MMA: ONE Championship, Mauro Cerilli mette KO Alain Ngalani

Grandissimo ritorno in gabbia per il Martello nostrano Mauro Cerilli che finalizza con ginocchiate alla testa al primo round Alain Ngalani nella sigla di MMA ONE Championship: Reign of Valor.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sono stati attimi di tensione, quelli finali fra Mauro Cerilli (13-3) e Alain Ngalani (4-5). Già, perché nonostante il dominio a senso unico messo in scena dal nostro alfiere, l'ultima ginocchiata arrivata fra la zona temporale e la nuca dell'atleta per metà camerunense e per metà di Hong Kong ha fatto temere per un attimo il No Contest. La decisione dell'arbitro invece è stata in favore di Cerilli, che ha portato a casa la prima vittoria nella singaporiana ONE Championship.

Cerilli non ha subito alcun colpo significativo nel suo ritorno alle MMA, mettendo in atto il gameplan perfetto: ha accorciato subito su Ngalani, non permettendogli così di utilizzare il proprio striking estroso, lo ha incollato a parete e portato a terra. Ngalani si è rialzato poco dopo, ma la superiorità netta di Cerilli in fase di grappling gli ha permesso di riportarlo giù, controllarlo al tappeto, colpirlo con pochi pugni in ground and pound ed ottenere la north-south position prima di finalizzarlo con colpi di ginocchia.

A differenza del regolamento unificato, nella promotion di MMA singaporiana, i colpi di ginocchia dalla north-south sono perfettamente legali e Cerilli ha messo a segno una clinica in tal senso. A seguito delle prime ginocchiate a segno, Ngalani ha abbassato il capo, ricevendo un colpo fra la zona temporale e la nuca. In quel momento la regia di ONE ha optato per lo stacco, lasciando gli spettatori senza una chiara spiegazione, per poi ricollegarsi su Mauro col braccio alzato e la decisione ufficiale di vittoria per TKO per il nostro a 2.30 del primo round via ginocchiate.

ONE Championship: Reign of Valor, Cerilli torna alla vittoria

Una vittoria ricercata, voluta, figlia di un gameplan praticamente perfetto. Come una fenice risorta dalle proprie ceneri, Mauro Cerilli ha trovato la vittoria nel momento in cui la necessitava maggiormente, a seguito della brutta sconfitta patita per mano del campione dei pesi massimi ONE Brandon Vera il 23 novembre dello scorso anno.
Adesso, con la ritrovata vittoria a seguito di una prestazione praticamente perfetta, Mauro Cerilli può puntare ancora al contesto titolato di una delle migliori promotion mondiali di MMA.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.