solo 14° al fianco di Pecco Bagnaia. Doppia caduta per Jorge Lorenzo (15°).

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Maverick Vinales conferma le buone sensazioni intraviste nei test MotoGP invernali e sul giro secco dimostra di aver trovato un'ottima intesa con la nuova YZR-M1 dotata di una specifica di motore a sua misura, in grado di garantirgli una guida più aggressiva soprattutto in entrata di curva. Nonostante il gap in termini di velocità massima lo spagnolo riesce a piazzarsi davanti ai più accreditati Dovizioso, Marquez e Petrucci nelle prime qualifiche di stagione in Qatar.

Si montano le doppie gomme morbide all'anteriore e al posteriore per dare l'assalto al tempo e alla prima pole position stagionale. Aleix Espargarò e i piloti Honda sono gli unici a montare la media all'anteriore per il solito problema all'avantreno che HRC deve ancora risolvere. Maverick Vinales prova subito a suonare il campanello d'allarme in 1'53"844 riuscendo a compiere un primo giro senza traffico che è un'autentica fucilata, nell'ultimo tentativo riesce a migliorarsi in 1'53"546 e va a prendersi il primo posto in griglia.

Andrea Dovizioso non riesce a fare meglio della M1, conclude a 198 millesimi da Maverick e precede Marc Marquez di un solo millesimo. Seconda fila formata da Jack Miller, Fabio Quartararo e Cal Crutchlow. Terza fila formata da Danilo Petrucci, Franco Morbidelli e Takaaki Nakagami. Nel finale qualche nervosismo nel box Ducati nei confronti di Marquez che, con il suo comportamento e lo sfruttamento della scia, avrebbe ostacolato la prestazione del pilota umbro.

Valentino Rossi pilota Yamaha MotoGPGetty Images
Valentino Rossi nel box a Losail

MotoGP, qualifiche Qatar 2019: Valentino Rossi inizia in salita

Accedono alla Q1 i primi dieci della FP2 dopo che sabato mattina i piloti MotoGP si sono ritrovati davanti ad una pista polverosa e molto ventilata. Valentino Rossi è stato costretto a passare per la Q1 per tentare l'assalto alle rime file, ma con l'abbassarsi delle temperature la sua Yamaha riscontra nuovamente dei problemi all'anteriore. Jorge Lorenzo ha rimediato una caduta nella FP3, ha stretto i denti ed effettuato infiltrazioni, ha preso parte alla FP4, ma nella Q1 ha riportato un'altra caduta. Segno evidente che il maiorchino non è ancora in forma dopo l'intervento al polso sinistro.

Spingono Cal Crutchlow e Takaaki Nakagami con le Honda del team LCR, a dimostrazione che le moto nipponiche stanno trovando terreno favorevole qui a Losail. Alle spalle dei due compagni di box Francesco Bagnaia e Valentino Rossi, che quindi domani partiranno rispettivamente dalla 13esima e 14esima posizione in griglia. Per il Dottore la stagione 2019 di MotoGP inizia tutta in saluta e domani sarà praticamente impossibile puntare al podio se il suo staff non risolverà il problema all'avantreno della M1.

Jorge Lorenzo partirà dalla 15esima finestra in griglia, ha dimostrato di poter tenere un buon passo con la RC213V, ma le due cadute e le condizioni fisiche ancora precarie hanno reso il sabato di qualifiche molto difficile. Andrea Iannone partirà dall'ultima fila: il feeling con la sua Aprilia RS-GP è ancora lontano da stabilire per problemi di grip e accelerazione ancora da risolvere. Meglio il collega Aleix Espargarò che è riuscito ad accedere alla Q2. 

MotoGP Qatar, Qualifiche: tempi e classifica finale

  • 1. Maverick Viñales, Yamaha, 1:53,546 min
  • 2. Andrea Dovizioso, Ducati, + 0,198 sec
  • 3. Marc Márquez, Honda, + 0,199
  • 4. Jack Miller, Ducati, + 0,263
  • 5. Fabio Quartararo, Yamaha, + 0,400
  • 6. Cal Crutchlow, Honda, + 0,549
  • 7. Danilo Petrucci, Ducati, + 0,654
  • 8. Franco Morbidelli, Yamaha, + 0,690
  • 9. Takaaki Nakagami, Honda, + 0,693
  • 10. Alex Rins, Suzuki, + 0,711
  • 11. Joan Mir, Suzuki, + 0,844
  • 12. Aleix Espargaró, Aprilia, + 1,371
  • 13. Francesco Bagnaia, Ducati, + 0,202
  • 14. Valentino Rossi, Yamaha, + 0,267
  • 15. Jorge Lorenzo, Honda, + 0,293
  • 16. Pol Espargaró, KTM, + 0,470
  • 17. Miguel Oliveira, KTM, + 0,852
  • 18. Tito Rabat, Ducati, + 1,158
  • 19. Andrea Iannone, Aprilia, + 1,194
  • 20. Karel Abraham, Ducati, + 1,372
  • 21. Johann Zarco, KTM, + 1,527
  • 22. Hafizh Syahrin, KTM, + 1,667
  • 23. Bradley Smith, Aprilia, + 1,766

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.